Lega A - Amedeo Della Valle, Milano e Avellino: l'ora della verità delle semifinali playoff

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 871 volte
Lega A - Amedeo Della Valle, Milano e Avellino: l'ora della verità delle semifinali playoff

Stasera, con la disputa di gara 1 al PalaBigi, Pallacanestro Reggiana e Scandone Avellino cominciano la prima serie di semifinali scudetto. La Gazzetta dello Sport, con il servizio di Francesco Pioppi, ne parla con il gioiello della Grissin Bon  Amedeo Della Valle:

Quarti contro Sassari. "Ci ha fatto piacere buttare fuori la Dinamo, non è una rivincita grande come il loro scudetto, ma intanto abbiamo sfatato il tabù andando a batterli in casa loro. Avellino è una gran bella squadra, hanno tante armi sia in attacco che in difesa e sappiamo bene che ci possono creare problemi sia dal perimetro che sotto canestro: sarà una sfida durissima e appassionante".

Sirena Milano, of course. "Onestamente è una voce a cui non bado, già in passato ho visto situazioni di questo tipo, vere o presunte, portare a delle circostanze spiacevoli. Non so nulla al riguardo e nel cuore dei playoff non mi metto a parlare con il mio agente (Misko Raznatovic, ndr) di mercato". 

Avellino? "Gli toglierei volentieri Joe Ragland.. Certo Nunnally è un super realizzatore, Leunen un giocatore esperto ed intelligente, ma è lui l'anima di Avellino: gli dà il cambio di ritmo, ti può attaccare dal palleggio oppure tirare da tre, è veramente tanta roba!".

Le armi per la vittoria. "Dovremo riuscire a sviluppare una difesa aggressiva che alimenti al meglio il nostro attacco e soprattutto la nostra transizione offensiva, quella credo sia la nostra arma in più".