Lega A: La Leonessa ruggisce anche a Brindisi, per l'Happy Casa ancora una sconfitta.

Quinta vittoria consecutiva per la Germani Brescia mentre Brindisi rimane in coda alla classifica.
 di Dario Recchia  articolo letto 505 volte
Lega A: La Leonessa  ruggisce anche a Brindisi, per l'Happy Casa ancora una sconfitta.

Ancora un’altra sconfitta per la Happy Casa Brindisi. La squadra di coach Dell’Agnello segna il passo contro la Germani Basket Brescia per 69-78 rimanendo in fondo alla classifica del campionato di Lega A. I padroni di casa, alla quinta sconfitta su altrettanto gare disputate, soffrono il gioco ordinato della formazione bresciana che porta a casa altri due punti rimanendo imbattuta in questo inizio di campionato. Una squadra, quella di coach Diana, che è apparsa molto quadrata e bene messa in campo riuscendo a sfruttare sempre le situazioni che si sono create sul perimetro. David Moss ha spaccato la partita venendo dalla panchina realizzando 20 punti e creando il primo break dell’incontro nel secondo quarto del match. Ma è il gioco di squadra che ha impressionato il pubblico presente; ben nove giocatori si sono iscritti a referto con 30 punti dei 78 totali che sono arrivati dalla panchina. Per Brindisi non bastano i 17 punti di Brian Randle così come neppure le 16 carambole e i 13 punti di Lalanne. La formazione brindisina , sotto di 12 punti a metà ripresa (44-56 dopo una tripla di Luca Vitali), ha provato a ricucire il divario  soprattutto con  alcuni canestri di Suggs ma non è mai riuscita a chiudere il gap con gli avversari. Dopo lo sforzo del terzo periodo, le due compagini hanno sbagliato tanto nell’ultimo periodo con la Leonessa che ha provato a tenere duro in difesa. L’Happy Casa, negli ultimi 5 minuti di gara , ha avuto ben cinque possessi consecutivi, sul 69-72, per impattare il risultato ma scelte a volte opinabili non hanno mai consentito di riaprire completamente la partita. Luca Vitali e Moss hanno gestito con grande esperienza i possessi finali realizzando quello che è un vero record per coach Diana in questo inizio di campionato. I lombardi, seguiti da un rumoroso e corretto seguito di tifosi si gode il primato in classifica potendo guardare dall’alto in basso squadre come Milano mentre per Brindisi è notte fonda. Oleka tenuto in panca per 40 minuti è il segnale, probabilmente, del divorzio tra la società e il giocatore ma i problemi non sono solamente nel ruolo del bach up del pivot (tra l’altro oggi Brindisi vince la lotta ai rimbalzi per 43 a 34).
Alla squadra del Presidente Marino  servirebbe un giocatore con punti nelle mani ma sopratutto capace di saper gestire i momenti topici del match. Anche oggi, quando la partita era in bilico si è sentita la mancanza di un giocatore di spessore e di esperienza e con il play titolare Barber fermo a 3 punti. E poi i 47 punti nuovamente concessi all’intervallo sono il segnale di un approccio troppo molle per una squadra che vuole salvarsi (zero recuperate dopo 20 minuti di gioco!!!). Per la Happy Casa Brindisi un momento sicuramente difficile con i tifosi delusi e contrariati. Per cambiare l’inerzia del campionato occorrono giocatori in grado di cambiare la faccia della squadra sperando ci siano le risorse necessarie per andare sul mercato. E domenica ci sarà  al Palapentassuglia un altro compito arduo: la Sidigas Avellino dell’ex Zerini farà tappa in puglia in un derby del sud che potrà segnare un segnale di svolta soprattutto per Brindisi. Un’altra sconfitta segnerebbe una crisi di difficile lettura nelle gambe e nella testa di tutti i giocatori. Coach Dell’Agnello ha l’esperienza per gestire una situazione così difficile ma dovrà tirare fuori tutti il meglio dai giocatori a propria disposizione in una città che, in questi sei anni consecutivi in Lega A, non era mai partita così male come in questa stagione.

Happy Casa Brindisi – Germani Basket Brescia 69-78 (20-23, 20-24, 21-16, 8-15)
Brindisi: Suggs 8, Barber 3, Tepic 8, Oleka n.e., Mesicek 15, Cardillo 0, Sirakov n.e., Donzelli 0, Canavesi n.e., Giuri 5, Lalanne 13, Randle 17. All. Dell’Agnello
Brescia: Moore 5, Hunt 7, Vitali L. 12, Landry 15, Fall 2, Traini n.e., Vitali M.9, Moss 20, Sacchetti 6, Bushati 2.All. Diana

Arbitri: Biggi, Sardella, Borgo

Foto studio Tasco