A2 F - TecMar Crema, a Marghera vittoria con il brivido

A Marghera le cremasche soffrono ma riescono a passare di un punto (62-61). Decisive nel finale le giovani biancazzurre che cambiano definitivamente la gara
 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 131 volte
Fonte: La Provincia
Benic (15 punti)
Benic (15 punti)

Soffre forse qualcosa di troppo ma alla fine la spunta in volata la TecMar Crema, che inizia il proprio campionato subito col piede giusto con un successo su un campo dove molti faranno fatica come quello di Marghera. Due punti pesanti che sono sicuramente di buon auspicio per questo campionato, che dai risultati della prima giornata si annuncia pieno di sorprese. Inizio equilibrato con subito Cecili per le veneziane sugli scudi, con 13 punti in un primo quarto dove Crema forse difende peggio rispetto alle uscite di precampionato ma attacca decisamente meglio, con 9-12 al tiro (e 4-4 di Nori) e un più 1 al 10’. Mandelli con la sua seconda tripla di giornata spinge Crema a più 4 in avvio di seconda frazione, anche se il break non arriva ancora nonostante una difesa cresciuta notevolmente di tono. Solo nel finale di quarto i canestri di Capoferri e Benic consentono alle biancoblù di andare alla pausa lunga ancora in vantaggio. Prova a cambiare marcia nella ripresa la TecMar, che con la tripla di Capoferri si porta al proprio massimo vantaggio di 8 lunghezze al 30 ’, dando l’impressione di poter prendere il largo. L’ultimo quarto regala mille emozioni. Pieropan, fin lì non determinante, con una tripla prova a riaprire il match ma Parmesani sempre dalla lunga ristabilisce le distanze. La guardia veneta però ha appena cominciato, e praticamente da sola a suon di triple riesce prima a pareggiare e poi a portare le veneziane addirittura a più 4. Crema trova una tripla fondamentale a sua volta con Giulia Togliani e un’altra poco dopo con Tina Benic che ribalta il punteggio sul 55-57. Cecili pareggia ancora per Marghera ma a questo punto la TecMar viene salvata dalla sua gioventù. Togliani trova l’ennesima conclusione dalla lunga distanza di questo pazzo quarto periodo e Parmesani poco dopo infila il jumper del più 5 esterno all’ingresso dell’ultimo minuto di gioco. Stavolta il parziale è quello buono, con Marghera che riesce solo ad accorciare le distanze con un’altra tripla della solita Pieropan solo a fil di sirena. Successo quindi di quelli pesanti, che indirizzano subito bene una stagione che per il Basket Team Crema può essere piena di soddisfazioni. L’importante è continuare a lavorare sodo: già domenica prossima nell’esordio casalingo contro Albino, superata solo in volata dalla favoritissima Geas, le insidie sono davvero dietro l’angolo. (T.G.)

Giants Marghera - Tec-Mar Crema 61 - 62 (19-20, 31-33, 40-48, 61-62)

GIANTS MARGHERA: Fiorin, Toffolo* 2 (1/4, 0/3), Castria, Granzotto* 8 (4/12, 0/4), Cecili* 23 (6/9, 2/2), Pastrello* 3 (0/2 da 2), Giordano, Salmaso, Pieropan 23 (3/7, 5/6), Furlani* 2 (0/2 da 2)
Tiri da 2: 14/38 - Tiri da 3: 7/16 - Tiri Liberi: 12/17 - Rimbalzi: 28 12+16 (Toffolo 6) - Assist: 13 (Granzotto 5) - Palle Recuperate: 14 (Granzotto 8) - Palle Perse: 15 (Furlani 4)
Allenatore: Seletti P.

TEC-MAR CREMA: Visigalli NE, Togliani 7 (2/4 da 3), Mandelli 6 (2/2 da 3), Capoferri* 13 (2/4, 2/5), Benic* 15 (2/3, 3/7), Nori* 10 (5/6 da 2), Caccialanza* 2 (1/2, 0/1), Parmesani 7 (2/4, 1/3), Cerri NE, Rizzi* 2 (1/2 da 2)
Tiri da 2: 13/21 - Tiri da 3: 10/22 - Tiri Liberi: 6/10 - Rimbalzi: 27 5+22 (Capoferri 7) - Assist: 5 (Capoferri 2) - Palle Recuperate: 7 (Capoferri 3) - Palle Perse: 20 (Rizzi 6)
Allenatore: Sguaizer D.

Arbitri: Sciliberto S., Mura E.