Supercoppa LBA 2017 - Peric e De Nicolao portano la Reyer in finale

 di Marco Garbin  articolo letto 1422 volte
A. Polonara, top scorer (23)
A. Polonara, top scorer (23)

Dopo la vittoria di Milano contro Trento in campo scendono i campioni d'Italia della Reyer e una Dinamo Sassari rivoluzionata.
La carenza nella preparazione atletica non permette di far pronostici ed i tecnici delle due squadre ne sono ben consci, e cio' aggiunge pepe al match, che potrebbe esser deciso dai singoli.
E quei singoli portano i nomi di Hrvoje Peric e Andrea De Nicolao. Dopo un inizio arrembante dei sardi e' proprio il numero 10 orogranata a piazzare punti pesantissimi realizzando qualsiasi cosa e consentendo ai Campioni d'Italia di ricucire lo strappo e mettere la freccia. Il rientro dei sardi, trascinati da un immenso Polonara, viene pero' contenuto dal croato Peric (MVP) e da una difesa ottimamente schierata da coach De Raffaele. Quando poi hai personaggi come Bramos e Haynes a dare il loro contributo la strada diventa subito in discesa.

La gara
Venezia prova subito la coppia Watt-Orelik, mentre Sassari si affida al confermatissimo Stipcevic, supportato dalle novita' Polonara e Jones.
Primo possesso da entrambe le parti poco produttivo, anche se Sassari sembra poter essere piu' incisiva. I primi punti sono infatti di Sassari, targati Pierre che piazza la tripla dopo 2' di gioco. I sardi allungano con Jones da sotto e provano a dilagare con Polonara in alley-oop in contropiede: 7 a 0. I primi punti veneziani vengono dal lituano Orelik ma Sassari replica con Jones per il 9:3 a quasi meta' parziale. Sassari gioca al gatto col topo e con Jones si porta sul +10. Venezia con Biligha che schiaccia a canestro con prepotenza prova ad invertire la rotta della gara, inserendo anche il nuovo arrivato Jenkins. Ma e' ancora Sassari ad andare a segno con Polonara per il nuovo +10 sardo. Venezia ha bisogno della scossa e prova Bramos, uno degli uomini chiave della passata stagione, a dargliela. La partita prende sempre piu' vitalita' man mano che le squadre trovano i loro equilibri. Il contropiede di Peric che manda a segno Bramos vale i soldi del biglietto e porta il punteggio sul 15:10. Accorcia ancora De Nicolao, liberissimo in area. A chiudere il parziale la tripla di Peric che vale il pareggio, mentre il siluro in extremi di De Nicolao fa tremare i sardi ma coglie solo il ferro. Squadre sul 15 pari dopo il primo parziale.
Il secondo parziale vede in campo Ress per la Reyer e Devecchi per Sassari. I Campioni di casa passano in vantaggio con Johnson e continuano a giocare con intensita' portandosi a +4 con Peric imbeccato da Jenkins. Venezia pressa anche in difesa e recupera con De Nicolao il pallone che vale il 15:21 targato Peric, imbeccato solo in contropiede. Impressionante il parziale della Reyer, che continua a segnare con Johnson, smarcatosi sotto canestro. Parziale di 20:2 per gli orogranata, impressionante. Jones dalla lunetta ferma il disastro ma Venezia continua a segnare con un ottimo De Nicolao imbeccato magistralmente da Orelik. 17:25 il punteggio mentre ci si avvicina a meta' parziale. I sardi tornano a respirare con Pierre che piazza la tripla e puo' colmare ancora un po' il gap con Jones dalla lunetta. Il numero 22 pero' fa 0/2. Piu' preciso Pierre che fa 1 su 2, subito dopo i primi 2 punti di Haynes. I sardi grazie alla tripla di Stipcevic tornano sul -3, riemergendo da un profondo rosso quasi imbarazzante. Venezia fraseggia in modo magistrale e Watt, imbeccato da Bramos, piazza i suoi primi punti gara. Ultimi 2 minuti prima dell'intervallo. Pioggia di triple, prima Randolph e poi De Nicolao deliziano il pubblico di Forli'. Polonara riporta i suoi sul -3. A Jones non riesce il tiro a gancio mentre De Nicolao, devastante, piazza la tripla chirurgica del 29:35. Ultimi 18'' della prima parte di gara con Polonara in lunetta per fallo di Peric. Il numero 33 sassarese fa bottino pieno e dall'altra parte Peric va a farsi perdonare con un gioco realizzato da 2+1. La sirena arriva mentre Ress fa muro su un Jones un po' spento. 31:38 il punteggio, con un Reyer che trova in De Nicolao e Peric gli uomini chiave. Veneziani che hanno espresso un buon gioco corale ed aggressivita' sia in difesa che in attacco. Sassari, dopo un inizio col turbo, si perdono davanti all'energia messa in campo dai Campioni d'Italia, riuscendo a rientrare grazie ad un onnipresente Polonara e alla regia di Stipcevic.
