Under 20 Elite - Finali, Torino rimonta ancora e vola ai quarti

Prestazione di grandissimo spessore, tecnico e caratteriale dei gialloblu. Brescia (ab)battuta. Venerdì il prossimo impegno.
 di Laura Pecoraro  articolo letto 317 volte
Fonte: custorino.it
Under 20 Elite - Finali, Torino rimonta ancora e vola ai quarti

L’Auxilium CUS aggira anche l’ostacolo Brescia, chiude imbattuta il girone di qualificazione e accede ai quarti alle Finali nazionali Under 20 Elite di Vicenza. 

Tra spareggio a Segrate, interzona a Rovereto ed eliminatorie in terra veneta ,per i gialloblu, che domani osserveranno una meritatissima giornata di riposo per poi tornare in campo venerdì 13 maggio nella gara che metterà in palio le semifinali-scudetto, si tratta della settima vittoria consecutiva.  
Alla mostruosa prestazione offensiva di Dello Iacovo (25 punti, 8 su 10 da due, 32 di valutazione), Torino aggiunge le performance di clamorosa sostanza dell’eclettico Di Matteo, dei pronti-all’uso Fantolino e Tarenzi, dei tuttofare Orsini e Blotto, e di Crespi, dominante sotto i tabelloni nei momenti topici dell’incontro come mai lo era stato finora in stagione. Molto positivo anche Bianchelli, scavigliatosi nel secondo tempo e impossibilitato a concludere il match.
Insomma, come le precedenti, quella dei ragazzi di Porcella è ancora una grande vittoria di squadra: zona, rotazioni continue, quintetti piccoli, intensità, agonismo, concentrazione, anticipo, pazienza, sacrificio, uso della ‘testa’ in qualunque momento e situazione sono tutti derivati di una granitica consapevolezza collettiva.
Dopo un primo tempo tutto alla ricerca della misura e della continuità, Torino attacca il secondo lancia in resta, ispirata da una zona invalicabile che concede appena 4 punti agli avversari nei primi 6 minuti del terzo periodo. 
Dello Iacovo mette a ferro e fuoco la retroguardia bresciana, ma è soprattutto la difesa a fare la differenza e a garantire ai gialloblu il controllo della situazione nella quarta frazione.
Partenza a marce basse dell’Aux CUS, che si muove con lentezza con le gambe e con la testa. Mobio in diagonale, Bolis da lontano e poi in contropiede, e Brescia fa la prima mossa: 0-10. 
Il primo canestro gialloblu è una tripla di Tarenzi dopo 3’ di gioco. Doppia infrazione di passi bresciana, Dello Iacovo trova uno spiraglio per colpire da lontano, mette un altro tiro pesante e l’Aux CUS entra finalmente dentro alla partita: 6-10. 
Tante le rotazioni imposte da Porcella, ma Torino continua a fare una grandissima fatica a trovare un’alternativa al gioco perimetrale (troppi i passaggi) e al tiro dalla lunga distanza (tanti gli errori).  
La Leonessa sfrutta il bonus e con 2 liberi di Bolis sale sul 6-15. 
Fantolino prima stoppa Bettelli, quindi dall’altra parte prende la linea di fondo e va a segnare, infine ruba a metà campo e serve per il rimorchio di Dello Iacovo: 12-17 all’8’. 
Ma i gialloblu non risolvono l’accoppiamento con Mobio, lungo che predilige il gran movimento, e giocano poco d’assieme in fase avanzata, privilegiando le iniziative individuali: 12-20 al 10’.
Di Matteo prende il tempo alle Rondinelle in avvio di secondo quarto, poi replica da tre ad una bomba senza alcun tipo di contrasto infilata da Gussago: 17-23.
Il tema per Torino è quello del primo periodo: non riesce a correre, si ritrova davanti la difesa schierata, la circolazione è affannosa, le percentuali da fuori basse e praticamente nulle le iniziative dentro l’area, che i lombardi vietano con un presidio attentissimo. 
Il ritmo si mantiene controllato, l’agonismo accettabile e le frammentazioni arbitrali numerose. 
Azione paziente dei piemontesi, Crespi ribalta per Tarenzi, letale con i piedi per terra: i 3 valgono il 21-25 del quarto d’ora. 
