EuroLeague – Wanamaker domina l'overtime e il Fenerbahce supera un'orgogliosa Olimpia Milano

Micov segna la tripla che porta Milano all'overtime, ma Wanamaker (16 punti) sale in cattedra nei minuti decisivi e il Fenerbahce sbanca il Forum d'Assago
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 1916 volte
EuroLeague – Wanamaker domina l'overtime e il Fenerbahce supera un'orgogliosa Olimpia Milano

Assago (MI). Dopo un primo tempo equilibrato, il Fenerbahce mette le marce alte nel terzo quarto e prova ad archiviare la pratica in anticipo (+10 al trentesimo minuto). Milano, alla sua prima gara casalinga in EuroLeague, mostra però un orgoglio notevole e completa una rimonta che fa saltare di gioia il pubblico del Forum. Nel finale, Micov segna la tripla del pareggio con 7 secondi sul cronometro e Wanamaker sbaglia il potenziale arresto e tiro della vittoria. Ma l’ex giocatore di Pistoia e Bamberg, nel corso dell’overtime, si fa perdonare con tre canestri da fuoriclasse che spezzano le gambe ai padroni di casa. Vince il Fenerbahce 92-86 con Sloukas come miglior realizzatore (17 punti, 7/10 al tiro); brilla anche l’azzurro Gigi Datome, autore di 16 punti conditi da 7 rimbalzi e 3 assist. Tra gli uomini di coach Pianigiani spiccano le prove di M’Baye (16 punti), Theodore (15 punti e un paio di ottime difese nell’ultima frazione), Bertans (16 punti con tre triple) e il già citato Micov (15 punti).

 

IL PRIMO QUARTO - Guduric (4 punti) e M'Baye (6 punti con due triple) sono i protagonisti dell'avvio di gara. Vesely schiaccia il 6 pari, poi Sloukas si alza dall'arco e un ispirato M'Baye risponde con la terza ''bomba'' della sua partita. Datome entra nel match con 7 punti consecutivi che regalano il +4 ai turchi con 3'30'' sul cronometro della prima frazione. L'ex di turno Melli, dall'arco e in tap-in, mette in difficoltà i biancorossi, quindi Wanamaker schiaccia in transizione e Goudelock fa centro dalla lunga distanza per il -2 Olimpia (21-23) dopo 10'. 

IL SECONDO QUARTO - Milano pareggia a quota 25 con un 2/2 di Goudelock e un canestro dalla media di Bertans. Ancora Goudelock replica alla schiacciata di Vesely (spenderà poco dopo il suo terzo fallo) e l'Olimpia dimostra di essere dentro la partita anche difensivamente. Quindi l'Armani Exchange mette la testa avanti con due liberi di Gudaitis e un preoccupato coach Obradovic chiama i suoi a raccolta con 5'46'' sul cronometro della frazione. La musica, però, sembra non cambiare, con i milanesi che alzano il ritmo offensivo e toccano il massimo vantaggio: +5  sul 34-29 grazie a una tripla in transizione di Bertans. Poi Thompson prova a scuotere i suoi con due canestri da sotto, il Fenerbahce recupera terreno con un break di 4-0 e il punteggio all'intervallo dice 38-37. 

IL TERZO QUARTO - La gara continua ad essere equilibrata nei primi due minuti della frazione (bene Micov con due canestri). Poi Thompson si fa fischiare contro un fallo tecnico e Milano rimane avanti. Il pubblico meneghino protesta per via di alcune scelte arbitrali, l'atmosfera si scalda ma i turchi non si fanno intimorire: break di 4-0 di Datome e Melli, +4 a circa metà quarto. Quindi Sloukas segna una tripla importante, il Fenerbahce ha sempre più fiducia e Datome realizza un'altro tiro da tre per il +7 Istanbul. A questo punto Cusin stoppa Duverioglu, Theodore scrive due ma Sloukas spegne l'entusiasmo biancorosso con un floater e una ''bomba'' da leader (+8 Fenerbahce). È di Datome il colpo del +10, Sloukas penetra dopo i liberi di M'Baye e i campioni d'Europa conducono sul 54-64 alla fine del terzo periodo. 

 

 

 

IL QUARTO QUARTO - Kalnietis ridà speranze a Milano (-7) con una “bomba” dall’angolo. Il Fenerbahce non capitalizza nonostante un paio di ottime azioni difensive, quindi Gudaitis ne approfitta e accorcia a -6 dalla lunetta. Bertans risponde al guizzo di Nunnally con una tripla, l’Olimpia recupera palla e la partita è riaperta con 6’ sul cronometro dell’ultima frazione. Wanamaker, a questo punto, fa centro dall’arco in un momento chiave della gara (+8 Istanbul), Gudaitis trema dalla lunetta e Sloukas realizza in step-back per il 65-74 a 3’40’’ circa dalla fine. La gara sembra già chiusa con la tripla di Melli, ma Bertans si alza dall’arco per il -6 Olimpia e Theodore firma il 73-77 dopo aver recuperato palla: Milano non muore mai. Quindi l’inerzia è tutta dei meneghini anche grazie a M’Baye, che penetra e ricuce a -2: timeout chiamato da Obradovic a 1’17’’ dal termine. Theodore risponde all’and-one di Melli, i turchi buttano via la palla sulla rimessa e Micov mette l’incredibile tripla del pareggio (7’’ sul cronometro) a quota 80 che fa esplodere il Forum. Wanamaker, infine, sbaglia il potenziale arresto e tiro della vittoria: overtime!

L’OVERTIME – Micov ha fiducia e risponde ai liberi di Vesely, Theodore penetra per il +2 biancorosso e Vesely pareggia immediatamente a quota 84. Il Fenerbahce muove bene la palla e Wanamaker mette una tripla comoda; è ancora l’ex giocatore di Pistoia a ferire l’Olimpia, questa volta però con l’and-one del +6 Istanbul a meno di 2’ dalla fine. A questo punto, Milano non ha più fiato e smette di muovere la palla: Theodore, infatti, forza e sbaglia una penetrazione potenzialmente importante. Wanamaker è indiavolato e realizza un altro canestro dopo il viaggio in lunetta di Gudaitis: vincono gli ospiti 92-86.