A2 F - Nell'anticipo di campionato, Sanga Milano vince a Selargius

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 129 volte
Fonte: Agenzia Uffici Stampa Directa Sport
Valentina Fabbri (14 punti)
Valentina Fabbri (14 punti)

E’ amaro l’esordio in campionato del ASD GS Basket San Salvatore, sconfitto dal SANGA Milano al PalaVienna per 47-64. Le giallonere sono incappate in una giornata poco brillante, specie nella metà campo offensiva, e non sono riuscite così ad approfittare dell’assenza tra le ospiti delle “stelle” Maffenini e Canova, messe fuori causa da guai fisici. A poco sono valsi, per il team di Fabrizio Staico, i 13 punti di Mia Masic e i 14 di Valentina Fabbri, uniche giocatrici ad arrivare in doppia cifra.

LA GARA – Gambe imballate in avvio per Lussu e compagne, che dopo le prime schermaglie di studio iniziano a soffrire la maggior brillantezza delle milanesi, aiutate dalla buona vena realizzativa di Picotti. Le padrone di casa finiscono sotto anche di 8 lunghezze, ma a ridosso della prima sirena Arioli regala nuova energia dimezzando lo svantaggio (16-20 al 10’). In apertura di secondo quarto il San Salvatore sembra poter prendere finalmente ritmo in attacco, ma viene frenato dai problemi di falli accusati prima da Fabbri e poi da Masic. Il Sanga, dunque, ha gioco facile nell’aumentare il margine di vantaggio in proprio favore, facendo inoltre leva su un sistema di aiuti difensivi particolarmente efficace. Un canestro di Martelliano a 30 secondi dal riposo permette a Milano di tornare negli spogliatoi forte di un rassicurante +12 (23-35). Le cose sembrano mettersi bene per le ragazze di Franz Pinotti, che nella prima metà del terzo periodo controllano in maniera abbastanza sicura un bottino nell’ordine delle 10 lunghezze. Alla lunga, però, viene fuori il carattere delle selargine, protagoniste di un parziale di 8-0 che rimette tutto in discussione sul 38-42 al 30’. L’ultimo periodo inizia con un mini-break di 5-0 per il Sanga, che torna sul +9 guidato da Pozzecco e Guarneri. Il San Salvatore non si perde d’animo e, lavorando bene con Fabbri sia in post basso che sugli scarichi, riesce nuovamente a ricucire fino a ritrovare il -6 sul 47-53. Nel finale, però, le ospiti dimostrano di avere più energia in corpo, e producono un nuovo colpo di reni che le porta prima sul +13, e poi a conquistare definitivamente il successo sul 47-64.

“Onore al Sanga, che nonostante due assenze pesanti ha vinto mettendo in campo atletismo e aggressività – commenta coach Fabrizio Staico – a noi manca ancora la compattezza, specialmente nella metà campo difensiva. Siamo solo agli inizi della stagione, e già da lunedì lavoreremo duramente in palestra per cercare di migliorare”.

San Salvatore Selargius-Il Ponte Casa d’Aste Milano 47-64

San Salvatore: Masic 13, Arioli 9, Gagliano 6, Fabbri 14, Lussu, Melis ne, Cordola 3, Pohling ne, Mura, Pinna, Loddo ne, Laccorte 2. Allenatore: Staico

Il Ponte Casa d’Aste: Novati 1, Martelliano 10, Picotti 12, Pozzecco 15, Guarneri 14, Canova ne, Grassia, Giulietti, Trianti 2, Rossi 10. Allenatore: Pinotti

Parziali: 16-20; 23-35; 38-42

Arbitri: Fabbri di Cecina (LI) – Roberti di Roma