Enel Brindisi: buona la prima!

La prima partita del campionato di Lega A di basket versione 2016/17 vede la squadra del Presidente Marino imporsi in casa.
 di Dario Recchia  articolo letto 768 volte
Enel Brindisi: buona la prima!

Una partita sicuramente indecifrabile prima della palla a due tra l’Enel basket Brindisi e la Dolomiti Energia Trentino. Due compagini tanto rinnovate rispetto allo scorso campionato anche se, in casa Trento, la guida tecnica di coach Buscaglia che bene ha fatto in questi anni è rimasta la stessa. Tanti i punti di domanda in casa Enel: si voleva vedere all’opera in campionato la squadra che aveva balbettato e non poco durante i tornei di preparazione cosi come si voleva vedere l’impatto dei 3 rookie (English, Moore e Carter) nel campionato italiano. Infine, ma non per ultimo, si dovevano capire le condizioni fisiche di Kris Joseph, ala con talento cristallino, mai visto all’opera prima per via di un infortunio alla caviglia dopo pochi giorni di preparazione.

E’ venuta fuori una partita divertente nonostante il punteggio basso ed i tanti errori da ambo le parti frutto anche dell’orario del match (ore 12 con diretta su skysport 1 HD). Trento parte meglio nel primo periodo portandosi avanti anche di sette lunghezze sul 7-14 grazie alle giocate di Jefferson e Baldi Rossi. Sono proprio i rimbalzi degli ospiti(4-11 nel periodo) che portano avanti nel punteggio 14-20 i ragazzi di coach Buscaglia alla fine del primo periodo nonostante un entrata in terzo tempo di English con fallo a ridurre il vantaggio dei primi dieci minuti.

Bene l’Enel nel secondo periodo: Agbelese fa la voce grossa in difesa  che permette ai suoi compagni di distendersi meglio anche in attacco. Spanghero, facendo rifiatare  il play titolare Moore fa quello che gli viene meglio ossia il tiro da fuori e porta avanti per la prima volta Brindisi sul 26-24 dopo 15 minuti. Jefferson, per gli ospiti, si prende un puerile tecnico ed i locali pero’ non ne approfittano. Al riposo lungo le squadre chiudono sul 32-31.

Dopo la pausa lunga è il brindisino M’Baye a mettere sul terreno di gioco il suo talento. Nove punti determinati che segnano un solco abbastanza importante tra le due squadre. Light , per Trento ed una zona schierata da Buscaglia non riescono a mettere la museruola ai padroni di casa. Infine, quasi allo scadere del tempo, è sempre il solito Spanghero che con una tripla manda tutto all’ultimo riposo sul 53-44.

Ultimo periodo con maggiore atletismo da parte delle squadre. Trento prova a rientrare in partita ma sono proprio i salentini ad allungare ulteriormente. Agbelese, dopo 3 minuti, affonda una gran schiacciata mandando in visibilio il Palapentassuglia (58-47) mentre ancora Light (17 punti finali ) a metà periodo riporta Trento sul meno 10 (60-50). Le squadre sono stanche ed un disperato tentativo di pressing della Dolomiti non porta risultati significati. L’Enel pero’ ci mette del suo con alcuni errori banali e ci pensa Scott, con una giocata di energia pura e due tiri liberi nel finale a chiudere la gara sul 69-61.

L’Enel vince quindi la sua prima partita di campionato. Una vittoria che vale piu’ dei due punti in palio. Un ciclo nuovo, una squadra nuova, un nuovo modo anche di giocare a basket chiedono pazienza che non sempre i tifosi riescono ad avere. Ecco quindi che, oltre alla classifica che muove già i primi passi, questa vittoria in casa da tranquillità e serenità a tutto l’ambiente a la possibilità di lavorare meglio la prossima settimana.  Per la Dolomiti invece un esordio difficile in un campo sempre caldo e difficile. Partita non facile ma, come il buon Buscaglia sa, è da queste partite che si deve partire per provare ad avere quella durezza mentale necessaria per affrontare al meglio difficile campionato di Lega A.

 

Enel Brindisi – Dolomiti Energia Trento 69-61 (14-20, 18-11, 21-13, 16-17)

Brindisi: Agbelese 10, Scott 15, Carter 6, English 5, Fiusco n.e., Cardillo 0, Moore 6, Donzelli 0, M’Baye 17, Joseph 3, Sgobba n.e., Spanghero 7. All. Sacchetti

Trento: Craft 9, Jefferson 10, Baldi Rossi 9, Moraschini 0, Forray 2, Flaccadori 6, Gomes 5, Hogue 3, Lighty 17, Lechthaler 0. All. Buscaglia

Arbitri: Mazzoni, Di Francesco, Attard

 

FOTO: Vincenzo TASCO