Il terzo fallo di Crespi, l’unico vero lungo di Torino, costringe Porcella ad abbassare il quintetto, senza dare più punti di riferimento. 
Dello Iacovo attacca, poi l’Aux CUS recupera a metà campo con Fantolino, errore, ma a rimbalzo c’è ancora Dello Iacovo che riporta i suoi a -2 obbligando Brescia a riparare in un time-out:  25-27 al 16’.
Dello Iacovo va ancora fino in fondo senza alcuna paura, la zona cussina mette i bastoni tra le ruote ai lombardi che sono in affanno (ben tre gli errori da sotto nella stessa giocata)  e commettono a metà campo il fallo che vale a Torino il bonus, e l’1 su 2 del 28-29. Piantoni va in bianco dalla lunetta, Tarenzi trova solo aria dall’angolo, Dello Iacovo stavolta fallisce da sotto, Di Matteo la perde e la Leonessa chiude davanti all’intervallo con un tiro di Piantoni a 2 secondi dalla sirena: 28-33.
Esaltante inizio di ripresa di Torino: Crespi segna su delizioso assist di Dello Iacovo, arresto-e-tiro di Orsini all’altezza della lunetta, Fantolino sorpassa con una tripletta, Di Matteo consolida il vantaggio: break di 10-0, Brescia non ci capisce un tubo e l’Auxilium CUS è sul 38-33 al 22’.
Senza idee ma soprattutto senza tiro contro la zona, la Leonessa sembra non graffiare più come prima ed è costretta spesso a ricorrere al fallo. Il quarto personale di Crespi restituisce a Torino una conformazione piccola piccola, ma difficile da decifrare (con Di Matteo 5 tattico) e soprattutto letale: 2 su 2 di Tarenzi, in campo al quarto fallo di Orsini, ancora un errore bresciano e Dello Iacovo ha il tempo di respirare, mettere la saliva sul mirino e centrare il bersaglio da lontanissimo: 45-37 al 25’. 
La 2-3 mobilissima e mani dappertutto torinese e l’anticipo che arriva sempre al momento opportuno costringono Brescia all’ennesima persa, sulla ripartenza fallo ancora su Tarenzi: 1 su 2, 46-37. 
Dopo un altro 1 su 2, di Orsini, i lombardi la buttano di nuovo via e incassano la millesima stilettata della serata di Dello Iacovo, che va in percussione per due volte, la seconda con tanto di tiro libero aggiuntivo, dentro: 52-39 al 28’.
Brescia approccia a zona l’ultimo periodo e dà segnali di vita, l’Aux CUS sbaglia tre volte al tiro e la gara sembra riaprirsi : 54-49 è dell’ottimo Bolis. 
Torino ripassa a zona e la mossa è azzeccatissima: Dello Iacovo la imbuca in jump, quindi fa 2 su 2 in lunetta dopo un contropiede ispirato da Orsini: 59-49 al 33’. Il capitano cussino non si ferma neanche con le cannonate: il suo 25esimo punto fa 61-51 al 35’. Canestri a parte è sempre e comunque dietro che Torino fa sua la gara.
Crespi arpiona qualunque rimbalzo, mentre sul fronte opposto il colpo del kappao definitivo lo tirano Di Matteo Orsini: 67-53. 
Lo stesso Di Matteo ritocca il distacco con una tripletta dall’angolo: 70-55 al 38’. Il massimo vantaggio lo firma a pochi passi dal termine Fantolino, sempre da tre, a coronamento di una prestazione maiuscola.
Il 92 a 54 del confronto delel valutazione di squadra mette la ciliegina sulla torta di una serata da ricordare.

AUXILIUM CUS TORINO-LEONESSA BRESCIA 72-56
Parziali: 12-20, 28-33, 54-43
TORINO: Blotto 1, Bianchelli 2, Dello Iacovo 25, Bottiglieri, Di Matteo 15, Fantolino 11, Tarenzi 9, Bianco P., Orsini 3, Crespi 6, Piovano. All. Porcella.                         
BRESCIA: Bettelli, Vertova 2, Marelli 7, Gussago 10, Mobio 12, Bolis 13, Assoni n.e., Zanetti, Piantoni 10, Leuca n.e., Faini 2. All. Cotelli.

Girone D
1ª giornata

Auxilium CUS Torino-Baskettiamo Vittuone 78-56
Latina-Leonessa Brescia 46-63

2ª giornata
Vittuone-Leonessa Brescia 63-70 dts
Auxilium CUS Torino Latina

3ª giornata
Latina Basket-Baskettiamo Vittuone 81-56
Auxilium CUS Torino-Leonassa Brescia 72-56

Classifica
Auxilium CUS Torino 6 (ai quarti) 
Leonessa Brescia 4 (agli spareggi)
Latina Basket 2 (agli spareggi)
Baskettiamo Vittuone 0