Lega A - L'Orlandina si perde nel finale, e Torino ringrazia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 346 volte
Lega A - L'Orlandina si perde nel finale, e Torino ringrazia

La Betaland fa quasi tutto bene contro una big come la Fiat Torino, tira fuori le unghie e persino un’energia straordinaria, ma smarrisce nel finale punto a punto le coordinate per la vittoria. Così la squadra allenata da Banchi, dopo aver sofferto per rincorrere i paladini per gran parte del tempo, ringrazia e passa all'incasso di una vittoria preziosa che gli è stata messa nelle mani dagli errori a ripetizione dell'Orlandina nei secondi conclusivi, tanto da far passare inosservati i due attacchi a vuoto di Vucevic.

La cronaca: padroni di casa splendidi in attacco nei primi 20′, con giocate di altissimo livello e anche un vantaggio in doppia cifra, il +12 di metà gara. 9 uomini a segno e due in doppia cifra (Justin Edwards e Denis Ikovlev a quota 10) ma anche una buona difesa su una formazione dalle molte risorse come quella piemontese.

Dopo l’intervallo, un altro tipo di partita: una fisicità “europea”, Jakub Wojciechowski, Mario Delas e Edwards a rispondere ai tentativi di rimonta degli ospiti, fino agli ultimi minuti dove le due squadre, entrambe sotto pressione, commettono qualche errore di troppo. La Fiat perde anche Patterson per cinque falli, ma non si scompone più di tanto. Sul testa a testa decidono gli episodi dell'epilogo, e sono tutti contro i siciliani.

A 29 secondi dalla fine, avanti di uno 70-69, Ikovlev si fa fischiare un antisportivo banalissimo nel cercare di forzare un blocco prima della rimessa su Deron Washington che non si fa pregare per capovolgere il punteggo con i due liberi. L'azione seguente non viene sfruttata da Torino e Vucevic commette infrazione di 24″ quando ne mancano appena 4.6 alla sirena. Atsur perde palla sulla rimessa per un improbabile alley-oop per Kulboka; Diante Garrett viene mandato in lunetta e realizza il +3 con 4.4 secondi. Teoricamente il tempo sufficiente per trovare la tripla dell'overtime: stavolta la rimessa riesce, Ikovlev trova lo spazio per una tripla che trova solo il ferro.

Betaland Capo d’Orlando – Fiat Torino 70-73 (28-22, 44-32, 58-55)

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Alibegovic 7 (1/1, 1/4), Ihring 6 (3/5, 0/1), Atsur 2 (1/2, 0/3), Kulboka 10 (2/2, 1/5), Laganà ne, Strautins, Delas 8 (3/6, 0/1), Edwards 17 (5/8, 0/2), Wojciechowski 6 (3/6, 0/2), Ikovlev 14 (4/4, 2/4), Donda ne. All: Di Carlo

Fiat Torino: Garrett 11 (4/9, 0/3), Parente ne, Vujacic 13 (5/6, 1/8), Poeta 1 (0/1, 0/1), Stephens ne, Patterson 6 (1/4, 0/3), Washington 9 (2/5, 1/3), Okeke 6 (2/2), Jones 6 (2/4 da 3), Mazzola 3 (0/1), Mbakwe 14 (4/4), Iannuzzi 4 (2/4, 0/1). All: Banchi