Lega A: Milano cede nel catino di Brindisi che vede spiragli di play off

 di Dario Recchia  articolo letto 1799 volte
Lega A: Milano cede nel catino di Brindisi che vede spiragli di play off

Che squadra strana….perdere con l’ultima e vincere contro i primi della classe. E’ questa l’Enel Brindisi targata 2016/17  che questa sera sconfigge per 70-68 , i Campioni d’Italia dell’EA7 Emporio Armani Milano dopo aver ceduto la settimana scorsa sempre in casa contro Pesaro . Una vittoria sicuramente prestigiosa ed importantissima in chiave play off che consente ai ragazzi di coach Sacchetti di sperare ancora.

Una  gara non giocata benissimo dalle due squadre con gli ospiti alla ricerca di una forma accettabile in chiave play off e provando a togliere la ruggine di dosso a giocatori come Simon, Fontecchio e Sanders che per troppe settimane sono stati out e, dall’altra parte una Enel Brindisi che aveva fame di punti e di battere la capolista del campionato magari provando  anche a  cancellare l’onta di quale canestro valido non valido di Macvan in Coppa Italia. La differenza  di tonnellaggio in campo era comunque evidente ma Brindisi aveva dalla sua un pubblico straordinario e numeroso che aveva costretto la società di Contrada Masseriola ad emettere già due giorni fa un comunicato che decretava il sold out.

E proprio dai tifosi bisogna iniziare; ad inizio partita, una protesta pacifica di tutti i 3500 che sono rimasti in piedi ed in silenzio per due minuti di partita per provare a sensibilizzare l’opinione pubblica ma soprattutto la politica cittadina sulla necessità di un nuovo palazzo  da 5000 posti per non rischiare la non iscrizione la campionato dalla stagione 2018/19.

Per cio’ che concerne il match, l’Armani Milano partiva meglio e dopo 3 minuti era avanti 4-8. L’Enel doveva, sempre dopo 3 giri di lancette , mettere a sedere il play Moore gravato di 2 falli dando spazio a Spanghero. Goss agguantava il pareggio dalla lunetta (10 pari al 5’) ma era una tripla di Carter dall’angolo a consegnare il primo vantaggio ai padroni di casa (15-13). L’ingresso di capita Cardillo dava energia al quintetto in campo che con una buona circolazione di palla riuscivano a realizzare ben 26 punti nel primo periodo chiuso con un vantaggio di 7 lunghezze.

Nel secondo periodo Milano diventava piu’ aggressiva  provando a forzare gli errori degli avversari. L’Enel reagiva e riusciva a portarsi in vantaggio anche in doppia cifra sul 35-25. Sacchetti, pero’, era costretto a variare molto il suo quintetto per la contemporanea uscita dalla gara di Joseph, Goss, Scott e Moore gravati di falli e gli ospiti andavano al riposo lungo sotto per 39-36 grazie a due canestri consecutivi di Pascolo.

Nel terzo periodo Milano aumentava ancora la pressione sulla palla già dalla rimessa. Sanders, da 3 punti, riportava avanti i suoi dopo 6 minuti sul 48-46 e Fontecchio, con due triple (tra cui una allo scadere) mandava tutti all’ultimo riposo con il punteggio sul 53-56.

L’ultima frazione viveva di sprazzi. Moore, con un tiro da 3 punti e fallo, faceva mettere nuovamente avanti il naso ai suoi sul 62-60. La partita rimaneva in equilibrio con le squadre abbastanza stanche. Goss, con alcune soluzioni personali, non ci stava  a mollare mentre Milano ribatteva colpo su colpo. Hickman, ad 1 minuto dal termine usciva per falli e Scott metteva solamente 1 libero a sua disposizione (69-68 a 29 secondi dal termine). Fontecchio, sul fronte opposto, sbagliava la triple del vantaggio e M’Baye , a 4 secondi dal termine subiva fallo ed andava in lunetta. Gli incubi delle ultime 2 gare con 4 liberi consecutivi sbagliati dallo stesso giocatore ritornavano nella mente del francese. Amath  metteva il primo e sbagliava il secondo, Milano, non riusciva piu’ a tirare facendo esplodere la gioia dei tifosi brindisini.

Una vittoria importante per l’Enel che pero’, ora, dovrà continuare a vincere ancora per sperare nel sogno play off. Domenica si va a Caserta che non è nel suo momento migliore ma che ci terrà sicuramente a vincere contro una squadra del sud. Milano, viceversa, cosi come fatto stasera, proverà si a vincere ma soprattutto e farsi trovare pronta dopo il 7 maggio quando inizieranno ufficialmente i play off scudetto.

 

Enel Brindisi – EA7 Armani Milano 70.68 (26-19, 13-17, 14-20, 17-12)

Brindisi: Scott 4, Carter 14, Goss 16, Cardillo 2, Moore 8, Invidia n.e., Donzelli n.e., M’Baye 9, Samuels 9, Joseph 5, Sgobba 0, Spaanghero 3. All. Sacchetti

Milano : McLean 0, Fontecchio 8, Hickman 9, Raduljica 4, Macvan 11, Pascolo 4, Tarczewski 2, Cinciarini 7, Sanders 9, Abass 8, Cerella n.e., Simon 6. All Repesa

 

Arbitri: Sahin, Vicino, Bartoli

 

FOTO Tasco