EuroCup - Reggio Emilia cade sull'ultimo ostacolo, via libera per l'Hapoel Jerusalem

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 966 volte
EuroCup - Reggio Emilia cade sull'ultimo ostacolo, via libera per l'Hapoel Jerusalem

Con l’Eurocup non torna la vittoria per la Grissin Bon. La Pallacanestro Reggiana comanda a lungo il gioco e tiene bene il campo sopperendo con la velocità e la grinta alla minor prestanza fisica rispetto agli ospiti, ma alla fine deve cedere ad un Hapoel Jerusalem più cinico che tira fuori dal cilindro l'atout Dyson, uno che quando vede Reggio non fa sconti e stasera ha trovato i cinque punti decisivi nell'ultimo minuto. I biancorossi non hanno comunque sfigurato, anche se con il calo accusato nella ripresa (solo 26 punti segnati) è venuta meno la capacità di dare il colpo del ko nel momento migliore, favorendo l'Hapoel. Dal punto della classifica nulla cambia per Reggio (2-2) mentre il Jerusalem ottiene la sua prima vittoria 1-3. La squadra di Menetti non fa passi in avanti: simili finali si sono già visti in questa stagione come successo contro Pesaro e Capo d’Orlando. Per strada si è perso per infortunio Nevels: distorsione alla caviglia, situazione da monitorare: peccato peché stava incidendo positivamente.

 

 

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – HAPOEL BANK YAHAV JERUSALEM 61-63

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Mussini 4, Wright 3, Bonacini, Candi, Della Valle 23, Reynolds 6, Markoishvili 8, Cipolla, Nevels 4, Sanè 7, De Vico 1, Tchewa. Allenatore: Menetti.

HAPOEL BANK YAHAV JERUSALEM: Dyson 20, Perperoglou 8, Eliyahu, Daye 8, Halperin, Timor 3, Ohayon 1, Howell 8,  Kinsey, Omic 13, Mayor, Elias-Pour. Allenatore: Katsikaris.

Arbitri: Perez Pizarro (Spa), Reiter (Ger), Sukys (Lit)

Parziali: 21-13; 14-18; 11-15; 15-17

Note: antisportivo a Ohayon al 1′. Antisportivo all’8′ di Dyson. Sanè esce per falli al 39’50