EuroLeague - Milano supera il Bamberg grazie a una travolgente rimonta nel quarto periodo

Milano rimonta con un parziale di 19-0 nel quarto periodo: il Bamberg cade al Forum 71-62
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 2333 volte
EuroLeague - Milano supera il Bamberg grazie a una travolgente rimonta nel quarto periodo

Sembrava mettersi male per Milano, sotto di otto lunghezze sia all’intervallo lungo che alla fine del terzo quarto. Nel quarto periodo, però, il Bamberg butta via quattro o cinque palloni banali, l’Olimpia alza il ritmo e un ispirato Kalnietis (10 punti, 7 rimbalzi e 3 assist) inizia a bucare la retina da ogni posizione. Il parziale della rimonta meneghina è di 19-0, i tedeschi non reagiscono e Jerrells (12 punti, 4 rimbalzi e 4 assist) realizza la tripla della staffa: vince la truppa di coach Pianigiani, che conquista la sua seconda vittoria consecutiva in EuroLeague. Un successo rilevante per la classifica (da ultimi a tredicesimi con un record di 3-5), la fiducia e gli applausi di un pubblico molto deluso fino al termine della scorsa settimana. L’Armani Exchange mette la firma sulla partita nonostante le difficoltà al tiro (16/44 da due e 6/18 da tre), sintomo dell'ottima difesa mostrata dalle Scarpette Rosse dopo il trentesimo. Agli ospiti, privi dell’infortunato Hackett, non bastano i 12 punti di Wright e gli 11 punti di Nikolic. Contando anche i momenti chiave del match di Valencia, i milanesi hanno sempre vinto in EuroLeague senza Goudelock, spesso troppo individualista in fase offensiva: tre indizi che fanno una prova?

 

IL PRIMO QUARTO - M'Baye apre la gara con una tripla,  Tarczewski stoppa Lo, Nikolic segna da tre e Mitrovic scrive 2 in semigancio. Poi Thedoore si alza dall'arco, l'ex di turno Radosevic realizza dalla media e Tarczewski, in tap-in con il fallo, sblocca l'attacco meneghino dopo tante azioni di siccità. Quindi Radosevic schiaccia per il nuovo vantaggio Bamberg (8-9 a metà frazione), Nikolic buca la retina dalla lunga distanza e M'Baye firma l'and-one del -2. Gli ospiti rimangono avanti con i liberi di Hickman e Zisis, Kalnietis serve la bimane di Gudaitis, Theodore perde un'altra palla banale e il primo quarto termina con l'Olimpia sotto 13-16. 

IL SECONDO QUARTO - Jerrells segna il primo canestro della sua gara, Wright risponde subito, M'Baye scrive 2 in penetrazione e Zisis sigla il nuovo +4 Bamberg. A questo punto, Milano prende fiducia con il canestro su rimbalzo offensivo di Pascolo e la schiacciata in transizione di Gudaitis: 23-23 a 5'16'' dalla fine della frazione, timeout Trinchieri. In uscita, Pascolo ruba palla e permette a Cinciarini di andare in lunetta per il vantaggio milanese, ma Lo e Taylor salgono in cattedra e il Bamberg torna con la testa avanti (25-30) grazie a un break di 9-0. L'attacco dei padroni di casa è fermo, la difesa scende di livello e Taylor buca la retina dall'arco (+8). 27-35 per la truppa di coach Trinchieri all'intervallo. 

IL TERZO QUARTO – Jerrells serve la schiacciata di Tarczewski, Zisis replica e un orgoglioso Jerrells segna da tre senza ritmo per il -5 Olimpia. La difesa del Bamberg, nell’azione successiva, permette a Tarczewski di portarsi a casa il ferro indisturbato e il Forum si riaccende con l’Armani Exchange sotto 34-37. Poi Theodore penetra e annulla la gita in lunetta dei padroni di casa, Jerrells sigla un difficile sottomano e Tarczewski mette i liberi del -1. M’Baye, però, si mangia un canestro facile e Zisis approfitta del mancato rientro biancorosso per scrivere 2 in contropiede, quindi Nikolic appoggia la palla al vetro e i tedeschi riprendono l’inerzia a metà frazione circa. A questo punto, le due “bombe” consecutive di Wright fanno volare gli ospiti sul 40-49: timeout obbligatorio chiamato da coach Pianigiani. L’Olimpia continua a sbagliare canestri facili da sotto e a prendersi tiri senza circolazione di palla. Di conseguenza, i ragazzi di coach Trinchieri rimangono abbondantemente avanti con Rubit da sotto e il punteggio al trentesimo minuto è fermo sul 43-51 per il Bamberg.

IL QUARTO QUARTO – Pascolo riaccende il Forum, ma Nikolic segna da tre sulla sirena dei 24’’ per il +9 Bamberg. I tedeschi raggiungono la doppia cifra di vantaggio (46-57 a 7’30’’ circa dalla fine) grazie all’arresto e tiro frontale di Hickman, poi Pascolo accorcia e Jerrells si alza dall’arco (-6) dopo una banale palla persa di Zisis. I decibel e la tensione aumentano all’improvviso, con Gudaitis che ricuce a -4 (5’30’’ dal termine del match) per la gioia del pubblico casalingo. Quindi l’Olimpia recupera un altro pallone, Kalnietis realizza la tripla del -1 e gli ospiti buttano via il terzo possesso nel giro di poche azioni. L’inerzia è tutta di Milano: Kalnietis sigla il colpo che permette ai suoi di volare in vantaggio, i biancorossi vanno a +3 dalla lunetta e un indiavolato Kalnietis fa di nuovo centro dalla lunga distanza (63-57 a 2’30’’). Il parziale meneghino cresce fino al 19-0 in seguito al canestro di Cinciarini, Radosevic fa 2/2 e il solito Jerrells ipoteca il match con la “bomba” del +9 milanese. La gara è chiusa da Gudaitis, che non sbaglia dalla linea della carità (+10 con 30’’ sul cronometro). Trionfano i padroni di casa 71-62.

 

EuroLeague, Round 8: AX Armani Exchange Olimpia Milano - Brose Bamberg 71-62 (13-16, 14-19, 16-16, 28-11)

Milano: Micov 0, Pascolo 6, Kalnietis 10, Tarczewski 12, Cinciarini 5, Cusin n.e., M'Baye 8, Theodore 7, Jefferson n.e., Bertans 0, Jerrells 12, Gudaitis 11.

Bamberg: Hackett n.e., Hickman 3, Wright 12, Zisis 7, Nikolic 11, Staiger 0, Mitrovic 2, Lo 5, Rubit 9, Heckmann n.e., Radosevic 6, Taylor 7.