Squadre di nuovo in campo e Sassari subito a segno con Randolph. Gli risponde Bramos per il 33:40. Sassari preme ma la difesa reyerina e' asfissiante e Ress, dall'arco, infierisce. Per fortuna Polonara non e' da meno e riporta il divario sul -7 prima, e sul -5 poi appoggiando a canestro. Venezia raffina pero' il tiro dalla distanza e con Johnson segna i punti del 38:46. Dall'altra parte, dopo Jones che si schianta contro Ress, ci pensa Randolph (finalmente) a mettere 2 punti nel paniere. Alla Reyer riesce quasi tutto: dopo il libero di Ress per antisportivo di Jones Bramos piazza la tripla. Sassari e' ancora in mano a Polonara, che segna i punti del 42:50, mentre il cronometro dice 6' gia' giocati del terzo parziale. Rientra in campo De Nicolao mentre Watt va a segno e porta il suo personale a quota 4. Sassari ci mette il cuore e Polonara insacca, nonostante il disturbo di Orelik (terzo fallo per lui), la tripla che, dopo i liberi di Stipcevic, vale il 47:52. Il lituano orogranata si fa perdonare con una tripla pesante ma il croato Stipcevic risponde da par suo. Venezia e' letale ed il tentativo di Watt vale il 2+1. Botta e risposta: Pierre, Watt, Spissu e Johnson per il 53:63. Ultimo minuto con Sassari a segno grazie a Planinic e Pierre che riportano i sardi sul -6, costringendo De Raffaele al time out. Ultimo possesso del terzo parziale con Orelik che attraversa tutto il campo ma trova solo la stoppata di Randolph. L'ultimo quarto si aprira' sul 57:63 per Venezia.
Sassari prova l'azione d'attacco ma la Reyer difende con convinzione e va poi a segno con Bramos da 3. Polonara e' pero' irresistibile e piazza la tripla che porta il suo tabellino a quota 21. Venezia, con Bramos dalla lunetta, ritorna a +8 e con Orelik dalla distanza prova a scavare il solco ma il lituano non e' preciso e trova solo il ferro. Sassari trova la lunetta con Pierre che fa 1 su 2. GLi risponde il solito Peric con un break di 4 punti approfittando degli ennesimi clamorosi errori difensivi sardi: +11 orogranata a 6' dal termine. Dopo la strigliata di Pasquini e' capitan Devecchi ad andare a segno e a tenere viva Sassari, che pero' sente la pressione e lo dimostra con Planinic che fa fallo inutilmente su Biligha. Il solito Polonara cerca di raddrizzare la situazione e porta a casa i punti del 65:72. La risposta veneziana e' affidata a Jenkins che non incide ma la Reyer sfrutta i nervi e prende i falli di Planinic e Polonara per portare a casa i liberi del 65:74 con Jenkins. Ancora tiri liberi per gli orogranata ma questa volta e' solo 1 su 2 per Peric. Cala Polonara e sale Peric che porta a casa altri 2 punti importanti. Solo 2' al termine e +10 per Venezia, la situazione appare compromessa per i sardi che, con Stipcevic dalla lunetta, vanno a -8. L'arresto e tiro dall'arco di Stipcevic, che prova a suonare la riscossa, trova slo il ferro, ma i sardi trovano comunque la lunetta e due punticini d'oro con Pierre. Ma la tripla di Haynes ricaccia indietro impietosamente i sardi. A 90'' dal termine le gambe ed il morale sardo cedono e Pierre dalla lunetta fa tristemente cilecca. Non sbaglia dall'altra parte invece il cecchino Peric per il 71:82. Non e' domo il croato Stipcevic che va a segno da 3. Gli risponde dall'area Haynes mentre la risposta sarda di Jones viene fermata fallosamente da Bramos. 1 su 2 per lui e successivo canestro in contropiede per il 79:84. Ultimi 5'' con Peric che dalla lunetta fa 2 su 2 e chiude il match sul punteggio di 79:86. La finale di Supercoppa domani sera vedra' la Reyer Venezia fronteggiare l'EA7 Milano.

Banco di Sardegna Sassari vs Umana Reyer Venezia 79:86 (15:15) (31:38) (57:63)

Le squadre
Venezia
Haynes 7, Orelik 6, Johnson 10, Watt 9, De Nicolao 10, Peric 21, Bramos 15, Bolpin ne, Ress 4, Jenkins 2, Biligha 2, Cerella ne.

Sassari
Randolph 7, Pierre 14, Jones 13, Bamforth ne, Planinic 2, Stipcevic 17, Tavernari 0, Polonara 23, Picarelli ne, Hatcher ne, Spissu 1, Devecchi 2