LIVE A - La Germani Brescia è troppo tosta per la Dolomiti Energia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1236 volte
LIVE A - La Germani Brescia è troppo tosta per la Dolomiti Energia

Solo pochi mesi fa la Leonessa era uscita con un quarantello sul groppone, poi l'Aquila prendeve il volo verso le Finali scudetto. Diana porta stasera una squadra tosta, molto applicata in difesa, attenta a quel Moore che sembrava voler stupire il mondo intero. Buscaglia prova a recuperare Gutierrez, ma si vede che il messicano è ancora lontano da poter dividere un palcoscenico così impegnativo con i compagni; Forray fa pentole e coperchi ma con il 4/27 di squadra nel tiro dall'arco contro un blocco così arcigno come quello meso in campo dai lombardi non c'è ovviamente scampo.

La cronaca.Trento vuole capitalizzare la serata di coppa, Brescia non vuole perdere il trend che la vede capolista. Ne esce fuori una partita subito spigolosa, con la Germani che appoggia su Dario Hunt e una Dolomiti Energia anonima che sparacchia 2/11 da tre nel primo quarto. 8-8 dopo 6' di gioco, poi si accende Michele Vitali e gli ospiti trovano l'allungo: al 10' 10-15.

Ed è davvero battaglia, assai bloccata sulle marcature che non concedono spazio ma qualche colpo maschio di troppo. La Germani continua a fare la lepre, Flaccadori a lanciare l'alley-oop per Behanen, ma con la coppia Vitali-Hunt a firmare il 14-19 al 15'. Beto Gomes stampa un paio di stoppate e anche il contropiede viene negato: La bomba di Landry 19-26 vorrebbe strappare le carte, ma il timeout di Buscaglia spiega come innescare Behanan che in un amen arriva al 23-26. Ultimi fuochi d'artificio, poi Michele Vitali in lunetta fissa il punteggio all'intervallo perché Hunt ferma l'ultimo tentativo di Gutierrez 23-28.

Non cambia l'indirizzo della gara nella ripresa, con i bresciani sempre un passo avanti e l'Aquila a rincorrere. Anche con qualche ingenuità in attacco. Sutton schiaccia? Vitali risponde da tre, ma la schiacciata del -1 Behanan al 24' vale un timeout per Diana 32-33. La frenesia spinge Shields a sfondare per passare in mezzo a tre avversari. Dario Hunt continua a dettar legge in attacco, Moss ruba palla e consegna l'assist a Michele. Fuga? Macché arrivano due punti di Behanan. Però si strappa con Landry. Due volte il ferro sputa le triple dei trentini, così Dario Hunt porta il distacco a +8 con 3' sulla sirena. La Dolomiti Energia si disunisce e per Sacchetti arriva il gioco da tre punti che vale +11, poi Forray va a sbattere sulla difesa lombarda al limite dei 24 secondi. Poster di Michele Vitali per il massimo vantaggio ospite, chiuso da due liberi di Shields 36-47 con 1'30". Forray cerca di mettere un pò di ordine, così arriva il controbreak con la tripla del libero Baldi Rossi e il contropiede dello stesso play argentino: 42-47 e l'ultimo quarto si può giocare, per Trento.

Che riparte con il solito Forray che, da rimbalzo d'attacco ricava un 2+1 pesante. -2 ma stavolta non trema Brescia che riparte con uno strappo prima di discussioni sul cronometro. Moss, alla ripresa fa 45-53 mentre l'Aquila riprende con le amnesie offensive. Infatti Sacchetti fa il vuoto 0-8 e Buscaglia prende timeout. Brescia non perde la nuova presa ma la palla persa e trasformata in contropiede da Forray al 38' tiene accesa la fiammella dei padroni di casa 54-60. Un'altra palla persa potrebbe far male alla Leonessa, invece la palla di Baldi Rossi balla sul ferro e ne esce fuori un fallo su Sacchetti che va in lunetta 1/2. Flaccadori attacca veloce -5 con 75 secondi alla sirena. Fallo veloce altrettanto su Sacchetti: stavolta 2/2, ma è il nuovo attacco trentino fallito che fa pendere definitivamente la bilancia dal lato lombardo. La Germani sbanca il PalaTrento e mantiene la vetta della classifica.

Finisce 56-66. Boxscore: 16p+9r Forray, 13 Behanan, 6 Shields, 5 Baldi Rossi e Silins, 4 Flaccadori e Sutton, 3 Gomes per l'Aquila Trento; 17p+8r Hunt, 16 Vitali Michele, 11 Landry e Sacchetti; 4 Moss, 3 Moore, 2 Vitali Luca per Brescia.

foto di Severino Bigi