Under 20 Elite - Finali, l’Aux Cus si ripete e si qualifica

La sfida di mercoledì sera con la Leonessa Brescia deciderà il primato nel girone e il passaggio diretto ai quarti di finale. Chi perde è comunque agli spareggi.
 di Laura Pecoraro  articolo letto 259 volte
Fonte: custorino.it
Under 20 Elite - Finali, l’Aux Cus si ripete e si qualifica

Con una prestazione di serenità e pazienza l’Auxilium CUS conquista anche la seconda gara del girone eliminatorio alle Finali nazionali Under 20 Elite. 

A Vicenza i gialloblu fanno vedere di saper soffrire e per un tempo patiscono la frenesia del Latina, ma nella terza frazione raccolgono i frutti seminati nelle due precedenti e piazzano lo spunto taglia-gambe con un break di 12-0 tra il 24’ e il 28.
Grazie alla vittoria Torino si qualifica alla fase successiva della manifestazione: per il primo posto nel girone, e quindi per la qualificazione diretta ai quarti di finale, Aux CUS e Leonessa Brescia, vittoriosa all’overtime con il Vittuone e come i gialloblu a punteggio pieno dopo le prime due giornate, se la giocheranno mercoledì 11 maggio alle 20, ancora al Palasport Goldoni di Vicenza. Chi perderà passerà comunque come seconda, ma accederà agli spareggi preliminari ai quarti. 
Sul successo cussino pesano i 18 rimbalzi in più (ben 54 in totale, di cui 18 in attacco), i 21 recuperi (che compensano le 20 perse) e pure l’1 su 22 da tre degli avversari. Ma a spuntarla è soprattutto la squadra che dimostra essere più squadra, con tutto quello che ne consegue. 
Primo tempo schizofrenico, Latina ci butta dentro una dose inverosimile di energia, però la lucidità latita e alla fine i biancoblu si incartano da soli, pagando alla distanza anche le risorse spese nel match d’esordio perso con Brescia. 
Torino riesce nel complesso a gestire le cadenze, va spesso in difficoltà ma mai in affanno, anche se il tourbillon a cui deve far fronte è davvero di quelli che fanno girare la testa. Il grandissimo merito dei gialloblu è quello di respingere tutti e mille i tentativi di rimonta dei laziali senza mai perde la calma.
Blotto innesca Crespi (12+10 rimb.), Orsini segna dall’angolo e poi bissa in penetrazione, ancora Blotto corre in campo aperto e Torino prende subito in mano la situazione, grazie anche all’attenzione sotto la tabella di competenza e ai numerosissimi errori al tiro dei laziali: 10-2 al 4’. 
Una tripla di Piccinini e una schiacciata in contropiede di Di Ianni dopo una rubata a metà campo riaprono tutto nel giro di un minuto: 12-9. Torino chiude l’area e costringe il Latina per linee esterne, dall’altra parte Crespi prima mette una coppia di liberi, poi segna da sotto dopo un rimbalzo offensivo.  Dello Iacovo fa 1 su  2 a cronometro fermo, quindi si rifà con una siluro da quasi 8 metri: 20-9 al 8’. 
Il Latina allunga la sequela di conclusioni errate, anche se Crespi da sotto e Orsini da fuori mancano l’allungo. Un 2 su 2 dalla linea di Di Ianni e sulla sirena del quarto un 1 su 3, sempre dalla lunetta, di Piccinini, dicono che i pontini, pur con problemi evidenti in fase realizzativa, sono comunque lì: 20-14.
Nella prima azione del secondo quarto un rimbalzo in attacco di Iovovic rimette i laziali a -6, assalto respinto da una tripla di Tarenzi. 
Si lotta su ogni pallone, i laziali alzano al massimo i giri del motore e trovano spazi dentro l’area torinese, dove il taglia-fuori non sempre funziona a dovere. L’Aux CUS però gioca con la testa giusta e ribalta per due volte il gioco in velocità, colpendo da sotto con Crespi e Di Matteo: 29-18  al 13’. 
Il Latina pare dentro al tunnel, Crespi stoppa e corre dall’altra parte a subire fallo: lo 0 su 2 e il successivo 2 su 2 di Iovovic convincono i pontini ad alzare ancora di più la pressione. I raddoppi sono insistiti, la difesa avversaria è sempre mani addosso e le linee di passaggio ridottissime, ma i torinesi lottano come leoni, recuperando per ben 4 volte rimbalzo  offensivo nella stessa, lunghissima, azione. 
Il Latina continua a sparare a salve, Di Matteo no: diagonale piedi per terra: 31-20. 
I laziali recuperano in fretta sulla rimessa e ne mettono due facili, quindi dopo una persa spallata di Crespi su Piccinini: il fallo è un antisportivo, dopo l’ 1 su 2 dalla lunetta però Torino recupera, Dello Iacovo fa salare il difensore e spara dentro il 33-25 del 17’.
La risposta è di Piccinini è uno contro il mondo: gioco da 3 punti e laziali a -5. 
Il ritmo dei latini è indiavolato, i gialloblu faticano a girare la palla, la ‘preghiera’ di Orsini  allo scadere dei 24” per il 36-28 è quasi un bacio in fronte da parte della sorte. Su un errore avversario da sotto, l’ennesimo, contropiede di Bottiglieri e appoggiata per il 38-28 a 10” dall’intervallo.
Alla ripresa Torino capitalizza 3 contropiede uno di fila all’altro con un libero di Orsini e due punti di Bianchelli. Però il vero fattore nel frangente è la zona chiamata per un paio di minuti da coach Porcella: 41-30 al 23’. La gara sembra prendere la via di Torino, il  Latina non ci sta, rialza di colpo la testa e mette insieme un mini-break che tiene tutto aperto.
Con grande pazienza, i gialloblu non indietreggiano di un millimetro, lottando con le unghie sotto il canestro avversario, dove Di Matteo recupera due preziosissimi rimbalzi e Orsini chiude un’entrata con un tiro di classe in cui l’aiuto del cristallo è quasi decisivo: 43-34 al 14’. 
La battaglia è totale, su ogni singolo listello del parquet vicentino e la sensazione che il primo mezzo passo falso sarà decisivo è davvero molto molto forte.
Crespi usa il perno nel mezzo del colorato avversario, Di Matteo attacca il ferro dritto per dritto e poi la mette ancora in transizione, Fantolino è preciso dall’angolo: 52-34 al 18’. Nella vampata (break di 12-0) c’è pure tutta l’abnegazione difensiva dei cussini, capaci di arrivare sulla palla sempre prima degli avversari. 
Orsini commette il quarto fallo, ma poco dopo Dello Iacovo la mette ancora da due e poi ci aggiunge una coppia di liberi a 2 secondi dalla mezzora: 56-35.
Il Latina in evidente debito di ossigeno e l’Aux CUS può gestire con relativa tranquillità gli ultimi dieci minuti.
A 6’ dalla fine i laziali tornano a -14 sul 58-44, il di 7-0 è tamponato da una bombissima dell’ottimo Fantolino. L’Aux CUS tocca ancora il +20 sul 66-46, per poi concedersi 3 minuti di passerella.

