Contro Varese diventano tutti MVP

 di Alessandro Palermo  articolo letto 829 volte
Contro Varese diventano tutti MVP

La Openjobmetis Varese è ultima in classifica. Dietro anche alla Vanoli Cremona che, ultima, ci è rimasta più tempo di tutti. Il bilancio è identico per entrambe: 14 le sconfitte, soltanto 5 le vittorie. Finisse oggi il campionato, però, la squadra di coach Attilio Caja (ironia della sorte ex Cremona) sarebbe retrocessa in A2, mentre la Vanoli sarebbe salva. A pesare il match dell'andata, giocato al "PalaRadi", terminato +14 per i padroni di casa (85-71). A Varese, dunque, servirà un'impresa per ribaltare lo svantaggio nella gara di ritorno. Una partita delicatissima, che potrebbe avere lo stesso valore di uno spareggio salvezza. Alla penultima giornata Varese accoglierà Cremona e, qualora le due squadre arrivassero al match a pari punti, alla Openjobmetis servirà un miracolo. Vincere di quindici non è impossibile ma è molto difficile, specialmente se anche l'altra squadra si gioca qualcosa di importante.

TUTTI MVP
Classifica a parte, c'è un altro dato che preoccupa in casa OJM. Contro Varese diventano tutti MVP. Nelle ultime 6 gare, infatti, la Legabasket ha nominato per ben 3 volte giocatori che hanno affrontato Varese, in quel preciso turno di campionato. L'ultimo ad essere eletto MVP è stato Nic Moore di Brindisi (insieme a Nathan Boothe di Pistoia), autore di 23 punti domenica scorsa. Il migliore della diciannovesima giornata, contro i lombardi ha segnato 6 triple su 12 tentate, catturato 3 rimbalzi, recuperato 3 palloni e "smazzato" 4 assist per 25 di valutazione. Ecco che ai biancorossi sarà venuto un déjà-vu. Sì, perché anche alla sedicesima giornata (la prima di ritorno), Rok Stipcevic della Dinamo Sassari venne premiato MVP della settimana, dopo aver annientato Varese con 21 punti. A mettere a "segno" il 3/6 è stata la nomina di Moore ma il tutto è partito dal quattordicesimo turno, quando TaShawn Thomas - giocatore proprio della Vanoli Cremona - fu scelto da Legabasket come MVP del weekend. Nell'85 a 71 di Cremona, 25 punti portano il nome dell'ala di Las Vegas che, contro la Openjobmetis, chiuse addirittura con 35 di valutazione. Un bilancio amaro soprattutto per coach Caja che, da quando si è seduto sulla panchina varesina, si è visto di fronte sempre ottime prestazioni degli attacchi avversari. Ma la domanda è: "Thomas, Stipcevic e Moore sono tutti fenomeni, oppure è stata la difesa di Varese ad averli resi tali per una sera?". La risposta sembra scontata ma lasciamo le valutazioni ai nostri lettori. Un 2017 orribile per Caja e per la truppa biancorossa: 2 MVP a gennaio ed uno a febbraio, e per fortuna che adesso ci si ferma per la Coppa Italia di Rimini...

Focus a cura di Alessandro Palermo,
Riproduzione riservata*