EuroLeague – Il Maccabi Tel Aviv passeggia contro una Milano atleticamente e tatticamente in difficoltà

Il Maccabi batte l'Olimpia 79-68 dominando senza troppi problemi. L'MVP è Tyus con 12 punti e 15 rimbalzi (8 offensivi); bene anche Thomas con 14 punti e 8 rimbalzi.
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 2671 volte
EuroLeague – Il Maccabi Tel Aviv passeggia contro una Milano atleticamente e tatticamente in difficoltà

Dura poco più di un quarto l’incontro tra i padroni di casa del Maccabi e gli ospiti di Milano, chiamati a reagire dopo la pesante ma fisiologica sconfitta di domenica scorsa a Sassari. Tel Aviv brilla con una difesa insuperabile, domina a rimbalzo (44-26 il bilancio totale, 18-3 per quanto riguarda quelli in attacco) e scappa nel secondo periodo grazie specialmente alla mostruosa intensità di Tyus. L’ex centro di Cantù segna 12 punti, cattura 15 rimbalzi (8 offensivi) e cancella Jefferson con una stoppata che potrebbe finire nella Top 10 delle giocate stagionali dell’EuroLeague. La penultima frazione è quella del definitivo K.O. milanese, con gli israeliani che toccano addirittura il +20 sul 60-40. Un preoccupante passo indietro per la truppa di coach Pianigiani, che giovedì prossimo non potrà permettersi un altro insuccesso contro Kaunas (al Forum). Da segnalare le prestazioni di Kane (12 punti), Thomas (14 punti e 8 rimbalzi) e Cole (10 punti, 8 assist e 3 recuperi). Tra i lombardi si salvano Bertans (13 punti) e Gudaitis (11 punti e 5 rimbalzi); male Theodore con 2 punti (1/7 dal campo) e 5 palle perse.

 

IL PRIMO QUARTO - Il Maccabi parte bene ed è avanti 6-3 grazie ai 4 punti di Parakhouski (commetterà il suo secondo fallo poco dopo) e alla penetrazione di Jackson. Il primo canestro dal campo milanese è una schiacciata di Tarczewski su assist di Micov, poi Roll scrive 2 e ancora Tarczewski brilla con una stoppata e un altro canestro. L’Olimpia fa tanta fatica al tiro ma rimane a contatto anche grazie alla schiacciata di M’Baye (10-9 a 3’ dalla fine della frazione), Tyus realizza e Goudelock replica in penetrazione bruciando il difensore. Infine, Cole serve la bimane del +4 di Tyus, Theodore sbaglia sulla sirena e il primo quarto termina con i padroni di casa avanti 18-14.

IL SECONDO QUARTO - Il Maccabi tocca il +7, Gudaitis prova a scuotere i suoi con una schiacciata, Cole serve un assist al bacio per Kane e ancora Gudaitis scrive 2. A questo punto, Kane realizza un 2+1 importante e Tyus cancella Jefferson con una splendida stoppata: 25-18 per gli israeliani e coach Pianigiani costretto a chiamare timeout. Tel Aviv continua a dominare a rimbalzo d’attacco e vola a +9 (27-18) sulle ali di un indiavolato Tyus, poi Thomas segna poco dopo in layup (31-18) e l’Armani Exchange (7/25 al tiro) è il balìa degli avversari. La prima tripla della gara milanese è di Bertans, Thomas risponde e di nuovo Bertans buca la retina dall’arco: 33-24. Quindi Tyus cattura il suo sesto rimbalzo offensivo e realizza, Goudelock accorcia a -9 e Cole segna in transizione sfruttando la palla persa di Theodore. Kalnietis si iscrive alla gara, Segev permette a Tel Aviv di ritornare in doppia cifra di vantaggio e i meneghini sono sotto di 10 lunghezze (39-29) all’intervallo.

IL TERZO QUARTO – Roll sigla il +12 con una tripla dall’angolo, Micov replica immediatamente, Jackson segna l’and-one del 45-32 e di nuovo Micov mantiene viva Milano. Roll, però, realizza un’altra “bomba” (+14 Tel Aviv), l’Olimpia perde palla e il Maccabi fugge sul +16 con Jackson. Gli israeliani difendono in modo divino, sporcano ogni pallone e Kane scrive 2 in contropiede; poi Bertans accorcia e Kane, dopo il guizzo su rimbalzo offensivo di Thomas, porta i giallo-blu a +18 sfruttando la palla persa di Kalnietis. L’Armani Exchange pare arrendersi a poco meno di 3’ dalla fine del periodo, con Parakhouski che mette due canestri ravvicinati per il 60-40. Il terzo quarto termina 60-42 per i padroni di casa.

IL QUARTO QUARTO – Micov prova a scuotere i suoi con una tripla, ma la difesa biancorossa permette a Cole di segnare dopo un coast-to-coast. Quindi Kane riporta il Maccabi a +20, Goudelock buca la retina dall’arco e ancora Kane appoggia la palla al vetro. Dopo tre liberi di Bertans, una “bomba” di Kalnietis e un antisportivo di Thomas, l’Armani Exchange mostra un debole segnale di vita per accorciare a -14. Nel finale, gli ospiti rosicchiano altri punti e l’incontro termina sul 79-68 per i giallo-blu.

 

EuroLeague, round 5: Maccabi Fox Tel Aviv – AX Armani Exchange Olimpia Milano 79-68 (18-14, 21-15, 21-13, 19-26)

Tel Aviv: Thomas 14, Roll 8, Kane 12, Tyus 12, Dibartolomeo 0, Cohen DNP, Segev 3, Cole 10, Bolden 0, Parakhouski 10, Zoosman 0, Jackson 10

Milano: Goudelock 10, Micov 8, Kalnietis 8, Tarczewski 10, Cinciarini DNP, Cusin DNP, Abass DNP, M’Baye 6, Theodore 2, Jefferson 0, Bertans 13, Gudaitis 11.

Tiri da due: Maccabi 33/64, Olimpia 17/37. Tiri da tre: Maccabi 2/12, Olimpia 7/24. Tiri liberi: Maccabi 7/13, Olimpia 13/15. Rimbalzi: Maccabi 44, Olimpia 24. Assist: Maccabi 17, Olimpia 14.

Arbitri: Hierrezuelo (Spagna), Ryzhyk (Ucraina) e Difallah (Francia)

Spettatori: 10.600