NBA - Miami Heat: quando Riley scelse Beasley e scartò Westbrook

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 740 volte
NBA - Miami Heat: quando Riley scelse Beasley e scartò Westbrook

"La storia non si riscrive" ha detto recentemente Erik Spoelstra a proposito del draft 2008. Che nel ricordo di David Fizdale, a quell'epoca assistente agli Heat, suona così: "Questo non è per criticare Bease (Michael Beasley), ma a Las Vegas, abbiamo dovuto farlo alzare dal letto per poter vederlo allenarsi. E Russell Westbrook era già nella stessa stanza da due ore, pieno di sudore. Cercavamo di capire: 'Scherzi a parte, questo ragazzo è davvero così?' E Westbrook ha continuato per un'ora alla stessa velocità con cui si vede giocare oggi. "

Al draft 2008 Pat Riley scelse Beasley e scartò Russell Westbrook. La storia la conosciamo tutti: Westbrook è diventato leader dei Thunder e recordmen della NBA; Beasley sta cercando di ricostruire una carriera ai Bucks dopo l'esilio cinese. Sliding doors, come ha detto Erik Spoelstra al Miami Herald: "Se avessimo preso Russell, chissà se due anni dopo LeBron James e Chris Bosh sarebbero venuti a giocare con noi... chiudendo una porta, se ne possono aprire altre".