Lega A - Final Eight, uno spettatore d'eccezione: Gianluca Basile

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 304 volte
Lega A - Final Eight, uno spettatore d'eccezione: Gianluca Basile

Ai microfoni di Raisport, durante l'intervallo della sfida fra Grissin Bon e Betaland, ecco che arriva Gianluca Basile a parlare del suo ritiro definitivo dal basket giocato. "Mi sarebbe piaciuto essere in campo, per prima cosa" dice l'ex azzurro. "Sindoni aveva espresso un forte desiderio di vedermi in campo. Sono fermo da sei mesi e so cosa c'è dietro una preparazione per poter competere a questi livelli. Testa e fisico non erano pronti per questo sforzo. Kaukenas in campo? Due anni contano molto a quest'età. Ho spento le macchine, mentalmente non ci sono, non era possibile. Del ritiro? Mi sarebbe piaciuto passare sotto silenzio, poi una chiacchierata con Soragna, senza altro fine, mi ha fatto decidere e sono contento di averlo detto. Non credo, se mi guardo indietro, di aver fatto tutto quello che ho fatto e non credevo di ricevere tutta questa attenzione e tutto questo calore da parte di tutta la gente, dei club, dell'EuroLeague, del Barcellona, della Fortitudo e di tutte le squadre in cui ho militato. Il momento. Le Olimpiadi sono il massimo nello sport; poteva essere oro ma quest'argento è sempre oro".