Lega A - La sala stampa di Varese - Brindisi con Sacchetti e Moretti

 di Alessandro Palermo  articolo letto 271 volte
Lega A - La sala stampa di Varese - Brindisi con Sacchetti e Moretti

Sala stampa per coach Meo Sacchetti, chiamato a commentare la sconfitta della sua Enel Brindisi: "Abbiamo fatto un buon primo tempo, poi abbiamo pagato un po' di stanchezza all'inizio del secondo quarto. Pochi canestri da tre punti nel secondo tempo. Guardando i numeri è questo. Per il resto non posso dire nulla. Goss inizio fatto molto bene ma era logico che avrebbe fatto fatica nel finale, con solo 2 allenamenti e mezzo. Un episodio: palla persa; questa è la pallacanestro, nel bene e nel male, il bello e il brutto. Fallo su Kangur. Se avessimo fatto fallo l'avremmo mandato in lunetta con 3 liberi. l'avevamo fatto su di lui già prima non volevamo rischiare di farlo anche dopo su un tiro da tre. Sappiamo il valore di Goss: basta che sia a posto fisicamente..

Sala stampa anche per Paolo Moretti, che dice: "La prima considerazione è che non sono contento della nostra partita, con  tanti aspetti che non mi convincono. Da allenatore, non qua ma in un'altra sede, dovrò tenere presente che non mi soddisfa la superficialità con cui costriamo e produciamo. 50 e più rimbalzi di produzuione si traducono in sofferenza perchè non siamo precisi. La sofferenza genera la perdita di fiducia, passi indietro e poi complicazioni. In difesa abbiamo concesso troppi troppi punti facili. Brindisi stasera ha fatto una partita bellissima: sono sempre andati a punirci, nei primi 20 minuti, in cui hanno costruito il loro margine di vantaggio. Abbiamo tanto da migliorare, tanta superficialità da ripulire. Questo tipo di partite, senza nulla togliere a Brindisi, in trasferta o con aumento di livello poi alla lunga si pagano. Potevamo pagarle con qualcuno per stanchezza e invece quel qualcuno ci ha salvati (riferimento a Kangur, ndr); la nostra prestazione va pulita sotto ogni punto di vista. I miei giocatori mi sembrvano elettrizzati, timorosi con paura di sbagliare nel confrontarsi contro una squadra che giocava bene. Ma i  5 minuti giocati come dovevamo nel suplementare nell'arco della partita non siamo mai riusciti a giocarli".