UFFICIALE A - Alessandro Ramagli nuovo coach di Pistoia

12.06.2018 13:49 di Iacopo De Santis Twitter:   articolo letto 485 volte
UFFICIALE A - Alessandro Ramagli nuovo coach di Pistoia

The Flexx Pistoia Basket 2000 comunica che, in data odierna, è stato siglato un accordo di durata biennale con Alessandro Ramagli.

54 anni, livornese, nella sua lunga carriera, iniziata nei primi anni Novanta all'interno del settore giovanile del Don Bosco Livorno, Ramagli ha totalizzato quasi 600 panchine fra serie A e A2.

La sua prima esperienza alla guida di una prima squadra risale al dicembre 1999: subentra a Stefano Michelini proprio nella sua Livorno e conclude la stagione centrando i playoff e arrivando fino alla semifinale, dove la sua corsa verso la serie A1 si interrompe per mano di Barcellona Pozzo di Gotto.

Scelto nell'estate del 2000 da Marco Crespi come suo assistente sulla panchina di Biella, dopo un solo anno viene promosso head coach dal club piemontese, con cui, in cinque campionati di serie A, colleziona ben 179 panchine, centrando i playoff in due occasioni (2002/03 e 2005/06).

Terminata la lunga esperienza biellese, nel gennaio del 2007 è ingaggiato da Pesaro, in LegaDue, con l'obiettivo di condurre la squadra ai playoff: guadagnatosi l'accesso alla seconda fase di stagione, riuscirà (partendo dal quinto posto) a centrare un'insperata promozione in serie A, eliminando Ferrara, Rimini e in finale Pavia, perdendo una sola volta in dieci partite.

L'impresa compiuta in Romagna, gli vale la chiamata della Benetton Treviso, ma la sua esperienza in terra veneta si conclude già nel mese di dicembre. Dopo un anno (in cui guida anche la Nazionale Under 18), riparte nuovamente dalla LegaDue, stavolta a Reggio Emilia: sostituisce infatti nel gennaio 2009 Franco Marcelletti, conducendo la squadra a una tranquilla salvezza. Rimane in Emilia anche nella stagione 2009/10, chiudendo la stagione al quinto posto e raggiungendo la semifinale playoff, prima di arrendersi al cospetto di Veroli.

Rimasto inattivo per i primi mesi della stagione 2010/11, a novembre è però già nuovamente in panchina. Si accorda infatti con Teramo, dove rileva Andrea Capobianco: la stagione sarà travagliata e vedrà gli abruzzesi retrocedere, per poi essere ripescati. Rimane a Teramo anche nel 2011/12: con una situazione societaria ormai compromessa concluderà l'annata con una tranquilla salvezza, ma il club non prenderà comunque parte al campionato successivo.

La sua carriera riprende a Verona, in serie A2: resta alla guida del club scaligero per tre anni, dal 2012 al 2015, in cui conquista altrettante qualificazioni ai playoff. Terminata la significativa parentesi in Veneto, nel 2015/16 guida la Mens Sana, ancora in A2: chiude la regular season al 5° posto del girone Ovest, guadagnandosi l'accesso ai playoff, ma viene estromesso agli ottavi da Imola, che vince la serie per 3-2.

Nel 2016 gli viene affidato l'impegnativo compito di riportare in massima serie la Virtus Bologna, appena retrocessa. Centra l'obiettivo al primo colpo, dominando i playoff e battendo, in sequenza, Casale, Roseto, Ravenna e Trieste. Confermato alla guida delle V Nere anche per la stagione 2017/18, conclude il campionato di serie A al nono posto, mancando l'accesso ai playoff scudetto solo a causa della classifica avulsa.

"E' un grande orgoglio per me sedere sulla panchina di Pistoia -ha commentato il coach- perché questa città vive da trent'anni e più per la pallacanestro e di pallacanestro. Oggi come oggi, Pistoia rappresenta l'eccellenza di una regione che ha sempre rivestito un ruolo di grande importanza per il basket italiano e per me ciò accresce ancora di più il senso di responsabilità che avverto nell'approcciarmi a questa nuova avventura. Noi toscani del resto siamo famosi per saperci stringere con una passione vera e viscerale a ciò a cui vogliamo veramente bene e questa è la promessa che mi sento di fare nei confronti di Pistoia".

"Sono molto felice -ha dichiarato il presidente Massimo Capecchi- di poter dare il benvenuto a Pistoia a un allenatore dell'esperienza di Alessandro Ramagli . Sono sicuro che sia la scelta migliore per il nostro contesto e la firma di un accordo biennale è il segnale della grande fiducia reciproca su cui intendiamo basare fin da subito il nostro rapporto".

Il nuovo tecnico sarà presentato alla stampa domani, mercoledì 13 giugno, alle ore 11.30, presso la sala stampa del PalaCarrara.