Lega A - L'anticipo si gioca punto a punto fino alla fine: Reggio Emilia la "spunta" su Sassari

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 689 volte
Lega A - L'anticipo si gioca punto a punto fino alla fine: Reggio Emilia la "spunta" su Sassari

Non si poteva chiedere un anticipo di seconda giornata di campionato di serie A più bello e intenso, giocato fino a pochissimi secondi dalla fine nell'equilibrio e nell'incertezza più assoluti. I due punti vanno alla Grissin Bon che gioca la terza gara stagionale consecutiva con arrivo in volata, e riesce a trasformare il PalaDozza in un fortino biancorosso simile al PalaBigi. I ragazzi di Pasquini trovano un primo tempo di pieno controllo fisico e godono di un migliore approccio alla partita, meritando, soprattutto con il contributo di ispirato Johnson-Odom (24 punti, 6 assist e 5 falli subiti) un vantaggio netto di +12 all'intervallo. Ma forse arrivano allo sprint finale con maggiore affanno degli emiliani che ci credono e si rifanno sotto fino a sorpassare. Anche perché qualche piccolo errore, come quello di Josh Carter che si palleggia nelle gambe a 1' dalla fine, diventa fatale per la Dinamo Sassari.

Nessun dramma in casa biancoblu, la sfida di oggi costituiva un importante test e le risposte sono arrivate da tanti giocatori in maglia Dinamo: quattro uomini in doppia cifra per coach Pasquini. Oltre DJO anche Savanovic (11 pt), Lydeka (10) fondamentale pedina in difesa e Stipcevic (10). Domani il gruppo tornerà in Sardegna e martedì i giganti si ritroveranno in palestra per lavorare in vista della sfida con la matricola Brescia e il debutto in Champions League.

Reggio Emilia-Sassari, la sfida continua. Per la prima volta nella stagione 2016/2017 si incontrano le strade di Sassari e Reggio Emilia, ormai un classico della pallacanestro italiana. Sul parquet del PalaDozza Dinamo e Pallacanestro Reggiana si sfidano nell’anticipo della seconda giornata di campionato. Questa sera Brian Sacchetti firma la partita numero 300 in maglia Dinamo Banco di Sardegna.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Johnson Odom, Lacey, Lydeka, Savanovic e Carter, coach Menetti risponde con Aradori, Needham, Lesic, Della Valle e Cervi. Partenza bruciante del Banco che, condotta da Johnson Odom e Lydeka, firma un parziale da 8-2. Della Valle accende la rimonta biancorossa: i padroni di casa siglano il sorpasso ma una fiammata biancoblu chiude 13-16 dopo 10’. Sassari prosegue la sua corsa, trainata da un ispirato DJO, a quota 14 punti e 4 assist dopo il primo tempo. Un break di Lesic accorcia le distanze per Reggio, ma il Banco è in fiducia e sigla il vantaggio in doppia cifra. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 30-42. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa aprono un parziale di 8 punti: protagonista della rimonta è Delroy James, che riporta Reggio a -1. Reazione sassarese con Lacey, Olaseni e Sacchetti. Ma un ispirato Needham conduce in solitaria con 7 punti la Grissin Bon: è suo il canestro della parità. Polonara chiude la terza frazione con il primo vantaggio biancorosso: 59-57. Punto a punto tra le due squadre, De Nicolao esce dalla partita dopo due falli antisportivi. Sassari rimette la testa avanti con Lydeka. Botta e risposta dall’arco tra Gentile e Johnson-Odom: equilibrio totale al PalaDozza. Bomba di Stipcevic, canestro and one di Polonara, Savanovic dalla media: quando inizia l’ultimo giro di cronometro è 78 pari. Nel gioco di nervi del finale ha la meglio Reggio Emilia che dalla lunetta si assicura il vantaggio con Polonara, decisivo nell’ultimo quarto, e Needham: al PalaDozza finisce 86-80.

 

Grissin Bon Reggio Emilia 86 - Dinamo Sassari 80

Parziali: 13-16; 17-26; 29-15; 27-23.

Progressivi: 13-16; 30-42; 59-57; 86-80.

Grissin Bon Reggio Emilia. Aradori 15, Needham 13, Polonara 12, Lesic 9, Della Valle 12, De Nicolao, Strautins, Cervi 4, Gentile 10, James 11. All. Massimiliano Menetti.

Dinamo Sassari. Johnson Odom 24, Lacey 6, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti 5, Lydeka 10, Savanovic 11, Carter 4, Stipcevic 10, Olaseni 10, Ebeling, Monaldi. All. Federico Pasquini.