A2 F - Un break nell'ultima frazione condanna il Fanola contro Carugate

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 75 volte
A2 F - Un break nell'ultima frazione condanna il Fanola contro Carugate

All'esordio stagionale nel palasport di casa, le ragazze del Fanola San Martino cedono al Carosello Carugate al termine di una partita equilibrata e combattuta. La sfida si è decisa solo nell'ultimo quarto quando, un break negativo e qualche episodio hanno costretto la squadra di coach Valentini alla resa.
 
Giallonere alle prese con una lunga lista di assenze, che tra infortunate, indisponibili e giocatrici già a Battipaglia con il Fila conta almeno 7/8 elementi. Eppure è una partenza lanciata quella delle padrone di casa, subito aggressive sulle portatrici di palla. Rimbalzi in attacco e palle rubate consentono un gran numero di extra possessi, e dopo 3' il punteggio è sull'8-0. Fietta è ispirata e funziona bene il feeling con Baldi per il +10 (13-3), ma nella seconda parte della frazione Carugate ribalta tutta l'inerzia con diversi recuperi che le permettono, quasi in chiusura, di impattare a quota 17. Il quarto si chiude tuttavia con una transizione di due giocatrici classe 2001: Ludovica Fietta (sorella minore di Elena, al debutto in A2) serve Matilde Benato per il 19-17 sulla sirena.
 
Al 12' la tripla di Zelnyte vale il primo vantaggio dell'incontro alle ospiti (21-22). San Martino continua a lavorare bene a rimbalzo d'attacco, ma i tre falli già a carico delle lunghe Baldi e Martini al 13' sono un problema per coach Valentini. È con 5 punti consecutivi di Brutto che comunque il Fanola ritrova slancio, riportandosi a +8 con la bomba di Crocetta (33-25 al 16'). Ma la partita vive di strappi, negli ultimi 4' un nuovo break consente alla formazione lombarda (con una Zelnyte da 15 punti e 12 rimbalzi già all'intervallo) di andare al riposo in vantaggio, sul 33-34.
 
Il copione non cambia nel terzo periodo, la partita rimane senza padroni. È ancora una Elena Fietta in gran forma (11 punti, 5 rimbalzi e 5 assist) a trascinare le Lupe sul 42-39 (25'), ma la seconda parte di frazione è di nuovo favorevole alle ospiti, che con Gombac fissano il punteggio sul 42-45 al 30'.
 
In avvio di quarto periodo arriva l'episodio che con tutta probabilità indirizza definitivamente il match. San Martino protesta per un mancato fischio appena prima del 2+1 di Albano. Arriva un tecnico alla panchina, che porta alla trasformazione del libero e al canestro sul seguente possesso. È di fatto un'azione da 6 punti che fa volare Carugate sul 42-51, e infligge un duro colpo alle speranze giallonere. Il parziale arriverà fino al 18-0 (42-57 al 36'), prima che ancora Fietta sblocchi le sue dopo più di 10'. Le giallonere ci provano fino alla fine, ma la differenza di percentuale al tiro (26% contro il 50% ospite) è troppo evidente, e ormai è tardi per ribaltare le sorti del match.

Fanola San Martino - Carosello Carugate  48-63
 
LUPE SAN MARTINO: L. Fietta, E. Fietta 11, Amabiglia 10, Scappin, Martini 2, Brutto 8, Crocetta 3, Benato 2, Nezaj, Profaiser 2, Diouf, Baldi 10. All. Valentini.
BASKET CARUGATE: Zucchetti ne, L'Altrella ne, Rossini 4, Diotti 10, Cerizza ne, Macalli ne, Rossi 2, Zelnyte 17, Mariani ne, Albano 13, Zolfanelli 6, Gombac 11. All. Piccinelli.
ARBITRI: Sciliberto di Messina e Praticò di Reggio Calabria.
PARZIALI: 19-17, 33-34, 42-45.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Diotti (16'). Fallo tecnico alla panchina Fanola (32'). Tiri da due: San Martino 14/43, Carugate 24/43. Tiri da tre: San Martino 4/25, Carugate 1/7. Tiri liberi: San Martino 8/9, Carugate 12/17.