Champions League - Capitan Ress suona la carica e Venezia sbanca Lubiana

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 759 volte
Champions League - Capitan Ress suona la carica e Venezia sbanca Lubiana

A Lubiana, in un palazzetto praticamente vuoto, la Reyer Venezia comincia la gara di Champions League con fare svogliato, abbastanza morbida in difesa e inconcludente in attacco (Peric quattro errori su conclusioni facili facili o Watt che sbatte una schiacciata sul ferro). Per fortuna contro c'è un Olimpia quasi imbarazzante, che sbaglia cose facili e tiri liberi (4 su 11 nei primi 20'). Formazione slovena avanti nel primo quarto 22-13. Anche con qualche palla recuperata gran parte del secondo quarto non cambia l'andamento della gara - al 15' Venezia ha 6 palle perse e 7 consclusioni a segno - quando al 17' l'antisportivo su Bramos di Bubnic potrebbe essere un segno positivo per la Reyer 29-26 ma l'Olimpia strappa ancora con Oliver riportandosi a +7 durante l'ultimo giro di lancette. Il 2/2 di Tomas Ress nei secondi finali fissa il punteggio 36-31.

La strigliata di De Raffaele negli spogliatoi deve essere stata gigante, perché la squadra torna in campo difendendo forte (stoppata di Watt a Span) e confezionando in attacco un conseguente 0-7 che mette Venezia avanti nel punteggio e Lubiana in panchina per il timeout al 22'. Morgan pareggia con l'aiuto del tabellone, ma Johnson va di tripla due volte in fila 40-46 al 25'. Due blocchi in attacco irregolari fischiati a Watt (quarto fallo) e Orelik frenano l'azione della Reyer che va anche in bonus, incartandosi. Ma Hrovat e Lubiana non sanno approfittare del cambio di inerzia e De Nicolao punisce col +6 Venezia. E invece gli sloveni hanno una fiammata, Span ruba palla a De Nicolao, lo strappo interno è 4-0 e De Raffaele prende timeout (forse con un minuto di ritardo, ndr). Si rientra con la gran difesa Olimpia che costringe a un tiro disperato di De Nicolao, ma Oliver è troppo intenso e il play della Reyer fa 2/3 in lunetta. Al 30' è 48-52.

E arriva anche il momento di capitan Tomas Ress che condiziona con tre triple quasi consecutive l'inizio dell'ultimo quarto 57-65 con 6'28" alla sirena. Ress, tra attacco e difesa, lancia i suoi compagni che mantengono l'inerzia anche con 10 di vantaggio per lungo tempo. A 1'54" Hrovat trova una tripla per cercare di riaprire i giochi 63-70, ma un altro 0-4 della Reyer ricaccia indietro i padroni di casa. Hrovat ci riprova, e invece è il contropiede di Haynes a decretare la vittoria.

Finisce 66-76. Boxscore: 20p+13r Morgan, 17 Hrovat, 13 Oliver per Lubiana; 17 Orelik, 12 Johnson, 11 Ress, 10 Bramos per Venezia.