Pianetabasket.com racconta se stesso a Superscommesse.it

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 233 volte
Pianetabasket.com racconta se stesso a Superscommesse.it

Per una volta, fatto assolutamente inusuale, gli intervistati siamo noi! Andrea Pompeo, per il sito superscommesse.it ha rivolto alcune domande a Umberto De Santis, nostro coordinatore di redazione, per la sua rubrica Dietro le quinte.

Dietro Le Quinte ha il piacere di presentare oggi PianetaBaket.com, il portale per i veri amanti della palla a spicchi. Un sito questo che con accuratezza dettagliata e sempre aggiornata fa informazione a 360° sul basket, spaziando dai campionati italiani alle competizioni europee, fino ad arrivare oltre oceano con la Nba. A presentarci PianetaBasket sarà Umberto De Santis, redattore del portale e grande amante di questo sport. Buona lettura! Vi ricordiamo che su Superscommesse.it potete trovare: le migliori quote serie A, le quote favorite vincenti Europa League e le quote favorite vincenti Champions League.

Buongiorno Umberto, la ringraziamo per la disponibilità innanzitutto. Per prima cosa le vorrei chiedere, come nasce la sua passione per la pallacanestro?
Buongiorno e grazie a voi. Vivere a Siena rende facile accostarsi alla pallacanestro, c'è, sempre presente nei luoghi e nei discorsi. Se è stato vero negli anni dei trionfi Montepaschi, lo è stato ancora di più per chi, giovane intorno ai venti anni, ha visto passare qui campioni come Meneghin, Riva, Brunamonti, Bonamico. Per tacere di quelli più recenti... Poi con due figli che hano fatto la trafila del basket giovanile sentir crescere dentro la passione è stato un gioco da ragazzi!

Come e quando nasce il vostro sito Pianeta Basket? 
Pianetabasket.com nasce dalla grande passione di Roberto Bernardini, baskettaro da sempre e ora "maturo" nel suo gruppo su Facebook. Il sito è poi cresciuto con la dedizione di Matteo Marrello fino al grande sviluppo degli ultimi anni.

Chi lavora nella vostra redazione?
La nostra è una redazione rigorosamente online che raccoglie il contributo di molte persone sparse su tutta l'Italia. Fare un elenco sarebbe lunghissimo, ci piace dare spazio a tutti, dalle nostre firme conosciute a giovani che si vogliono mettere alla prova nella più totale libertà di opinioni.

Quali notizie possiamo trovare nel vostro sito? Quali appassionano di più i vostri lettori? 
Essendo un sito generalista, il basket è presente quasi a 360 gradi... da serie A, al basket europeo alla NBA non solo news e cronaca ma anche articoli di approfondimento (cercando di non essere pretenziosi) su atleti, squadre e politica dello sport.

Pensa che il Basket, come tanti altri sport, sia troppo oscurato dalla presenza del calcio in Italia?
Oscurato è dir poco! Il calcio cannibalizza e si appropria di tutto, con la complicità della stampa cartacea e della politica, dagli spazi alle risorse. Il basket, che di innovazioni ne ha sempre messe in campo tante, è stato ben bene saccheggiato, dalla partita del mezzogiorno della domenica agli articoli di Federico Buffa.

Cosa manca all'Italia per arrivare ai livelli di altre nazioni europee come la Spagna, dove anche il Basket è un punto forte dello sport nazionale?
A mio modesto giudizio all'Italia manca un playmaker capace di imporre la sua leadership al pugno di prime donne che abbiamo e sappia essere risolutivo nei momenti cruciali di una partita al più alto livello. In effetti abbiamo sempre fallito l'ultimo incontro.

Superscommesse è il primo comparatore in Italia di quote per scommesse sportive, quindi mi piacerebbe chiudere con un pronostico. Chi secondo lei, vincerà quest'anno il campionato? Possiamo aspettarci grandi cose per le nostre squadre nelle competizioni europee? Come vede la nostra nazionale agli europei?
Il pronostico per lo scudetto 2016-17 non lascia spazio alla fantasia: Olimpia Milano, che rimane favorita anche se dovesse perdere il primo posto nella regular season. Quando il bersaglio si  fa grosso, tutto tornerà al suo posto per i milanesi. La riuscita della Nazionale agli europei dipenderà da fattori di cui non abbiamo ancora cognizione, come la consistenza degli avversari che vengono da una stagione lunga due anni e caratterizzata dall'Olimpiade. Ma se avremo un playmaker decisivo coe spiegavo prima, la finale potrebbe non essere una chimera buttata là per far contenti chi ci legge!

A cura di Andrea Pompeo