Lega A - Reyer contro Dinamo vista da Sassari

 di Massimo Veroni Twitter:   articolo letto 881 volte
Johnson-Odom, 14 punti.
Johnson-Odom, 14 punti.

Prima partita del 2017 per la Dinamo Sassari e grande vittoria al Taliercio di Venezia per la compagine di Pasquini. Dopo aver surclassato Torino solo pochi giorni fà, la Dinamo ripropone un'altra grande prestazione corale e batte la squadra più in forma della Lega, che vede interrompersi la striscia di 7 vittorie consecutive e subisce, dopo Trento, la seconda sconfitta interna in stagione. L'ex Haynes e compagni non sono riusciti a tenere testa e questa volta non ci sono stati momenti no per i sassaresi, che hanno giocato 40 minuti di testa e cuore, con una difesa ai limiti della perfezione. Difficile dare oggi la palma di migliore in campo a qualcuno in particolare, ben 8 giocatori hanno una valutazione a doppia cifra. La panchina è stata determinante coi suoi 49 punti su 84 totali. Sassari ha vinto anche la sfida ai rimbalzi (33 a 25). Per la Reyer solo due uomini in doppia cifra, Haynes e Ejim, ed una prova ben al di sotto delle attese, anche se, a parziale scusante, c'era da tenere conto dei problemi fisici di alcuni giocatori e l'assenza di Filloy.

La Dinamo ora si porta a 14 punti e rimane in corsa per arrivare tra le prime otto. Risulterà decisiva la sfida di mezzogiorno di domenica contro la Caserta dell'ex Sosa, oltre alle varie combinazioni di risultati delle altre pretendenti. Intanto mercoledì arriverà a Sassari l'AEK Atene per la sfida di Champions League. Partita difficile per gli uomini di Sardara, ma questa sembra un'altra Dinamo, con un gioco più aperto, veloce e ragionato, che rende anche il lavoro in difesa migliore.

CRONACA:

Primo quarto: Coach Pasquini ripropone il quintetto di partenza della sfida con Torino ovvero Bell, Lacey, Sacchetti, Devecchi e Lydeka. La Reyer parte con Haynes, Tonut, Bramos, Hagins, Ejim. I primi punti li realizza la squadra di casa con Ejim. Sassari ribatte colpo su colpo (7-7). Coach De Raffaele chiama la difesa a zona e Capitan Devecchi la punisce con due schiacciate consecutive prima di uscire dal campo per infortunio che lo costringerà a non rientrare più in campo. Sul 15-11 entra in scena la panchina di Sassari con Lawal, Savanovic e D'Ercole che realizzano un parziale di 10-2 e alla sirena il punteggio è 17-21.

Secondo quarto: Venezia prova a rifarsi sotto e Viggiano con una tripla porta i suoi in parità (25-25). La Dinamo però non si disunisce e si riporta avanti (25-34) grazie soprattutto a Sacchetti, che subisce fallo su un tiro da tre da parte di Ejim e realizza i successivi tiri liberi. Johson-Odom realizza cinque punti consecutivi che portano la squadra sul +13 (26-39). L'intramontabile Ress realizza una tripla dagli otto metri ed il periodo poi finisce con un tiro da tre di McGee per il risultato parziale di 34-41.

Terzo quarto: Al rientro dall'intervallo lungo la squadra di casa prova a ricucire lo strappo e si arriva al 45-48. Johnson-Odom e Lawal firmano 6 punti per il 45-54. Haynes con una tripla prova ad accendere i suoi, ma D'Ercole e Stipcevic realizzano due canestri dalla lunga distanza. Il play croato realizza anche un tiro impossibile e Bell mette la tripla del +17 (48-65). Gli uomini di Coach Pasquini sono in controllo della partita.

Quarto quarto: Si inizia sul 50-65 e Venezia realizza cinque punti che costringono Sassari al timeout. Il piccolo momento a vuoto viene assorbito bene, grazie alle triple di Bell e Savanovic. Lydeka a tre minuti dalla fine firma il nuovo +17 (58-75). La partita prosegue in tutta tranquillità fino al risultato finale di 71-84. La Dinamo inizia così bene il 2017.

TABELLINI:

REYER VENEZIA: Haynes 11 pt, Hagins 8 pt, Ejim 17 pt, Peric 6 pt, Bramos 8 pt, Tonut 4 pt, Visconti ne, Antelli ne, Ress 3 pt, Ortner 6 pt, Viggiano 3 pt, McGee 5 pt. Coach: Walter De Raffaele.

DINAMO SASSARI: Johnson-Odom 14 pt, Bell 10 pt, Lacey 4 pt, Devecchi 4 pt, D'Ercole 6 pt, Sacchetti 9 pt, Lydeka 8 pt, Savanovic 10 pt, Stipcevic 8 pt, Lawal 11 pt, Monaldi ne, Ebeling ne. Coach: Federico Pasquini.

Parziali: 17-21; 34-41 (17-20); 50-65 (16-24); 71-84 (21-19).

SALA STAMPA:

Coach Federico Pasquini:

Abbiamo fatto una grande partita sulla falsa riga di quella con Torino di pochi giorni fa. Siamo stati bravi a eseguire quello che dovevamo fare contro una grande squadra come la Reyer, che arrivava in un momento di grande fiducia soprattutto in casa. Sapevamo che la chiave era imporre il nostro ritmo in attacco a prescindere dalle loro difese, visto che Venezia può cambiare spesso, andare avanti ed eseguire all’interno dei nostri sistemi nonostante le loro scelte difensive. Siamo stati bravi nell’approccio all’inizio del terzo quarto, perché era lì che pensavo si facesse la partita: dopo cinque minuti, dopo una loro bella partenza con il loro ritmo difensivo e offensivo, siamo stati bravi a riprendere ad eseguire il copione del primo tempo. Aver chiuso gli ultimi 5’ con parziale 17-7 e chiudere avanti di 15 al 30’ ci ha permesso di fare un quarto quarto controllato. Complimenti ai miei ragazzi, ora guardiamo avanti”.