Il pagellone dell'EA7 nella due giorni di EuroLega: flop Raduljica, top Abass, Gentile e Kalnietis

 di Alessandro Palermo  articolo letto 1165 volte
Il pagellone dell'EA7 nella due giorni di EuroLega: flop Raduljica, top Abass, Gentile e Kalnietis

Le pagelle, i voti, i commenti su questa "due giorni di EuroLega". Due partite opposte, non soltanto per il risultato finale, giocate dall'Olimpia Milano con un piglio diverso. Martedì scorso, a Desio, l'EA7 aveva fatto un'ottima impressione contro il Baskonia. Ieri, alla Kombank Arena di Belgrado, una prestazione scialba e deludente.
Di seguito le pagelle, con il voto ai singoli per entrambe le gare:

MCLEAN
Contro il Baskonia non splende ma non sfigura nemmeno. Sicuramente meglio a Desio che a Belgrado, come tanti altri del resto. Martedì segna 5 punti in 19' scarsi sul parquet, catturando anche 5 rimbalzi. In Serbia non c'è con la testa ed il fallo tecnico di fine primo quarto ne è la prova lampante. 2 stoppate, sì, ma anche 3 miseri punti in 13' di impiego.
vs Baskonia, voto 6
vs Stella Rossa, voto 4.5

GENTILE

Contro il Baskonia - la gara del famoso calcio al cestino negli spogliatoi che gli vale la panchina nel secondo tempo - gioca appena 11' per punizione, interpretadandoli comunque molto bene. Da sfoggio del suo talento, oltre a farsi apprezzare anche in difesa. 11' in campo, 7 punti, 4 falli subiti e 7/8 ai liberi, che non sono niente male per uno che di solito non brilla in lunetta. Contro la Stella Rossa è sicuramente il migliore, uno dei pochi a salvarsi. 25' sul parquet di Belgrado, 14 punti, 5 rimbalzi, 3 palle recuperate ma anche 4 perse. Non brilla, però, al tiro (5/12), questo va detto.
vs Baskonia, voto 6.5
vs Stella Rossa, voto 6/7

HICKMAN

Benino con i baschi, ai quali segna 13 punti in 24'. Male però al tiro (4/11), nonostante il 5/6 ai liberi. Con la Stella Rossa non è mai in partita e sembra più volte spaesato. Tant'è che nel terzo quarto fa infuriare Repesa, con quest'ultimo che gli urla di tutto dopo averlo sostituito con Kalnietis.
vs Baskonia, voto 6.5
vs Stella Rossa 4.5

KALNIETIS

A Desio manda il pubblico amico in delirio, con una gran tripla a 3'' dalla fine del primo quarto. Poi, qualche guizzo e 4 assist per i compagni. Bene anche contro la Stella Rossa, l'unico a meritare la sufficienza piena con Gentile. Alla Kombank Arena molto meglio lui di Hickman, il lituano almeno porta qualche idea in più. 9 punti (4/9 dal campo), 4 assist ma anche 4 perse.
vs Baskonia, voto 6.5
vs Stella Rossa, voto 6.5

RADULJICA

Voigtmann martedì sera se lo mangia, male a Desio ma peggio ancora fa a Belgrado dove gioca il triplo dei minuti (26' contro i 12' col Baskonia). 8 punti, arrivati per grazia di Dio visto il suo pessimo 3/10 da due. 6 rimbalzi e 3 assist, caratteristica non da lui, ma anche palloni buttati (3) e tanta, tantissima mollezza. 2 metri e sedici per quasi 120 chili di fragilità.
vs Baskonia, voto 5
vs Baskonia, voto 4

DRAGIC

Il soldatino di Repesa rispetta gli ordini contro il Baskonia e serve il suo generale con senso di sacrificio. Si sbatte, corre, rincorre, lotta. Contro la squadra spagnola c'è, contro quella serba fatica di più in difesa ma combina qualcosa (poco) in attacco.
vs Baskonia, voto 7
vs Stella Rossa, voto 5.5

MACVAN

Non per niente in forma per questa "due giorni di EuroLega". A Desio 6 punti e 4 rimbalzi, prova nell'insieme sufficiente. In Serbia, nella sua Serbia, l'ex Partizan si vede poco e fatica tanto. Sicuramente, però, c'è chi fa peggio di lui.
vs Baskonia, voto 6
vs Stella Rossa, voto 5

PASCOLO

Troppo poco in campo per giudicarlo: 3' a Desio e zero nella bolgia di Belgrado, dove forse avrebbe meritato di giocare.

SANDERS
Straripante tra le mura amiche del PalaBanco, dove incanta per tutti i 27'. Triple pesanti (3/5) e giocate spettacolari, in Lombardia era risultato l'MVP per distacco, in Serbia non riesce a ripetersi. 19 punti (7/11 dal campo) in casa, 4 in trasferta. Male male a Belgrado, dove delude non poco, ma una stecca dopo 3 partite ad altissimi livelli ci può anche stare.
vs Baskonia, voto 8
vs Stella Rossa, voto 5 -

ABASS

Applauditissimo a Desio, nella casa che fu sua a Cantù. Arrivare all'Olimpia da capitano della squadra più odiata dai tifosi e riuscire a conquistarli non è facile, lui ci è riuscito. Alla grande. Difesa perfetta contro i baschi, malino alla Kombank ma perché splendere in una serata di squadra così buia non è semplice. Gita fuori porta poco fortunata ma nei 12' di Belgrado non fa malissimo, meritava più spazio, rispetto ad altri.
vs Baskonia, voto 7.5
vs Stella Rossa, voto 5/6

SIMON

Cerbottana bloccata (5/11 al tiro), probabilmente lascia quella migliore a Milano. Martedì gioca abbastanza bene, palle perse banali a parte. In terra nemica a mancare è soprattutto il suo talento. 25' in campo, per metà di questi è invisibile.
vs Baskonia, voto 6 +
vs Stella Rossa, voto 5

COACH REPESA

Martedì esce dal campo da eroe, in Serbia l'opposto. Molti tifosi, dopo la disfatta di Belgrado, puntano il dito contro di lui. Ha delle colpe, quali? Ad esempio i 26' concessi a Raduljica, una follia. Oppure Simon in campo 25' e Abass soltanto 12'. Scelte discutibili. Peccato, contro i baschi aveva messo in campo una squadra solida e di carattere, in Serbia però è disfatta sotto tutti i punti di vista.
vs Baskonia, voto 7
vs Stella Rossa, voto 5


Pagelle a cura di Alessandro Palermo