Lega A - Olimpia Milano a Sassari senza Goudelock, Kalnietis e Tarczewski

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 514 volte
Lega A - Olimpia Milano a Sassari senza Goudelock, Kalnietis e Tarczewski

Il quinto round di campionato per l’Olimpia prevede la trasferta di Sassari, contro una delle rivali più competitive delle ultime stagioni. Milano ha affrontato la Dinamo in due finali di Coppa Italia (persa quella del 2015 a Desio, vinta quella del 2017 a Rimini), una finale di Supercoppa, due semifinali scudetto e un quarto di finale. In settimana, l’Olimpia ha vinto la sua prima partita di EuroLeague contro il Barcellona, Sassari nella Fiba Champions League ha vinto a Murcia in Spagna. Assente oltre a Patric Young, anche Andrew Goudelock. Utilizzabile Davide Pascolo. Il limite di stranieri impone la rinuncia anche a Mantas Kalnietis e Kaleb Tarczewski. Qui le Sassari-Milano Game Notes

L’AVVERSARIO

Sassari con 83.8 punti per gara ha l’attacco più prolifico del campionato (Milano ha la miglior difesa concedendo appena 67 punti di media) e una coppia di centri rimbalzisti di alto livello in Shawn Jones (10.5 per gara) e Darko Planinic, il miglior rimbalzista offensivo per minuto giocato. Jones ha anche il 64.5% nel tiro da due, Marco Spissu è il tiratore da tre più preciso del torneo con il 60.0%. La Dinamo ha cambiato tantissimo in estate confermndo sostanzialmente solo Rok Stipcevic e Giacomo Devecchi. Tra le novità William Hatcher, playmaker esperto, il tiratore Scott Bamforth, l’ex avellinese Levi Randolph (13.8 punti con il 60.5% da due), l’ala canedese Dyshawn Pierre e i due lunghi Jones e Planinic che ha grande esperienza di EuroLeague alle spalle. A questi va aggiunto Achille Polonara.

 SASSARI-MILANO: I PRECEDENTI

Sono 39 i precedenti tra queste due squadre ma comprendendo la Coppa Italia e la Supercoppa. Il bilancio è 26-13 a favore dell’Olimpia. Contando solo il campionato il totale è fatto di 30 gare e il bilancio è 21-10 a favore dell’Olimpia. L’Olimpia è 12-3 a Sassari contando i playoffs mentre è 9-7 sul proprio campo. Sassari ha battuto l’Olimpia nella finale di Supercoppa 2014: è stata la sua prima vittoria su Milano sul proprio campo. Queste due squadre si sono incontrate nei quarti di finale dei playoff del 2011, coach dell’Olimpia era Dan Peterson: Sassari vinse gara 1 al Forum ma poi l’Olimpia spazzò via le restanti tre partite imponendosi due volte in Sardegna. Nel 2013/14 l’Olimpia ha battuto Sassari due volte su due in regular season ma ha perso il quarto di finale di Coppa Italia 82-80. Nella semifinale dei playoff 2014, vinta 4-2, l’EA7 ha vinto le tre gare in trasferta e solo una volta in casa. Alessandro Gentile riuscì nell’impresa di segnare almeno 20 punti in tre partite consecutive. Sulla strada verso lo scudetto, Milano vinse 4-2. Nel 2015, Sassari vinse contro Milano la finale di Coppa Italia a Desio e poi vinse la semifinale scudetto 4-3. La scorsa stagione, Milano ha vinto tutte le sfide, in campionato e sul neutro di Rimini la finale di Coppa Italia (Ricky Hickman MVP).

SASSARI-MILANO: LA CONNECTION

Rok Stipcevic ha giocato a Milano la prima parte della stagione 2012/13 poi venne ceduto a Pesaro ed è alla terza stagione a Sassari. Giacomo Devecchi, cugino di Danilo Gallinari, è un prodotto delle giovanili Olimpia dove fu allenato da Mario Fioretti, uno dei due assistenti di Coach Simone Pianigiani. Marco Cusin ha giocato a Sassari brevemente durante la stagione 2014/15. Storicamente l’ex più importante è stato Rakim Sanders, MVP di due finali scudetto, nel 2015 con Sassari e nel 2016 con Milano.

CHI SONO GLI ARBITRI

La partita tra Sassari e Milano sarà diretta da Carmelo Paternicò, Massimiliano Filippini e Martino Galasso.

NOTE OLIMPIA IN CAMPIONATO

GUDAITIS 1 – I 17 rimbalzi di Arturas Gudaitis a Cremona sono il massimo per un giocatore dell’Olimpia dal 17 aprile 2005 quando James Singleton al Palalido ne catturò 18 contro Pesaro. Nei 12 anni successivi questa è la quarta volta che un giocatore di Milano tocca i 17. Prima di Gudaitis l’avevano fatto Joseph Blair (2005/06 a Capo d’Orlando), Travis Watson (2007/08 a Scafati) e da ultimo Mason Rocca nel 2009/10 a Biella anche lui segnando come Gudaitis 17 punti. In Supercoppa Gudaitis aveva catturato 10 rimbalzi nella semifinale con Trento e 12 punti nella finale con Venezia ma il 17+17 di Cremona rappresenta la sua prima doppia doppia all’Olimpia. Il record ufficiale di rimbalzi in una gara di campionato in maglia Olimpia appartiene a Cozell McQueen e Antonio Davis con 23.

GUDAITIS 2 – Con 17.8 rimbalzi per 40 minuti giocati, Gudaitis è il miglior rimbalzista del campionato per minuto giocato assieme al pistoiese Markus Kennedy. Con 6.9 rimbalzi d’attacco per 40 minuti è il secondo della Serie A dietro il centro di Sassari, Darko Planinic. Con 5.2 falli subiti di media è terzo in Serie A dietro Amedeo Della Valle e Dazmine Wells ma primo in rapporto ai minuti giocati con 10.4 falli presi ogni 40 minuti in campo.

CINCIA IN DOPPIA – Contro Brindisi, Andrea Cinciarini ha segnato 13 punti. Si tratta della sua prova in doppia cifra numero 11 in campionato a Milano. In queste gare, il record di squadra è 8-3.

GOD-LOCK – Andrew Goudelock è terzo nel tiro da due con il 66.7% ma primissimo tra i non centri. A precederlo sono infatti Trevor M’Bakwe di Torino e Andrea Crosariol di Cantù.

GUDAITIS 3 – I 31 di valutazione di Arturas Gudaitis a Cremona sono stati il massimo nell’esordio in campionato per un giocatore dell’Olimpia dal 2009 quando Morris Finley fece 34 a Varese. Gudaitis è quarto in Serie A per valutazione con 22.0 di media. Dal 1987/88, da quando sono disponibili le statistiche gara per gara, si tratta della 14° volta in cui un giocatore dell’Olimpia tocca o supera i 30 di valutazione nella prima partita della stagione. Il record appartiene ad Antonello Riva con 40, contro Firenze, nel 1989.