AUXILIUM CUS TORINO-LATINA BASKET 69-54
Parziali 22-14, 38-30, 56-35
TORINO: Di Matteo 10, Fantolino 10, Orsini 12, Tarenzi 3, Crespi 12, Blotto 2, Bianchelli 2, Dello Iacovo 16, Bottiglieri 2, Bianco P., Piovano. All. Porcella.
LATINA: Di Prospero 5, Stillitano 10, Guerra 4, Jovovic 6, Di Santo 4, Molella, Piccinini 10, Garbellini 4, Di Ianni 8, Parise 1, Tricarico 2, Ripepi.  All. Di Manno.

Girone D
1ª giornata

Auxilium CUS Torino-Baskettiamo Vittuone 78-56
Latina-Leonessa Brescia 46-63

 

2ª giornata
Vittuone-Leonessa Brescia 63-70 dts
Auxilium CUS Torino Latina 69-54

 

Classifica
Auxilium CUS Torino, Leonessa Brescia 4
Latina Basket, Baskettiamo Vittuone 0

 

3ª giornata
mercoledì 11 maggio
ore 20 
Palasport Manzoni di Creazzo 

Latina Basket-Baskettiamo Vittuone
Palasport Goldoni di Vicenza 
Auxilium CUS Torino-Leonassa Brescia