Lega A - Il realismo di Vincenzo Esposito nella costruzione della nuova stagione di Pistoia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 577 volte
Lega A - Il realismo di Vincenzo Esposito nella costruzione della nuova stagione di Pistoia

Vincenzo Esposito, coach della The Flexx Pistoia, si concede a Elisa Pacini di Pistoiasport.it in una intervista molto realistica sulle problematiche della costruzione della squadra per la stagione 2016-17. L'intervista è di ieri 2 agosto, per cui alcune incongruenze dovute agli sviluppi di mercato si potranno cogliere:

Coach Esposito, l’annuncio del ritorno di Daniele Magro ha sorpreso un po’ tutti. Ci aspettavamo un esterno ed invece è arrivato un lungo italiano anche esperto. Un innesto che va letto con la voglia di allungare il roster anche alla luce della scorsa stagione, o di cautelarsi per il recupero totale di Marcus Thornton?

Non so perche' la gente è rimasta sorpresa dell' acquisto di Magro visto che avevo detto abbastanza chiaramente che stavamo cercando uno o due italiani per allungare le rotazioni ed aumentare la qualità degli allenamenti. Quando si e' presentata l' opportunità di firmare Magro grazie a Daniele che ha accettato volentieri, ed alla società che ha capito l'importanza di avere un lungo più esperto di Di Pizzo alle spalle dei 2 americani, abbiamo chiuso la trattativa abbastanza rapidamente. 

 

Arriverà anche un esterno italiano o sarà un ragazzo dell’Under 20?

L' ultimo italiano sarà un ragazzo utilizzato prevalentemente per gli allenamenti ma non sappiamo ancora se sarà un giovane o un giocatore più esperto. La società sta monitorando comunque anche la situazione Under in giro per l' Italia per trovare qualche giovane interessante per il futuro e fare quindi un investimento anche in  questa direzione.

 

Nell’ultima intervista lei aveva chiarito che l’interessamento concreto di Pistoia a Banks è una bufala, eppure qualcuno sostiene che ci sia una trattativa vera e propria. Gli altri nomi che continuano a circolare sono quelli di Terran Petteway (per Spicchi d’Arancia oggi è il giorno decisivo della firma o della rottura, ndr) e di Wayne Blackshear. Sono davvero loro i giocatori che seguite in quel ruolo, o come penso ce ne sono anche altri?  

Ripeto per l' ennesima volta che Banks è un nome che non abbiamo mai neanche avvicinato o valutato perché completamente fuori portata per noi. Non credo che si abbia idea delle cifre che percepiscono giocatori di quel calibro e soprattutto di quelle che appartengono al nostro budget. Questo può essere un problema perchè si creano delle aspettative assolutamente sballate purtroppo.

Tornando alla realtà invece i nomi di Petteway e Blackshear sono sì nomi sul nostro taccuino, ma al momento fuori dal nostro budget. Quindi continuiamo ad aspettare e valutare altre situazioni senza fretta.

(Nella mattinata di martedì è arrivata l'ufficialità della firma di Adrian Banks all'Hapoel Tel Aviv di Simone Pianigiani. L'intervista ad Esposito è stata realizzata prima dei comunicati ufficiali della società israeliana).

I tifosi possono sognare un innesto, anche last minute, di un giocatore esperto e conosciuto o gli ultimi due americani saranno scommesse seguendo la filosofia di Pistoia in serie A?

E’ molto complicato per le nostre risorse economiche firmare in questo momento giocatori esperti e di un certo valore tecnico. Al momento sono disponibili giocatori rookie provenienti da college di seconda fascia e giocatori di campionati secondari o provenienti da una stagione poco positiva ed in cerca di rilancio. Avendo già firmato un rookie (Nathan Boothe, ndr) ed un giocatore proveniente da un anno circa di inattività (Marcus Thornton, ndr), le valutazioni andranno fatte il meglio possibile. Come spero si possa capire, il margine d' errore per noi e' abbastanza ridotto.