Final Eight di Coppa Italia, Top&Flop del primo giorno

 di Alessandro Palermo  articolo letto 2470 volte
Foto Facebook BRINDISI
Foto Facebook BRINDISI

La PosteMobile Final Eight di Coppa Italia è ufficialmente iniziata. Una quattro giorni tutta da vivere, da giovedì a domenica sera. Il Day 1 di Rimini ce lo siamo già lasciati alle spalle, nel quale abbiamo visto trionfare le favorite dei due Quarti di Finale. Reggio Emilia e Milano, entrambe vincenti, hanno staccato il pass per le Semifinali. Battute rispettivamente Capo d'Orlando (63-61) e Brindisi (77-75). Due partite equilibratissime, decise soltanto nei secondi finali di partita. Di seguito la Top&Flop del primo giorno, i migliori ed i peggiori di ogni squadra.

Girssin Bon Reggio Emilia-Betaland Capo d'Orlando 63-61
Reggiana, TOP: Amedeo Della Valle
Non una partita eccezionale per il talento di Alba, tuttavia il ricciolino si guadagna meritatamente la palma di migliore in campo. Nel finale, insieme a Kaukenas, trascina i suoi verso una clamorosa rimonta. Sotto di cinque a meno di 2' dal termine, Reggio piazza un parziale di 7 a 0, beffando nel finale i siciliani. Negli ultimi possessi la squadra si affida alle sue mani, caldissime. Nella rimonta infatti Amedeo ci mette una bella firma, con una tripla pesantissima ed un 2/2 ai liberi ancor più pesante, quelli che - di fatto - regalano a Reggio la Semifinale.

Reggiana, FLOP: Jalen Reynolds
In 15' ne combina di tutti i colori: 7 punti e 8 rimbalzi ma anche 4 falli e 5 pesantissime palle perse. Dopo aver preso un antisportivo ed un tecnico, Menetti lo richiama in panchina, dove non riesce a controllare la sua ira. Calci e pugni alla sedia, il suo nervosismo stava per costare carissimo alla truppa biancorossa.

Orlandina, TOP: Dominique Archie
Un Archie sontuoso non basta a Capo d'Orlando. Negli ultimi minuti di partita si carica la squadra sulle spalle, portandola sul +6 al 35'. Nel giro di pochi secondi piazza una schiacciata e, nella stessa azione, una stoppatona dall'altra parte del campo. Gesto atletico clamoroso, che ridicolizza Cervi lanciato in contropiede. Nel finale mette a segno anche una tripla importante, illudendo i propri tifosi. Chiude con 14 punti (6/9 dal campo), 5 rimbalzi, 3 palle recuperate, 2 assist, 2 stoppate e 23 di valutazione. Se l'Orlandina avesse passato il turno, probabilmente a Messina avrebbero fatto costruire una statua in suo onore.

Orlandina, FLOP: Mario Delas
Difficile trovarne uno, Capo d'Orlando gioca una gran partita. Tuttavia Delas, nonostante i 10 punti e gli 8 rimbalzi, non trova le giuste misure, faticando al tiro dall'inizio alla fine. 3/13 dal campo e 3 palle perse fanno di lui il peggiore in campo ma, fosse una pagella, sarebbe un cinque e mezzo, nulla di grave.

EA7 Emporio Armani Milano-Cantine Due Palme Brindisi 77-75
Olimpia, TOP: Milan Macvan
Strappa la nomina del Man of the match a Rakim Sanders, grazie alla prodezza allo scadere che manda in paradiso l'EA7. Canestro decisivo a parte, chiude comunque con un buon bottino da 11 punti e 7 rimbalzi.

Olimpia, FLOP: Simone Fontecchio
Dopo un inizio di 2017 da sogno, il pescarese fa cilecca alla prima giornata di Coppa Italia. Avrà comunque modo e tempo per rifarsi contro Reggio Emilia, dove potrebbe essere decisivo nella sfida a distanza con Della Valle. Siamo sicuri che contro Brindisi ha semplicemente trovato la classica "serata no". Capita, specialmente a 21 anni.

Brindisi, TOP: Daniel Donzelli
Dovremmo dire tutti ma, di migliore in campo, dobbiano dirne soltanto uno. M'Baye dà a Sacchetti punti (15) e rimbalzi (9) ma Donzelli regala al popolo biancoazzurro un sogno, che per poco non diventa realtà. I pugliesi sfiorano il colpaccio, per poco non buttavano fuori dal torneo la favorita numero uno. Una prova di squadra meravigliosa ma Donzelli è quasi commovente, eroico. La dimostrazione che nel basket i punti non sono tutto, soltanto 5 al termine ma una grinta che i giocatori di Milano se la possono soltanto sognare. 4 palle recuperate e 7 rimbalzi, la ciliegina però resta l'assist dietro la schiena per la schiacciata di Carter.

Brindisi, FLOP: Marco Cardillo
Il capitano soffre tanto in difesa e, con lui, la squadra. Il -19 di plus minus dice tutto, i zero punti in 13' anche. Ma dopo una partita così, Brindisi è promossa a pieni voti, uno però dovevamo sceglierlo per forza.

A cura di Alessandro Palermo,
Inviato da Rimini