LEGA A - Torino irretisce Milano e torna alla vittoria!

 di Pietro Battaglia  articolo letto 540 volte
LEGA A - Torino irretisce Milano e torna alla vittoria!

Torino si ritrova e si riscata dalle due sconfitte consecutive battendo Milano in una partita non per palati fini. L’EA7 non segna davvero mai dall’arco e ne approfitta la Fiat che trascinata dall’entusiasmo del pubblico si rilancia in campionato all’assalto delle prime posizioni.

La partita

Il Pala Ruffini sold out già da giorni è la cornice di un attesissimo posticipo serale che vede davanti due compagini impegnate in Coppa che proprio in Europa hanno sofferto nelle ultime apparizioni. Per di più Torino arriva da due sconfitte consecutive in Serie A.

Banchi schiera Garrett, Mbakwe, Okeke, Patterson e Vujacic.

Risponde Pianigiani con Bertans, Cinciarini, M’maye, Micov e Tarczewski.

E’ un 2+1 di Patterson a inaugurare il big match, poi sulle ali di Tarczewski l’EA7 sorpassa: 5-6. Si segna poco e la sfida resta in equilibrio dopo le schiacciate di Mbakwe e Tarczewski e l’appoggio di Iannuzzi: 11-11. Dalla lunga distanza le due formazioni non trovano gioie, ma Bertans con un 2+1 scrive 11-14. In chiusura Garrett smentisce le statistiche dai 6,75 m e Patterson penetra fino al capolinea per il 16-14 che chiude il primo quarto.

Anche nel secondo periodo prevalgono le difese, ma Patterson è il vero mattatore dei primi quattro minuti. Pianigiani chiama il suo secondo time out infatti sul 26-16 a sei minuti dall’intervallo. Il Ruffini canta e prova a spingere la Fiat, ma otto punti di fila di Jerrels cancellano la fuga piemontese: 28-24. Vujacic risponde e riscrive +6 interno sul tabellone elettronico, ma la guardia biancorossa muove ancora score: 30-27. L’ultimo possesso è dell’Auxilium che trova con Mbakwe il 32-27 a fil di sirena.   

Mbaye ricuce fino al -3 (34-31) poi la difesa della Fiat inizia a crescere esponenzialmente e l’EA 7 si blocca. Invece in attacco Vujacic da 8 m dà il la al break gialloblù per il 40-31. Pianigiani ferma tutto, ma i biancorossi si stampano contro la difesa di casa in area e dall’arco non trovano fortuna davvero mai. I viaggiani lasciano anche per strada tanti tiri liberi e così  Jones in contropiede e un Mbakwe strepitoso sfruttano l’inerzia: a fine terzo quarto il Ruffini applaude a scena aperta sul 52-35.

 

 

 

Jones apre l’ultima frazione con una tripla impossibile dall’angolo e fa esplodere il pubblico sul 55-35. Poi, però, Cinciarini e Mbakwe provano a riportare sotto gli ospiti e dopo cinque minuti è a -11 (57-46). Tuttavia Vujacic non vuole vedere sfuggire le sorti della sfida e con Iannuzzi riporta la Fiat a distanza di sicurezza: 63-48. I viaggiati si gettano ancora all’assalto con pressione a tutto campo e arriva qualche dividendo. Theodore segna il 65-57 e a 50 secondi dalla fine Jerrels sbaglia dai 6,75 m addirittura per il -5. A 38 secondi dal gong, poi, L’Olimpia deve rifugiarsi nel fallo sistematico e l’Auxilium chiude i giochi. Finisce 71-59 nel tripudio del pubblico torinese.

La Fiat si ritrova contro l’avversario sulla carta più difficile del campionato. La difesa e l’energia dei padroni di casa sorprendono una EA7 che dal canto suo non segna davvero mai dall’arco e non trova risorse nel pitturato dove Gudaitis e Tarczewski giganteggiano rispetto a Mbakwe e Iannuzzi.

Torino aggancia così Milano in classifica e si rilancia in campionato dopo una parentesi buia.