A2 F - Sabato con il Geas che attende Castelnuovo Scrivia

17.02.2018 10:51 di Umberto De Santis Twitter:   articolo letto 78 volte
A2 F - Sabato con il Geas che attende Castelnuovo Scrivia

Sabato alle 20.30 al PalaNat il Geas affronterà Castelnuovo, nella quinta giornata del girone di ritorno. Sesto ha alle spalle un weekend di riposo, dato il rinvio della trasferta di Marghera al 28 febbraio a causa dell’impegno di Elisa Ercoli e Cinzia Zanotti con la nazionale A, alle prese con le qualificazioni ad EuroBasket Women 2019. Le azzurre hanno sconfitto la Svezia (precedentemente imbattuta nel girone) a Boras (69-47) e la Macedonia a Pavia (93-33). Al PalaRavizza, le migliori marcatrici sono state il prodotto del vivaio sestese Zandalasini (21 punti) e Sottana (20 punti), mentre ha avuto modo di scendere in campo anche Ercoli, alla sua quarta apparizione con la nazionale senior. Per “Ellison” 0/4 al tiro, 6 rimbalzi (di cui 2 in attacco) e una palla recuperata in 11’. L’Italia sale così al primo posto del girone con tre vittorie ed una sconfitta, a pari punti con la Svezia (vincente poi con la Croazia 63-55). Le uniche già qualificate sono le ospitanti Serbia e Lettonia: rimangono 14 posti, 8 per le prime dei gironi e 6 per le migliori seconde. I prossimi ed ultimi due appuntamenti per la qualificazione saranno a novembre, in Croazia e in casa contro la Svezia.

 

Ecco il commento di Virginia Galbiati, presente al PalaRavizza, sulla gara delle azzurre: “Il solco tra le due squadre si è allargato lungo il corso della partita, soprattutto dal punto di vista fisico e dell’intensità. Ciononostante, sono emersi elementi assolutamente positivi: in fase offensiva, spiccano Zandalasini e Sottana, le due punte di diamante della formazione di coach Crespi, ma si è visto anche un gioco piuttosto corale: tutte le ragazze si cercavano tra loro, e si è percepita una bella atmosfera all’interno del gruppo. ‘Ellison’ ha mostrato buone cose in campo: si è mossa bene e ha cercato con convinzione la palla dentro il pitturato. Ha operato efficaci chiusure difensive e ha fatto valere il suo fisico contro le lunghe avversarie”.

 

E sempre a Pavia, Bea Barberis è stata impegnata dal 12 al 14 febbraio con il raduno della nazionale 3vs3, in preparazione al mondiale che si terrà a giugno nelle Filippine. Ha commentato così la sua esperienza: “È sempre un piacere e un onore vestire la maglia della nazionale. Le sessioni di allenamento del raduno sono state molto stimolanti: giocare 3vs3 è estremamente divertente. Si differenzia per parecchi aspetti dalla pallacanestro, ma in entrambe le discipline un’alta aggressività e una costante attenzione fanno la differenza ad alti livelli”.