Italia - Presentazione della gara con la Romania per la World Cup 2019

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 262 volte
Italia - Presentazione della gara con la Romania per la World Cup 2019

A poco più di due mesi dalla fine dell’Europeo, la Nazionale maschile torna in campo per le Qualificazioni a FIBA World CUP 2019. Il prossimo 24 novembre al PalaRuffini di Torino, Italia-Romania aprirà il Girone D, nel quale sono inserite anche Croazia e Paesi Bassi.

 

Sono intervenuti alla Conferenza di presentazione, svoltasi quest’oggi nella Sala Stampa della Regione Piemonte in piazza Castello di Torino, Giovanni Petrucci, Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro, Romeo Sacchetti, CT della Nazionale italiana, Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport Regione Piemonte, Roberto Finardi, Assessore allo Sport Comune di Torino, Tiberiu Mugurel Dinu, Console Generale di Romania a Torino, Paolo Bellino, Direttore Generale RCS Sport, e Massimo Feira, Amministratore delegato Auxilium Torino.

Durante la conferenza coach Sacchetti, alla prima assoluta sulla panchina dell’Italbasket , ha diramato la lista dei 24 giocatori convocabili per la prima delle tre finestre della prima fase di qualificazione al Mondiale, in programma in Cina dal 31 agosto al 15 settembre 2019. (qui).

Così il presidente Petrucci: “Siamo al battesimo della Nazionale del CT Romeo Sacchetti. Non basta essere un buon tecnico, ci vuole un background di spessore. E Sacchetti, oltre ad essere un allenatore vincente, ha un background solido. Oggi è nella sua città, che l’ha visto crescere come giocatore. E l’Italia torna a Torino, che durante il Preolimpico ci ha regalato un entusiasmo mai visto prima. Ci sono tutti gli ingredienti per fare una bella figura. Come vedete nella lista dei 24 ci sono anche i giocatori di Eurolega e alcuni di Milano ma non ci saranno guerre con le società. Ringrazio le Amministrazioni comunali e regionali, mi congratulo con RCS e saluto la comunità romena, con cui fin dai tempi in cui ero al CONI ho sempre avuto un bel rapporto. Ci facciamo un grande in bocca al lupo”.

Queste le parole di Sacchetti: “Giocheremo a Torino, dove ho giocato, e contro la Romania, Paese che ha dato i natali a tutta la mia famiglia: il mio esordio sulla panchina dell’Italia è stato organizzato molto bene. Sarà particolare. Ho indossato la maglia della Nazionale e so che valore ha; sono convinto che ogni giocatore deve avere il sogno di arrivare in Nazionale. Ho il ricordo di giocatori che rinunciavano alla convocazione  per fare le vacanze ma questo messaggio mi ha sempre dato molto fastidio. Dobbiamo recuperare il valore dell’Azzurro. Avremo mezza squadra nuova e non sarà facile ma nulla è facile. Noi peró dobbiamo qualificarci per il Mondiale: sia per giocarlo, sia perché il Mondiale è il tramite per arrivare all’Olimpiade, che considero come una Laurea per ogni atleta. Ho dovuto lasciare fuori qualche giocatore ma era inevitabile. Io in ogni caso ho buona memoria e ci sarà modo per tutti quelli che lo meritano di venire selezionati. Le porte della Nazionale sono aperte per tutti. Al raduno porterò 16 giocatori”.