Eurobasket 2017 - Ricky Rubio parla della rivalità tra Spagna e Francia

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 444 volte
Eurobasket 2017 - Ricky Rubio parla della rivalità tra Spagna e Francia

Ricky Rubio ha seguito l'esito del draft 2017, condito come sempre dalle voci di un suo trasferimento dai Wolves verso altra franchigia. Dopo sei anni non ci fa più caso. Tra poche settimane sarà impegnato con la Nazionale spagnola per eurobasket, e risponde a delle domande sulla rivalità tra Spagna e Francia. "Qual è il tuo stato d'animo a poche settimane dal ritorno con la Nazionale per l'Eurobasket?

Sono super felice di essere parte di questa squadra che ha compiuto cose meravigliose in questi ultimi anni. Potrebbe anche essere una delle ultime volte che la "generazione d'oro", guidato da Pau Gasol e Navarro, sarà al completo. Se avrò la possibilità di essere con loro di nuovo, non voglio perdere questa opportunità.

Chi può impedire alla Spagna di vincere di nuovo?

Questo può essere un pò presto per dirlo. Ci sono squadre molto pericolose nel Campionato Europeo, quindi saremo molto vigili. Durante gli ultimi due o tre Eurobasket, abbiamo perso contro l'Italia, Turchia, Francia. La nostra forza è stato quello di vincere al momento giusto. Ma penso che la Francia, Serbia, Turchia siano serbatoio di grandi nomi. Preferisco aspettare i roster finali, in quanto questi paesi hanno 20 potenziali giocatori che possono essere inclusi e vedere in che forma diverse nazioni arriveranno, poi commenterò. Il nostro obiettivo sarà quello di arrivare alla fine, come sempre.

Potresti lasciare la Francia vincere di nuovo prima di chiudere la tua carriera?

No! (Ride) Non vogliamo permettere a nessuno di vincere! Hanno picchiato durante la nostra Coppa del Mondo nel 2014 e poi nel Eurobasket 2013. Essi ci hanno già battuto abbastanza (ride).

Come descriveresti la rivalità nata con la squadra francese?

Per caso, ci siamo spesso scontrati nelle partite chiave, e per oltre dieci anni. Direi che è una bella e sana rivalità. Per me è grande poter giocare contro Tony Parker, che è uno dei miei idoli ed essere in grado di competere contro di lui! Non avevo avuto la possibilità di giocare, ma mi ricordo nel 2015, in Francia, quando Pau Gasol segnò 40 punti ... E' stato uno dei più grandi spettacoli della storia. E' con questo tipo di gare che abbiamo costruito una rivalità, e questa è una buona cosa per il basket in generale. La Francia ha tanti giocatori di talento, non solo europei, ma a livello mondiale. Penso che sia una cosa molto buona essere in grado di affrontare noi ogni estate, ci permette di far crescere verso l'alto le nostre due squadre nazionali.

La rivalità si ferma una volta che la partita è finita?

Sì, certo, lo apprezziamo! E' la nostra comune passione per il basket. Mi piace veder giocare giocatori di talento, indipendentemente dalla loro nazionalità. Ho visto il Valencia gioca l'altra sera, e Antoine Diot è attualmente ad un livello molto alto. Mi piace osservare questo tipo di giocatori. Come ti ho detto, Tony Parker è uno dei miei idoli ed il poter giocare contro di lui nella NBA e nel campo internazionale è per me qualcosa di veramente eccezionale.