A2 F - La Carispezia non passa in casa Matteiplast Bologna

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 83 volte
A2 F - La Carispezia non passa in casa Matteiplast Bologna

Nulla da fare per la CA Carispezia, che esce sconfitta dal Cierrebi Club di Bologna per 71-62: la Matteiplast ha guidato la partita per tutti i 40 minuti giocati, dimostrando pienamente il proprio valore. Marie D’Alie è stata la mattatrice che ha letteralmente fatto impazzire la difesa bianconera, grazie ai 39 punti realizzati e 10 rimbalzi che le regalano la doppia-doppia. Per le spezzine, autrici comunque di una prova più che sufficiente, non è bastata la straordinaria performance di Lavinia Da Silva – per altro acciaccata –, una doppia-doppia da 26 punti e 14 rimbalzi.

Per la CA Carispezia parte a sorpresa in quintetto Arianna Tosi, che va a sostituire l’assente ed ex di turno Chiara Cadoni, con il capitano Linguaglossa a giocare da ala grande. I primi due punti della partita sono messi a segno da Bologna con Storer, grazie a due tiri liberi. Tassinari allunga sul 5-0, poi che Lavinia Da Silva segna i primi due punti spezzini. Da qui in poi inizia, però, lo show personale di Marie D’Alie: parte con una tripla e arriverà a fare molto male alla difesa spezzina, realizzando ben 11 punti nel solo quarto d’apertura. Le ragazze bianconere fanno molta fatica contro il pressing a tutto campo delle emiliane, che a difesa schierata optano per una zona. Bolognesi che commettono il primo fallo di squadra al nono minuto di gioco, mentre sfruttano a proprio favore il bonus già raggiunto dalla CA Carispezia. La prima frazione termina 23-19 per le locali.

Nel secondo periodo le distanze tra le due compagini si allungano, con la Matteiplast che arriva a toccare i 14 punti di massimo vantaggio. Isabella Olajide entra bene in partita e dà filo da torcere alla difesa emiliana, ma un paio di palle perse banali lanciano in contropiede D’Alie, incontenibile, che continua con la sua strepitosa prestazione, purtroppo per le spezzine: la giocatrice di Bologna toccherà quota 24 punti e 7 rimbalzi già a metà partita. Un palleggio-arresto-tiro del capitano Linguaglossa chiude il quarto sul 42-30 per la formazione locale.

La terza frazione è all’insegna dell’equilibrio. Quando Bologna prova a scappare sul +16 con Tassinari, ecco la risposta spezzina con Templari, Da Silva e Corradino, che portano le bianconere sul -9. Fortunatamente per la CA Carispezia, D’Alie segna soltanto due tiri liberi in questi dieci minuti, ma il resto della squadra emiliana riesce comunque a mettere in difficoltà l’organico a disposizione di coach Corsolini. Per il resto del periodo, le due squadre procedono ad elastico, fino al 59-47 di fine frazione.

L’ultimo quarto vede la CA Carispezia mettere in campo le ultime energie rimaste, che la portano a costruire la rimonta fino al -5 (61-56): il break di 7-0 è firmato dal tandem Da Silva-Stoichkova. Questo però è stato il momento in cui le spezzine sono state maggiormente a contatto con le locali dall’inizio di gara. D’Alie riprende a segnare con 5 punti consecutivi che fanno respirare Bologna. Da Silva fa 2/2 dalla lunetta ma tre banali palle perse dalle bianconere pongono fine alle speranze di rimonta. Stoichkova esce per 5 falli, mentre il finale è 71-62 per la Matteiplast. Da valutare le condizioni dell’infortunio al ginocchio occorso ad Isabella Olajide, costretta a lasciare il campo intorno alla metà del terzo quarto.

 

MATTEIPLAST BOLOGNA 71-62 CA CARISPEZIA LA SPEZIA (23-19, 42-30, 59-47)

BOLOGNA: D’Alie 39, Monterumisi, Cordisco 4, Tassinari 12, Dall’Aglio 2, Storer 7, Meroni 7, Corradini, Nannucci ne. ALL. Giroldi.

LA SPEZIA: Da Silva 26, Lucca 3, Maiocchi ne, Corradino 3, Templari 8, Mazza, Tosi, Bini ne, Linguaglossa 9, Innocenzi, Olajide 8, Stoichkova 5. ALL. Corsolini.