Fratelli Gallinari in diretta Facebook, Danilo: «Playoff? Temo Portland»

 di Alessandro Palermo  articolo letto 13927 volte
foto THE BASKETBALL POST
foto THE BASKETBALL POST

Ieri sera - mentre mezza Italia era davanti al televisore per seguire il match di Champions League tra Napoli e Real Madrid - Danilo e Federico Gallinari, si sono sfidati a colpi di XBox. I calciofili avevano occhi soltanto per il San Paolo: Dries Mertens contro Cristiano Ronaldo, i fans della palla a spicchi invece erano tutti sulla pagina degli amici di The Basketball Post.

Intorno alle ore 22.00, proprio mentre il Napoli incominciava a subire la rimonta dei madrileni, i fratelli Gallinari hanno dato vita ad una diretta Facebook molto divertente e coinvolgente. Danilo, milanista sfegatato, ha sfidato il fratello minore al viedogame FIFA, giusto per rimanere sul tema della serata. Un derby milanese, tra due milanesi. Inter vs Milan, Federico contro Danilo. La diretta su The Basketball Post ha raggiunto oltre 10.000 utenti, in meno di un'ora. Il video - che ad oggi conta quasi 3.500 visualizzazioni - ha riscosso molto successo tra gli appassionati NBA ma non solo. Sì, perché anche se la partita era tra due squadre di calcio, il LIVE è stata l'occasione giusta per fare delle domande interessanti alla stella dei Denver Nuggets e della Nazionale italiana. Si è giocato a calcio ma i 57 minuti abbondanti di diretta sono stati, chiaramente, a sfondo cestistico. Tante domande dei fans, alcune molto divertenti come: "Quale è stato l'avversario più difficile da marcare?", chiede un tifoso di Danilo. «Il mitico Peppe Poeta!», risponde senza pensarci due volte l'ex Olimpia. C'è dell'ironia, non ce ne voglia il buon Giuseppe ma siamo sicuri che LeBron James e Kevin Durant siano stati clienti più scomodi. Tra le tante domande simpatiche, una ha suscitato in noi molto interesse: "Danilo, quale squadra temi di più per la corsa all'ottava posizione (valida per i playoff)?". Gallinari ha risposto, anche qui senza tergiversare, i Portland Trail Blazers di Damian Lillard.

Alessandro Palermo