EuroLega: Milano combatte troppo tardi, vince il Bamberg

 di Alessandro Palermo  articolo letto 3324 volte
EuroLega: Milano combatte troppo tardi, vince il Bamberg

La solita EA7: bruttissima per metà gara, bella e cattiva nell'altra metà. Ma non basta. Il copione visto in Milano-Bamberg è molto simile a quello di  settimana scorsa, dove la Stella Rossa mise in ridicolo la squadra di coach Jasmin Repesa per 20' abbondanti. Come sette giorni fa, l'Olimpia parte malissimo (sotto anche di 18), salvo poi riprendersi nel secondo tempo. La truppa milanese chiude sotto 50 a 36 all'intervallo, meritando qualche fischio del Forum. A cavallo del terzo e quarto periodo, la reazione: Pascolo (7) dà speranza ai suoi, mentre Raduljica (19) gioca probabilmente la sua miglior partita della stagione. Hickman (20) sbaglia tanto in cabina di regia ma è l'uomo della rimonta, con le sue fiammate da oltre l'arco (5/10) l'Olimpia ricuce lo strappo, senza però completare la mission. Finisce 84 a 76 per il Bamberg, Nicolò Melli - grande ex della partita - chiude con 9 punti a referto e 8 rimbalzi. Decisive le percentuali da tre punti (31% contro il 48% dei tedeschi) e le assenza in casa EA7. Di seguito la cronaca completa del match:

(Per leggere anche le pagelle clicca QUI)

QUINTETTI
MILANO: Cinciarini, Hickman, Abass, Macvan, Raduljica
BAMBERG: Causeur, Zisis, Staiger, Melli, Veremeenko

PRIMO QUARTO
​Settore ospiti tutto esaurito, ottima la risposta del tifo tedesco, giunto a Milano per supportare la squadra di coach Trinchieri. L'Olimpia parte bene con il 2/2 ai liberi di Abass e con il canestro di capitan Cinciarini. Gioco da tre punti di Raduljica, il quale segna due punti più libero aggiuntivo: 7-2 al 3'. Assist schiacciato di Hickman per Raduljica, ottima azione dell'EA7. Tripla dall'angolo di Causeur, il Bamberg ribalta tutto. Altra bomba sganciata dagli ospiti, Steiger realizza il +8 (9-17) che costringe coach Repesa a chiamare time out. I tedeschi si portano addirittura sulla doppia cifra di vantaggio, Lo e Melli (dalla lunetta) fissano lo score sul 21-9 a favore del Bamberg. Hickman prova a scuotere Milano ma la sua penetrazione viene cancellata dalla stoppata di Lo. Altro time out di Repesa, ancora Lo scatenato e +15 per gli ospiti. Nell'ultimo minuto Kalnietis prima e McLean poi, rendono il primo parziale meno drammatico: 14-29 al 10', Olimpia senza identità.

SECONDO QUARTO
​Pascolo vende cara la pelle, Milano prova a ricucire lo strappo ma Theis allunga per il Bamberg, 19-35 al 13'. Abass risponde a Nikolic, l'EA7 prova a restare a galla ma gli ospiti continuano a tirare bene dai 6,75. Brose scatenato anche nel pitturato, Miller vola in cielo per la schiacciata del 40 a 24. Staiger punisce ancora l'Olimpia da tre, mentre Radosevic segna il canestro numero 50 dalla lunetta (1/2). Milano sprofonda nel -21. Hickman non ci sta, due canestri consecutivi dell'ex Fenerbahce ricuciono lo strappo - si fa per dire - fino al 36-50 dell'intervallo. Alla pausa lunga 8 punti per McLean e 7 per Hickman, dall'altra parte 11 per Causeur e 7 di Lo.

TERZO QUARTO
Pronti, via: tripla senza ritmo di Cinciarini, il capitano biancorosso suona la carica. Macvan lotta a rimbalzo, l'Olimpia sembra rientrata in campo con l'atteggiamento giusto. Lo scarto, però, resta corposo con Theis che realizza il +18 al 24' (38-56). Fallo antisportivo fischiato a Macvan, dopo il tentativo di fuga di Causeur in contropiede. Pascolo guida la reazione dell'Olimpia, canestrone dell'ex Trento e -14. Lo stesso Pascolo perde un banale possesso nell'azione successiva ma è ancora lui a graffiare a rimbalzo, conquistandosi un viaggio in lunetta. Milano torna a crederci, due bombe consecutive di Hickman portano i padroni di casa fino al -11, c'è speranza. Kalnietis si prende la tripla del potenziale -8 ma il suo tiro si spegne sul ferro, McNeal dall'altra parte fa 1/2 ai liberi. 52-64 al 30'.

QUARTO QUARTO
​In avvio il Forum ritrova l'entusiasmo grazie a Raduljica e Pascolo, ancora Pascolo. Il primo realizza il piazzato del -10, mentre il secondo rifila una stoppata ai tedeschi che gasa tutto il pubblico di casa. Boato di Assago, time out Trinchieri. Raduljica show, come mai in stagione, la platea biancorossa gli tributa un'ovazione dietro l'altra. Il centro serbo lotta finalmente a rimbalzo, dopo le tante critiche ricevute nell'ultimo periodo. Tripla di Kalnietis e Olimpia a 3 possessi di distanza, 57-66 al 32'. Poco dopo quarto fallo per Hickman, con ancora 6' abbondanti da giocare. Veremeenko sbaglia un facile tap in, prima di perdersi Raduljica in difesa. L'ex Panathinaikos segna 4 punti consecutivi, strappando altri meritatissimi applausi. Theis veste i panni del guastafeste, il tedesco fa 2/2 in lunetta riportando gli ospiti avanti di dieci. McNeal, in contropiede, fissa lo score sul 61-73 al 35'. Ancora Theis, a vanificare la bomba di Hickman. Il lungo del Bamberg schiaccia indisturbato ma l'EA7 è fortunata a segnare con Kalnietis, rimasto dall'altra parte del campo per una caduta contro i cartelloni pubblicitari. Il lituano realizza il -8 (67-75), poco dopo Cinciarini ha addirittura la possibilità di portare l'EA7 a due soli possessi di distanza ma il capitano milanese fa 0/2 ai liberi. E' ancora Raduljica la rockstar di Milano, il serbo continua ad esibirsi al Forum tra lo stupore e la gioia dei tifosi locali. L'Olimpia accorcia fino al -5 ma Causeur spezza i sogni di gloria, realizzando la tripla del +8 Bamberg (72-80 ad 1' e 40'' dal termine). Finisce 76 a 84, Bamberg corsaro.

​L'MVP secondo Pianetabasket.com: Fabien Causeur (BAMBERG)
​17 punti (6/8 dal campo), 8 rimbalzi e 23 di valutazione. Numeri a parte, è lui a segnare i canestri più pesanti.


TABELLINO
​Olimpia Milano-Brose Bamberg 76-84
(14-29, 22-21; 16-14, 24-20)
MILANO: McLean 8, Hickman 20, Kalnietis 8, Raduljica 19, Macvan 1, Pascolo 7, Lagana n.e., Giardini n.e., Cinciarini 9, Abass 4. All. Repesa
BAMBERG: Causeur 17, Melli 9, Zisis 4, Nikolic 5, Staiger 6, Theis 8, Lo 7, Veremeenko 0, Miller 7, McNeal 12, Heckmann 0, Radosevic 9. All. Trinchieri


Cronaca a cura di Alessandro Palermo,
​Inviato a Milano