NBA - La stoppata di Manu Ginobili chiude la porta ai Rockets dopo un overtime

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1702 volte
NBA - La stoppata di Manu Ginobili chiude la porta ai Rockets dopo un overtime

Una partita tiratissima, tutta da vedere, si sublima nell'atto finale in cui la parte dell'eroe tocca all'ultimo dinosauro rimasto in campo del ventennio Spurs che non vuole finire: Manu Ginobili. Tim Duncan si è ritirato, Tony Parker ha chiuso la stagione per infortunio e durante gara 5 contro i Rockets si è pure girata la caviglia del leader Kawhi Leonard. Green e Simmons fanno gli straordinari, Mills non fa rimpiangere Parker ma la forza montante di Houston è sempre lì che si esprime con l'ennesima tripla doppia di James Harden e la puntualità di Pat Beverley.

Così si arriva a giocare i minuti finali testa a testa come pochissime volte successo quest'anno nei playoff della NBA, ma senza Leonard. La parità pefetta non riescono a distruggerla né Harden, né Mills. Overtime. E anche qui, in un catino ribollente come l'AT&T Center, si risponde tra le due contendenti texane colpo su colpo, fino a che Danny Green non completa la sua serata con un gioco da tre punti: +3 San Antonio. Così l'ultima palla se la giocano Harden contro Ginobili. E quando il Barba ritiene di aver dribblato l'anziano avversario, va al tiro da tre per un'altro supplementare e si prende una stoppata incredibile. Sirena.

Finisce 110-107. Boxscore: 22p+15r Leonard, 20 Mills, 18p+14r Aldridge, 16 Green, 12 Simmons e Ginobili per San Antonio (3-2); 33p+10r+10as Harden, 20 Beverley, 19 Anderson, 11 Gordon, 9p+11r Capela per i Rockets.