Trentino Cup - L'Italia sorride dopo la battaglia contro i Paesi Bassi: espulso Gallinari, Belinelli MVP

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1643 volte
Fonte: aquila trento
Trentino Cup - L'Italia sorride dopo la battaglia contro i Paesi Bassi: espulso Gallinari, Belinelli MVP

Un'Italia convincente solo a tratti supera con qualche patema di troppo una combattiva Olanda, arrivata al PalaTrento con pochissima voglia di essere la vittima sacrificale degli azzurri in occasione della finale della Trentino Basket Cup. 66-57 il punteggio con cui i ragazzi di Ettore Messina si aggiudicano incontro e sesta edizione del torneo, trascinati da un Marco Belinelli (14) poi nominato MVP dell'incontro.

La cronaca: l'Olanda approccia la gara con notevole energia, trovando in una buona distribuzione offensiva i canestri del sorprendente vantaggio ospite (2-9). L'Italia risponde ovviando ad un attacco un po' statico con le soluzioni di Belinelli (4) e Della Valle (5), andando comunque al primo riposo avanti di misura (16-14). 

Nel secondo periodo la durezza di Van der Mars (5) e l'atletismo di Kok (4) tengono a contatto i tulipani, almeno fino a quando 5 punti in fila di Danilo Gallinari lanciano la fuga azzurra (27-19). Sul più bello però la stella dei Clippers perde il controllo reagendo in modo scomposto ad un duro contatto a rimbalzo con Kok, finendo per essere espulso dalla terza arbitrale assieme al lungo avversario. Alla pausa lunga il punteggio recita 30-24 Italia, con azzurri nettamente superiori sotto le plance (25-18) ma penalizzati da scadenti percentuali dal campo (solo 33% da 2).

Nel terzo quarto la gara si infiamma. L'Olanda prima aggancia gli azzurri, poi viene ricacciata indietro (47-37 al 38') da un'Italia ravvivata dalla voglia di Abass (5) e dalla propria superiorità a rimbalzo (39-22). Le triple di Slagter (6) e Leon Williams (9) però tengono però in equilibrio il match, che arriva all'ultima sosta sul 47-44. 

L'ultimo periodo è una sfida all'Ok Corral. Nell'Olanda si accende Franke (11), tra gli azzurri Belinelli (14) e Da Tome (6) si assumono le maggiori responsabilità, anche se a firmare il break decisivo è Luca Vitali con 5 punti in fila (59-51). Finisce 66-57 con il PalaTrento a festeggiare gli azzurri e lo staff della Nazionale in ansia per le condizioni della mano di Danilo Gallinari, infortunatasi in occasione dell'episodio poi costatogli l'espulsione. 

ITALIA - OLANDA 66-57 (16-14, 30-24, 47-44)

ITALIA: Hackett 3, Della Valle 8, Belinelli 14, Filloy 3, Biligha 7, Vitali 7, Gallinari 5, Melli 2, Cervi 1, Abass 5, Burns 5, Datome 5. Coach: Messina. 

OLANDA: Franke 11, Bouwknecht 2, Williams 9, De Jong 13, Van der Mars 7, Schaftenaar O. 3, Oudendag 0,  Voorn 2, Kok 4, Slagter 6. Coach: Van Helfteren. 

ARBITRI: Sahin, Seghetti e Vicino.