Italia, Ettore Messina "Tutti i giorni penso all'Europeo!"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 430 volte
Italia, Ettore Messina "Tutti i giorni penso all'Europeo!"

Nella NBA dove tutto è molto più veloce rispetto ai ritmi europei ("Ad esempio, Cleveland alza e abbassa il quintetto con rapidità, le scelte difensive possono cambiare anche 5 volte consecutive. Devi avere grande reattività nel corso della gara, perché bastano due possessi per andare sotto di 8), un ruolo importante se lo è ritagliato con merito il coach della Nazionale azzurra Ettore Messina. Lopes Pegna lo ha intervistato per la Gazzetta dello Sport a Brooklyn, dove il coach ha dovuto prendere direttamente le redini degli Spurs dopo l'espulsione di coach Popovich. Ecco alcuni passaggi.

Spurs. "Quest'anno è stata la prima volta. Ma quando hai in mano gli Spurs tutto è facile. E' una squadra che va con il pilota automatico: basta non combinare dei casini. E se poi vinci è una bella soddisfazione. Titolo? Siamo convinti che a Est uscirà Cleveland. A Ovest, la griglia dei playoff può contare moltissimo».

Trump e politica. "E' materia molto sentita da tutto l'ambiente. E poi non si è scagliato contro Trump, ha argomentato con dati di fatto. Ci vuole tanto coraggio a esporsi in questo modo, perché vai incontro a pesanti critiche. Mi ha colpito che alla fine del match con i Cavs, LeBron e Irving siano venuti alla nostra panchina per stringergli la mano".

Europeo 2017. "Ci penso tutti i giorni: guardo le partite, parlo con i mie collaboratori. Cercheremo di fare il meglio possibile, che significa dare continuità ad alto livello. Se riuscissimo ad avere presenza ripetuta a manifestazioni così importanti e poi magari a giocarle con bel piglio, sarebbe un buon passo avanti. All'ultimo Europeo abbiamo fatto una buona figura. Sarebbe fondamentale almeno ripeterci".