EuroCup - Trento rimane aggrappata all'Europa per due overtimes, Nikolic risolve per il Buducnost

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 438 volte
EuroCup - Trento rimane aggrappata all'Europa per due overtimes, Nikolic risolve per il Buducnost

Al PalaTrento sono andati in scena i 50 minuti più pazzi dell'intera stagione, almeno fino ad oggi. La Dolomiti Energia si scontra alla pari con il Buducnost, capolista di ABA Liga. Una lotta che non vede una delle due contendenti prevalere, ma che via via vede perdere per strada causa cinque falli Forray, Hogue e Gutierrez, mentre la formazione montenegrina perde il solo Ivanovic. Così si arriva al 40' in perfetta parità con Gordic che fa 1/2 ai liberi e un ultimo minuto fatto di errori dalle due parti 82-82.

Forray alimenta da tre l'overtime, ma non si sfugge alla regola della parità per lunghi minuti; e dopo che Sutton firma il +5 al 44' il combinato disposto Nikolic-Gordic (liberi il primo, tripla il secondo) guadagna il pari a quota 94 con 21 secondi. Timeout Buscaglia, Forray forza l'entrata ma la stanchezza gli fa tirare un airball e in 6 secondi il Buducnost va a segno. O no, perché il cronometro si blocca quando ne mancano ancora 3,6 e allora si aprono controlli e verifiche: buono o no? Passano lunghissimi minuti prima che gli arbitri prendano la decisione di mandare tutti al secondo supplementare.

Anche l'ultimo quarto si gioca sul filo di lana, senza il break che possa far pendere la bilancia verso una delle due squadre. La bomba di Sehovic dall'angolo potrebbe farlo, ma Franke e Shields rimettono la Dolomiti Energia a +1. Meno secondi che dita di una mano per il Buducnost per trovare una soluzione: nell'azione Danilo Nikolic guadagna due liberi con 10 centesimi di secondo su un Gomes che non riesce a fermarsi in tempo. mani sudate, pubblico urlante, tanta pressione: l'ala venticinquenne però non trema, 2/2 vittoria Buducnost 105-106, e arriva per loro la qualificazione alle Top 16. Trento rimane incredula e teoricamente in corsa per una complessità di risultati, a partire dalle due vittorie obbligate e dal recuperare 29 punti in casa con il Loko Kuban, che è meglio pensare al campionato.

Dolomiti Energia Trentino 105
Buducnost VOLI Podgorica 106 (2OT)
(22-20, 41-46; 64-57, 82-82; 94-94)
Dolomiti Energia Trentino: Franke
4 (2/3), Sutton 15 (6/9, 0/2), Silins 3 (0/2, 1/3), Forray 24 (4/11, 4/5), Conti ne, Flaccadori 4 (1/2), Gutiérrez 13 (5/10, 1/2), Gomes 11 (1/1, 3/5), Hogue 15 (5/12), Lechthaler, Shields 16 (4/9, 2/4). Coach Buscaglia.
Buducnost VOLI Podgorica: Ivanovic 20 (3/4, 2/4), Sehovic Su. 10 (2/5 da 3), Doellman 3 (1/3 da 3), Barovic 8 (4/6), Sehovic Se. (0/1 da 3), Starovlah ne, Gordic 23 (4/9, 4/7), Ilic 6 (3/4), Nikolic Z. 2, Gibson 12 (2/6, 2/9), Landry 7 (3/4, 0/1), Nikolic D. 15 (1/2, 3/6). Coach Dzikic.
Arbitri: Peruga (Spa), Balak (Isr), Geller (Bel).
Note: Tiri da due: Trentino 28/59, Buducnost 20/35. Tiri da tre: Trentino 11/23, Buducnost 14/36. Tiri liberi: Trentino 16/26, Buducnost 24/30. Rimbalzi: Trentino 46 (Hogue 10), Buducnost 30 (4 giocatori con 4). Assist: Trentino 22 (Sutton 6), Buducnost 15 (Gordic 7). Recuperi: Trentino 6 (Sutton 2), Buducnost 6 (Gordic e Nikolic Z. 2)