Giovanili - Mortara, l’unione fa la forza grazie all'entusiasmo di coach Zanotti

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 130 volte
Fonte: La Provincia Pavese
Giovanili - Mortara, l’unione fa la forza grazie all'entusiasmo di coach Zanotti

Con la firma apposta ufficialmente lunedì sera da Paolo Riccio e Carlo Cocino, rispettivamente presidenti del Battaglia Expo Inox Mortara e Virtus Mortara, si chiude una divisione che perdurava da diversi anni in città. E si apre, al tempo stesso, una filiera di pallacanestro giovanile che coprirà un territorio esteso da Abbiategrasso a Garlasco e Robbio, passando da Vigevano, Mortara, Gambolò, Tromello attraverso la collaborazione tra le società sedute lunedì sera al tavolo dell’accordo, ovvero anche Pallacanestro Robbio e Junior Basket Vigevano. Uno dei massimi artefici dell’accordo è stato coach Pier Zanotti, mortarese cresciuto in Virtus prima di diversi positivi anni alla Cat Vigevano, quindi a Oleggio e ora con Virtus Mortara, Robbio e Junior Basket.

«Sono stato filo conduttore di tante situazioni come questa. Ci ho messo un po’ di entusiasmo», dice Zanotti. «La cosa più importante è l’annuncio dell’accordo cittadino tra Virtus e Battaglia. Con questa struttura e questo progetto ci sono ora tutti i presupposti per tentare di centrare il vero obiettivo di un’attività giovanile, cioè produrre giocatori in grado di giocare nelle squadre agonistiche di livello, con progetti che necessitano di qualche anno, ma con qualche risultato da vedersi già nel breve».

Gli fa eco Alfonso Zanellati, coach della Expo Inox: «E’ un discorso importante per pervenire a un settore giovanile allargato, partito con Junior Basket e Lomellina Basket già da alcuni anni nei quali sono stati prodotti risultati notevoli. L’obiettivo è che le squadre giovanili prendano sempre maggiore consistenza e diventino serbatoio per le prime squadre anche delle altre società, Robbio e Junior Basket in primis, oltre che per la nostra squadra in serie C Gold. Al riguardo, le due nostre formazioni giovanili in Eccellenza regionale sono un caso unico in provincia, frutto della lungimiranza dei dirigenti». Poi Zanellati specifica meglio l’accordo: «Il Battaglia rinuncia a tutto il minibasket a favore dello Junior Basket Vigevano e della Virtus Mortara. Le altre società rinunciano all’attività agonistica per la quale occorrono tante ore di palestra e tecnici di livello».

L’accordo fa contenti tutti, a partire dal presidente robbiese Gianni Scaramuzza: «Avremo benefici anche a Robbio dove da anni non riusciamo a portare nostri giovani in prima squadra. Grazie anche alla Virtus Mortara che da quattro anni che ci aiuta ad allestire squadre Under e settore giovanile».

Così Luca Aiello, direttore tecnico della Virtus Mortara: «Era importante per noi ritrovare un’identità cittadina persa per idee poco chiare e campanilismo. Abbiamo pensato che per noi l’ideale fosse concentrare le nostre forze sul minibasket. La base allargata permetterà ai ragazzi che partono dalla nostra specificità di crescere con tecnici del calibro di Zanellati e Zanotti nella fase agonistica».

Ha avuto un ruolo importante nell’accordo anche lo Junior Basket Vigevano: «Siamo stati facilitatori sulla scorta delle nostre precedenti positive collaborazioni con Zanotti e con il Battaglia. Fare territorio nel giovanile è l’unico modo per poter competere nei campionati di livello regionale», dice Marco Gaviglio, coach del club ducale.

L’ultima parola ai due presidenti, Paolo Riccio e Carlo Cocino, così all’unisono: «Il merito dell’accordo è dei tecnici che in questi mesi si sono parlati. Mortara ha bisogno di forza, territorio e unione». Venerdì sera nella manifestazione “Tri pas in piasa” che apre la Sagra del Salame d’Oca prima uscita pubblica della nuova creatura.

Fabio Babetto