VERSIONE MOBILE
 Mercoledì 20 Agosto 2014
LEGA A
LEGA A

Burrasca Teramo, squadra in agitazione

27.04.2012 21:38 di Anja Cantagalli  articolo letto 1114 volte

Sembrava dover essere una normale giornata di allenamento. Così non è stato. Teramo, intesa come staff e squadra, sono chiusi in silenzio stampa in attesa di prendere decisioni sull'immediato futuro. A poco sembra essere servita una riunione avvenuta con il presidente Lino Pellecchia.
Ma andiamo con ordine: che coach Ramagli non sia dell'umore giusto lo si capisce ancor prima dell'allenamento. Lo avviciniamo per chiedergli se ci sono stati sviluppi dopo le dichiarazioni infuocate rilasciate nel post-gara contro Montegranaro. L'allenatore livornese è lapidario: «Non voglio parlare di quella cosa, che sappia io non c'è nessuna novità. Contatti con la proprietà dopo? Non ho nulla da dire in merito».
Coach e squadra visionano poi (almeno apparentemente) il video sui prossimi avversari (Milano), ma i giocatori non si presentano al termine sul parquet. Entra solo lo staff biancorosso, mentre Lulli e gli altri rimangono a parlare negli spogliatoi. Passano venti minuti prima di vedere i giocatori in campo ed il coach ordina di vietare l'allenamento al pubblico.
C'è aria di “ammutinamento”. Viene fuori un allenamento autogestito da ogni singolo giocatore e non agli ordini di coach Ramagli. Il tutto nell'attesa di avere risposte concrete sul pagamento degli stipendi arretrati, perché, a salvezza raggiunta con un roster risicato e con tre giornate di anticipo dal termine del campionato, non si può biasimare che una squadra si aspetti che tutto venga saldato.
Lino Pellecchia arriva al PalaScapriano intorno alle 19.00: si trattiene circa tre quarti d'ora negli spogliatoi con staff e giocatori. All'uscita il presidente spiega la sua posizione: «Non posso dare loro garanzie concrete che tutto verrà saldato a breve, ho raccontato loro la mia verità. La situazione economica? Spero che si risolva presto. Scioperi? Non so cosa faranno».
Una riunione che sembra non aver soddisfatto i giocatori. All'uscita ognuno di loro ribadisce di essere in silenzio stampa. Valerio Amoroso spiega: «Non parliamo al momento. Forme di sciopero? Dobbiamo decidere». Poi tutti insieme si trovano a parlare ancora fuori dal palazzetto per decidere il da farsi.
Se sia anche a rischio o meno la trasferta a Milano non è dato al momento sapersi, forse domani si saprà qualcosa in più. Resta il disagio evidente di una situazione trascinata ormai per troppo tempo e che, a salvezza avvenuta, sembra sia sul punto di esplodere. D'altro canto svolte da cinque mesi a questa parte sul fronte economico non ci sono state, gli attori principi sono sempre gli stessi e le risposte di ciascuno anche. E ai giocatori della Banca Tercas tutto ciò sembra proprio non bastare più.


Altre notizie - Lega A
Altre notizie
 

ANALISI POLITICAMENTE SCORRETTA DEL CASO HACKETT

La Commissione Giudicante  Nazionale ha rigettato l’istanza di riesame della squalifica di Daniel Hackett, come era prevedibile: sei mesi erano e sei mesi sono rimasti. Trattandosi della sanzione minima prevista era improbabile venisse ridotta. DH ha fato tutto da s...

NENE AMMIRATO DAL TALENTO DI ANTHONY DAVIS

Dopo aver giocato contro di lui come un membro della squadra nazionale brasiliana nella notte di sabato allo united Center di...

PORTALUPPI: “L’OLIMPIA, IL MERCATO E L’EUROLEGA”

Flavio Portaluppi comincia la sua terza stagione consecutiva da general manager dell’Olimpia Milano e con lo scudetto...

VILLALTA "ANNO ZERO, SIAMO TUTTI IN DISCUSSIONE, IO PER PRIMO"

Stadio ha intervistato il presidente della Virtus Renato Villalta che, insolitamente loquace, racconta tante cose su quello...

OLIMPIA MILANO, AGGREGATO MATIN PETERKA

La Pallacanestro Olimpia EA7 – Emporio Armani Milano comunica di aver aggregato alla prima squadra per la fase di...

CENTRALE DEL LATTE, UN INIZIO… DA LEONESSA

Quanto sono lunghi 114 giorni senza Basket Brescia Leonessa? Provate a chiederlo agli oltre 250 tifosi che hanno risposto...

LA PRESENTAZIONE DELLA DE LONGHI TREVISO

Pronti, partenza, via: inizia nel segno dell’entusiasmo la stagione di Treviso Basket, che parte dalla palestra 1 della...

EDIMES PAVIA: "OBIETTIVO MIGLIORARE IL QUINTO POSTO DELL'ANNO SCORSO"

Mancava solo Simone Beltrami al briefing iniziale dell'Edimes Pavia (arriverà giovedì 21), tenutosi oggi al...

PESCARA BASKET, DE LUCA E STILLA CONFERMATI PER IL TERZO ANNO CONSECUTIVO

La Pescara Basket comunica con viva soddisfazione altre due conferme ufficiali per la stagione a venire: Mirko De Luca ed...

PARMA, FIRMATA LA GIOVANE SOFIA MARANGONI

Il Lavezzini Basket Parma comunica la firma per la stagione 2014/2015 della giovane Sofia Marangoni. Classe 1995, è...
   Editore: Roberto Bernardini Norme sulla privacy