Lega A - Schiacciasassi l'Olimpia Milano: la Juvecaserta dura 5' poi si fa notte

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 426 volte
Lega A - Schiacciasassi l'Olimpia Milano: la Juvecaserta dura 5' poi si fa notte

Con Cinciarini, Fontecchio, Abass e cerella a menare le danze per buona parte dell'incontro, l’Olimpia dimostra perchè chiude il mese di ottobre con la settima vittoria in nove gare, che in campionato sono un cinque su cinque che la dice lunga sulla effettiva disparità delle forze in campo, e non solo stasera in cui al Forum arriva una Juvecaserta lanciata nonostante le disavventure societarie. Dopo il 2-7 iniziale, Milano è entrata in partita e ha subito assunto il controllo della gara e del ritmo con un devastante 18-0, dopo il timeout ospite, con cui ha chiuso il primo periodo mostrando il gioiello Awudu Abass che tira senza errori e si dimostra subito risolutivo. Dopo il vantaggio è rimasto costante e l'unico impegno impedire alla Pasta Reggia un break che potesse riaprire il discorso vittoria. Il piano è stato condotto alla perfezione, con l'Importante contributo offensivo di Raduljica (anche come assist-man) e McLean (potente anche a rimbalzo). L'unico neo per Repesa è venuto dlall'infortunio (lesione ai flessori) di milan Macvan che ne ha determinato l'assenza (che in campo nessuno ha ovviamente notato per la gran prestazione dei suoi compagni). Secondo la società Macvan rimarrà fuori per 2-3 settimane, il che inciderà in Euroleague, dove stava dando un contributo importante. Caserta rimane a 6 punti con la seconda sconfitta stagionale (sempre in trasferta): onestamente avrebbe potuto fare poco di più rispetto alla prestazione offerta, pur mettendo in mostra un Bostic e un Watt veramente di buon livello. 100-80 il finale.

IL PRIMO TEMPO - Caserta risponde al tap-in di Raduljica con un parziale di 7-0. La Juve è arroccata a zona, risparmia falli e abbassa il ritmo. L’Olimpia si sblocca dopo qualche minuto, con Dragic e Abass, bravi al tiro ma anche nei tagli o a correre in contropiede. Quando Abass da sotto firma il 15-12 Milano, Coach Dell’Agnello chiama il primo time-out della partita. Ma l’Olimpia ormai ha capovolto l’inerzia della partita e continua a macinare contropiede e buona difesa. La seconda schiacciata di Abass (10 nel primo quarto) vale il primo vantaggio in doppia cifra. Il primo quarto, con un gioco da tre e un bel finger-roll sulla sirena di Jamel McLean, viene chiuso con un parziale di 18-0 che catapulta l’Olimpia avanti 28-12. La tripla dall’angolo di Kruno Simon significa più 18 sul 37-21. Qui la difesa concede qualcosa: segna Darryl Jackson da tre, segna Josh Bostic ancora da tre e poi con un lungo jumper. La bomba di Mitchell Watt certifica il buon momento offensivo di Caserta che però non rientra mai a meno di 12 punti  di distanza perché l’esecuzione dell’Olimpia in attacco resta efficace. Raduljica manda a canestro Simon con un passaggio dietro la schiena, poi segna cinque punti consecutivi. I venti punti di margine li firma Pascolo con una bomba dall’angolo, annullata però da Czyz. Alla fine del primo tempo l’Olimpia è avanti 55-36.

IL SECONDO TEMPO - Con un jumper di Watt e una tripla di Marco Giuri, Caserta prova a ricucire tornando a meno 16. L’Olimpia reagisce con un reverse lay-up di Dragic e una schiacciata di Raduljica su assist di Pascolo forzando il nuovo time-out di Dell’Agnello. Al rientro, Caserta è più lucida mentre l’Olimpia con qualche passaggio forzato perde un paio di palloni di fila e si espone alla rimonta. Il facile lay-up di Putney da sotto la riavvicina a meno 12 dopo sei minuti. Questa volta è Coach Repesa a fermare la partita ed è McLean a fermare il parziale con una conclusione in controtempo. Ma nel terzo quarto, Caserta gioca con orgoglio e riduce il disavanzo a 14 punti, 75-61. Nel quarto periodo l’Olimpia si limita a controllare il vantaggio. Negli ultimi cinque minuti c’è spazio anche per Simone Fontecchio (cinque punti) e Bruno Cerella.

EA7 Emporio Armani Milano: McLean 15, Fontecchio 7, Hickman 4, Kalnietis 2, Raduljica 16, Dragic 9, Pascolo 8, Cinciarini 2, Sanders 7, Abass 21, Cerella, Simon 9. All. Jasmine Repesa

Pasta Reggia Caserta: Sosa, Cinciarini 8, Ventrone ne, Putney 9, Gaddefors 2, Jackson 3, Giuri 5, Bostic 18, Cefarelli ne, Metreveli, Czyz 13, Watt 22. All. Sandro Dell’Agnello