Playoff EuroLega, il CSKA soffre ma vince Gara1 grazie a Teodosic

 di Alessandro Palermo  articolo letto 905 volte
Playoff EuroLega, il CSKA soffre ma vince Gara1 grazie a Teodosic

E' arrivato il momento migliore dell'anno, la magia dei playoff. L'EuroLega ha sempre regalato spettacolo e con il nuovo format non poteva essere diversamente, nemmeno alla post season, dove nulla è già scritto. Ecco, dunque, che anche una serie come CSKA Mosca-Baskonia può essere più equilibrata di quanto non si possa pensare. Seconda contro settima vuol dire tutto e niente, la stagione regolare è una cosa, i playoff invece sono un capitolo a parte. La corazzata russa vince Gara1 ma fatica più del previsto, sudando sette camicie. I baschi vendono cara la pelle ma escono dalla Megasport Arena con un pugno di mosche e tanta amarezza, dopo essere stati vicini a compiere l'impresa.

LA GARA
PRIMO TEMPO
Gli ospiti partono bene, guidati dall'ex NBA Rodrigue Beaubois, il quale segna tutti i primi 7 punti di Vitoria. Tuttavia, il CSKA riesce subito ad imporre la propria fisicità, chiudendo avanti di sette allo scadere della prima frazione (26-19). Il secondo quarto, invece, è di marchio Baskonia, con i padroni di casa un po' troppo superficiali in difesa. I moscoviti riescono a limitare Shane Larkin, pericolo numero uno ma all'intervallo il risultato resta molto equlibrato. 44-40 alla pausa lunga, la squadra di coach Sito Alonso tiene botta.

SECONDO TEMPO
Nella terza frazione Larkin continua a rimanere fuori dalla partita, faticando a trovare sia il ritmo giusto che la via del canestro. Nonostante ciò, gli ospiti riescono a restare attaccati al CSKA grazie al proprio reparto lunghi: Johannes Voigtmann conferma le sue ottime qualità, mentre Ilimane Diop dimostra di essere qualcosa di più di una semplice sorpresa. Quest'ultimo però, classe '95 forse ancora un po' acerbo, pecca di inesperienza, regalando 4 punti pesanti al CSKA con un fallo tecnico evitabile. I campioni d'Europa in carica tentano la prima fuga, +10 al 30' (72-62). Sul più bello, proprio nel momento più delicato, si sveglia finalmente Larkin: l'ex Brooklyn Nets dà la scossa ai compagni, segnando un canestro dietro l'altro (9 nei primi tre minuti, 15 totali nel quarto quarto). Il Baskonia ci crede, rimontando lo svantaggio. 80 pari al 35', regna l'equilibrio. Milos Teodosic fa 2 su 2 ai liberi, Chase Budinger dall'altra parte realizza il tap in del nuovo pareggio. Poco dopo arriva il clamoroso sorpasso ospite, con il semi gancio di Tornik'e Shenghelia che vale il +2 Baskonia. 88-90 a 2' dalla fine. Time out di coach Itoudis, al rientro in campo si scatenano i due fenomeni del CSKA: Teodosic prima, con una bomba pesantissima e Nando De Colo poi, firmano un parziale di 5 a 0 che spegne il fuoco basco. Nel finale, a fare la differenza è la lucidità e l'esperienza dei russi, finisce 98 a 90 per i moscoviti.

CSKA MOSCA: 22 per Teodosic e 17 di De Colo
BASKONIA VITORIA: 17 Larkin (15 nel quarto periodo), 12 e 8 rimbalzi per Voigtmann


Cronaca a cura di Alessandro Palermo