NBA - Il canestro di Kevin Durant non è valido: i Rockets sbancano Golden State

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1048 volte
NBA - Il canestro di Kevin Durant non è valido: i Rockets sbancano Golden State

Partiamo dagli ultimi 40 secondi, perché in tutti quelli precedenti nessuno è riuscito a dare, in questo Golden State-Houston ricco di emozioni, la spallata vincente all'incontro. E partiamo da un PJ Tucker capace di lottare ancora per un pallone a rimbalzo e guadagnare la lunetta. Nella bolgia del palazzo realizza i liberi per il sorpasso 121-122. La risposta è nelle mani sapienti di Steph Curry che però fa un passaggio imbarazzante subito intercettato: il contropiede dei Rockets si conclude nelle mani di Harden che fallisce la tripla, spedendo la palla sul ferro. Il rimbalzo provoca la rimessa dei Warriors con 10 secondi sulla sirena. E' ancora Curry a scoccare l'ultimo tiro, ma non va; il rimbalzo è di Livingston che spinge la palla nelle mani di Durant che quasi dall'angolo segna sulla sirena. Esplosione della Oracle Arena, festa per Golden State ma ci vogliono pochi secondi perché il replay confermi che il rilascio della sfera è avvenuto con un centesimo... di ritardo.

Gli Houston Rockets sbancano Golden State: il campionato 2017-18 comincia subito mettendo dubbi nelle certezze di quanti vedono i Warriors vittoriosi anche quest'anno.