IL PAGELLONE del derby: Macvan e gli spinaci, Wunder Dada, Abass in smoking, Repesa vecchia volpe

 di Alessandro Palermo  articolo letto 1634 volte
IL PAGELLONE del derby: Macvan e gli spinaci, Wunder Dada, Abass in smoking, Repesa vecchia volpe

L'Olimpia Milano batte 79 a 71 la Pallacanestro Varese grazie alla super prestazione di Milan Macvan, eletto MVP del match dai propri tifosi. Di seguito riportiamo le pagelle dello storico derby lombardo, partendo con i voti ai padroni di casa:

​(cliccca QUI per leggere anche le pagelle di Varese)

MCLEAN, voto 7.5
Pur faticando a rimbalzo - soltanto 2 in 21', non da lui - il leone della Savana ruggisce e azzanna anche la vittima Varese. Per lui 13 punti (6/7 da due), 2 super schiacciate e altrettanti assist. La stoppatona su Avramovic nel secondo quarto è la cartolina della sua magnifica partita. Nel quarto successivo decide di esagerare e stoppa ancora il play serbo, volando in cielo. La sua stoppata, però, non viene giustamente convalidata. Coach Moretti le studia tutte per limirarlo ma lui si sbarazza sia di Pelle che di Anosike. GRAFFIANTE.

FONTECCHIO, voto 6
Repesa gli regala 50'', lui riesce anche a trovare la gioia dei primi due punti. Sarebbe un s.v. ma all'esordio in campionato, con la nuova maglia, merita un sei come incoraggiamento. NEW ENTRY.

GENTILE, voto 6/7
Dalle statistiche non si direbbe (3/8 al tiro) ma l'ex capitano dell'Olimpia sembrerebbe aver ritrovato la "sua" mattonella. Arresto e tiro da due pulito e letale, il nativo di Maddaloni sembra tentare questo colpo in maniera sempre più frequente e l'esito lascia ben sperare. Non solo sembra più sicuro nella conclusione ma l'impostazione - tecnicamente - sembra molto più corretta e ben costruita. In 23' abbondanti segna 9 punti, raccoglie 7 rimbalzi e serve 2 assist. A metà del terzo quarto da spettacolo con uno step back irreale, canestro con una mano e +15 (54 a 39). TANTANKA.

HICKMAN, voto 6 -
Siamo più clementi con il voto soltanto perchè viene da un partitone contro il Maccabi, dunque, può starci tirare il fiato contro Varese. In quasi 27' segna soltanto una tripla - chiudendo malissimo al tiro (1/6) - andando fuori per i 5 falli commessi. Soffre la vivacità di Avramovic e per questo non incide in difesa, così come in fase di attacco. Distribuisce comunque sette assist ai compagni, come fosse pane. CHEF.

KALNIETIS, voto 5
Solitamente 3' d'impego sono pochi per giudicare, idem per assegnare un voto. Emblematiche le due palle perse ed il -5 in plus/minus, la valutazione più bassa tra i suoi. FUORI TEMA.

RADULJICA, voto 4
Primo pallone toccato e si becca la stoppatona di Norvel Pelle, forse pensava che tutti i centri della Serie A fossero inferiori a lui. Chiaro, Miro batte Pelle 10 a 0 e nessuno si sogna di paragonare l'uno con l'altro ma il serbo contro certi funamboli fatica, eccome se fatica. Pelle nel primo quarto se lo mangia... oddio forse no, vista la stazza avrebbe fatto indigestione. In 9 minuti e mezzo sul parquet segna soltanto due punti, con un disastroso 1/7 al tiro. A parte i 3 rimbalzi caaturati, pesano le sue 2 palle perse e le 3 stoppate subite proprio da Pelle. Il -5 in valutazione rispecchia a pieno la sua prestazione. HORRIBLE.

DRAGIC, voto 5
Non incide per nulla e coach Repesa fa bene a concedergli pochi minuti (11'), anzi ne gioca pure troppi. Una stoppata e una subita, due punticini, due rimbalzi e due palle perse, per un totale di -3 alla voce "valutazione". Il più piccolo dei Dragic, nato sulle rive del fiume Lubianizza, ha un talento enorme, deve soltanto entrare del tutto nei meccanismi "repesiani". INCOLORE.

MACVAN, voto 7/8
Continua il suo magic moment dopo il partitone di giovedì scorso contro il Maccabi. Sembra aver preso la strada giusta, sperando non si scarichi il navigatore. In 28' sul legno di Assago segna 11 punti con pura maestria (5/7 da due), cattura 9 rimbalzi, "smazza" 3 assist e recupera due palloni. Chiude con 23 di valutazione, la più alta tra i suoi compagni e sui Moretti Boys di Masnago. Peccato, avrebbe meritato la doppia doppia ma con Milan i numeri diventano insignificanti. In sala stampa un collega chiede al generale Repesa cosa dia da mangiare al ragazzone della Sirmia, la risposta chiaramente non arriva ma ci proviamo noi: spinaci, Macvan ha mangiato il barattolo di spinaci di Braccio di Ferro. Solo così si spiega tutto ciò. POPEYE.

PASCOLO, voto 7
In poco tempo è diventato l'idolo del Forum, la partita col Maccabi (esordio in Eurolega) gli ha spianato la strada del successo, meritato. In occasione del canestro del 75 a 62 sembra più un fenicotero che un giocatore di basket, utilizzando una strana tecnica che ricorda un Nowitzki scordinato. 11 punti per il nativo di Udine (5/7 al tiro), 6 rimbalzi ed una stoppata in quasi 20' sul parquet. WUNDER DADA.

CINCIARINI, voto 6
Partita di contenimento, abbastanza insipida. Con Hickman inguaiato per i falli spesi, avrebbe potuto sfruttare meglio l'occasione ed, invece, sul palco dei protagonisti non ci sale. 4 punti e 4 assist in 13' sono ok, il giudizio iniziale è solo per stimolare il giocatore a fare di più. POCO FURBO.

ABASS, voto 7.5
Ingresso fantasmagorico per l'ex icona canturina. Dopo 4' di comparsa nel primo quarto, nel secondo - dove sta in campo per tutti i 10' - si scatena letteralmente segnando 12 punti (2/2 da tre). Tutto a metà del secondo quarto: prima schiacciatone su Pelle - non il primo qualunque - poi tripla, palla rubata, fallo subito da Eyenga per 3 liberi e un'altra tripla nei secondi finali del primo tempo. Il secondo quarto è tutto suo. Al termine, in 22' di utilizzo, segna 15 punti con 5/8 al tiro. SMOKING BIANCO.

SIMON, voto 5 -
Contro Varese ha la cartuccia inceppata (1/4) e non riesce a sparare come al suo solito. Per il croato nato nella culla della Pannonia una gara da dimenticare. SCARICO.

COACH REPESA, voto 7
Vince e convince, dando sempre l'idea di avere pieni poteri sul risultato. Poteva ammazzare prima la partita e chiuderla già all'inizio del quarto periodo, se non addirittura nella terza frazione. Ma, d'altronde, in campo non ci va mica lui. In sala stampa ha rimproverato i suoi proprio per non aver "ucciso" la partita, ci crediamo fino ad un certo punto. Possibile che anche lo stesso Repesa abbia deciso di non forzare troppo, per calibrare le forze in vista del tour de force in Eurolega che lo aspetta. VECCHIA VOLPE.


Pagelle a cura di Alessandro Palermo,
​a breve anche quelle della Openjobmetis Varese.