EuroLega: Milano torna a vincere! Il Forum ai piedi di Repesa, la strigliata è servita

 di Alessandro Palermo  articolo letto 2742 volte
EuroLega: Milano torna a vincere! Il Forum ai piedi di Repesa, la strigliata è servita

Milano torna grande, anche in Europa. Dopo le due vittorie iniziali contro Maccabi e Darussafaka, nelle scorse settimane erano arrivate tre sconfitte consecutive che avevano un po' ridimensionato l'Olimpia versione europea. Contro l'Efes gli uomini di Repesa non solo tornano a calzare le mitiche scarpette rosse, ma a tornare di moda è anche l'abito Armani, quello più bello, quelle delle grandi occasioni. Milano-Efes, non c'è stata storia. L'Olimpia ha condotto il match dall'inizio alla fine, soffrendo ben poco gli aversari e limitando il più possibile l'avanzata turca. Il bilancio torna più dolce: 3 vittorie e 3 sconfitte.

PRIMO QUARTO 25-24
Osman rompe il ghiaccio con una tripla dall'angolo. Piazzato di Gentile, a pochi passi dal canestro, e Milano mette la testa avanti (4-3). Partenza che fa ben sperare, quella di Gentile, quattro punti in fila per l'ex capitano biancorosso e sei pari dopo due minuti e mezzo di gioco. Ma se Gentile è on fire, non si può che dire lo stesso anche di Osman (8 punti in avvio). E' Raduljica il primo a scaldare i propri tifosi, canestro con fallo (e libero aggiuntivo a bersaglio) che vale l'11 a 8, primo vero boato dei quasi 10.000 del Forum. Secondo boato in pochi secondi: Abass stoppa Granger ed i decibel dei supporters biancorossi si alzano ancora una volta. Gentile non si ferma più, ottavo punto personale e 17 a 13 Milano. Sanders, da tre, porta l'Olimpia sul +7 ma Granger spegne l'entusiasmo di casa "ripagando" gli avversari con la stessa moneta. Tripla del sudamericano ed Efes che accorcia le distanze. Ma gli ospiti sanno dare anche spettacolo, eccome se ne sono capaci: Granger per Osman, la giovane stella turca serve con alley-oop Brown e la schiacciata è servita. In tre passaggi la banda di coach Perasovic beffa tutta la difesa locale. L'Efes prende coraggio e, a pochi secondi dalla fine, Brown azzanna ancora il canestro. Schiacciata, la seconda consecutiva, che consente ai turchi di chiudere in svantaggio soltanto di un punto (25-24). Milano sciupa quanto fatto e la possibilità di giocarsi un secondo quarto con un vantaggio più corposo, va a farsi benedire.

SECONDO QUARTO 55-49
​L'Olimpia, dopo qualche minuto di amnesia corale, regisce con Simon. costringe Perasovic al time-out dopo appena ottanta secondi. L'Efes, però, al ferro ci sa andare davvero bene e Dunston lo dimostra a tutto il Forum con una bimane che ammutolisce tutta la platea milanese. L'EA7 prova ad allungare con McLean che, servito da Kalnietis, schiaccia il +11 (45-34). La furia biancorossa non si placa: Sanders, da quasi otto metri, manda in visibilio il Forum con una bomba che affossa i turchi fino al -14 (48-34). Nel finale i "grigi" fischiano fallo tecnico a Repesa, Thomas ne approfitta e butta benzina sul fuoco con la tripla che vale il -3 (52-49). Ma proprio quando per Milano sembra concretizzarsi la seconda beffa - dopo quella del primo quarto - Gentile, sulla sirena, regala all'EA7 un vantaggio rassicurante quanto meritato (+6). Canestrone del figlio di Nando che, da metà campo, manda in estasi i 10.000 di fede Olimpia. Alla pausa Milano è avanti 55 a 49 e Gentile pare indemoniato, 11 punti per lui in 11' sul parquet (4/7 al tiro).

​TERZO QUARTO 79-67

L'Olimpia mette la freccia di sorpasso: Abass, con una tripla, porta i suoi avanti di dodici (65-53). Curioso quel che accade al cubo luminoso, con continui errori di punteggio. Vi segnaliamo, infatti, un 659 a 50 rimasto ben visibile per diversi minuti. Tornando al campo - che è quello che conta e diverte di più - Milano da spettacolo con Abass, decisivo sia in attacco che in difesa. Heurtel decide di caricarsi l'Efes sulle proprie spalle, il francese dimezza lo svantaggio iniziale ed - in coast to coast - piazza il canestro del -6 (68-62). La squadra di Repesa, però, è viva più che mai: Kalnietis riporta il vantaggio in doppia cifra, +10 (72-62) a 02:39 dalla fine del terzo quarto. Pandemonio. Kalnietis e Sanders scherzano la difesa ospite, con quest'ultimo che - come al suo solito - vola oltre il ferro per mangiarsi il canestro. Le "Scarpette Rosse" volano sul +14 (76-62) e Perasovic è costretto a chiamare time out. Al Forum è una festa e Abass è il festeggiato, l'ex Cantù sigla il 79 a 65 da oltre l'arco e l'Efes sprofonda ancora una volta. Sembra la mazzata ma Brown, sulla sirena, tiene a galla i suoi con due punti preziosissimi. Al 30' Milano comunque avanti di dodici (79-67).

QUARTO PERIODO 105-92
​La quarta frazione si apre come si era conclusa, con ancora Abass protagonista da dietro l'arco (3/3). Kalnietis scivola, spianando la strada a Osman che segna il canestro del 73 a 87. Sanders, dalla lunetta, fa 1/2 e l'Efes prova a rientrare in partita con due canestri in fila di Dunston prima e di Heurtel poi. Con un Sanders così per l'Efes, però, c'è davvero poco da fare: l'ex Dinamo da ancora spettacolo nel pitturato, prendedo il volo e schiacciando il +14 (95-81). Osman, quando mancano meno di tre minuti, commette il suo quinto fallo ed è costretto ad abbandonare anticipatamente la battaglia. Pessima notizia per l'Efes che sembra ormai in balia degli avversari. Quella che era una semplice impressione diventa certezza: Milano supera quota 100 punti e per l'Efes sembra davvero ormai arrivata la parola fine. Ad un minuto e mezzo dalla fine il risultato è schiacciante e dice solo Olimpia: 103-88. Raduljica, su assist di Kalnietis, "spacca" il canestro e ad Istanbul alzano davvero bandiera bianca. Delirio al Forum, vincono gli uomini di Repesa. Con quest'ultimo osannato dalla curva biancorossa a più riprese. Finisce 105 a 92, con Sanders ancora una volta mattatore.

Per Milano 22 di Sanders, 17 di Gentile, 14+9 rimbalzi+8 assist per Simon.
Per l'Efes 18 di Heurtel e 17 con 8 rimbalzi dell'ex Varese Bryant Dunston.