A2 F - Il Fanola batte anche Stabia e chiude in bellezza un grande 2016

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 82 volte
A2 F - Il Fanola batte anche Stabia e chiude in bellezza un grande 2016

Il Fanola conquista contro Stabia l'ultima vittoria di un memorabile 2016. Un successo sudato contro una diretta rivale, arrivato al termine di una gara comunque condotta dal 1' al 40'. Le ragazze di coach Tomei, che torneranno in campo solo il 7 gennaio a Ferrara, si presentano dunque alla sosta invernale con un ottimo record di 5 vittorie in 11 partite.
 
In avvio Keys è trovata bene sotto canestro, e San Martino prova subito a partire forte con 6 punti consecutivi della sua lunga (8-2 al 3'). Anche in difesa le Lupe sono aggressive (proprio Keys si produce in due spettacolari stoppate consecutive), però pian piano anche le avversarie entrano in ritmo. Con la tripla di Crocetta e il canestro di Pettenon, comunque, è San Martino a chiudere la prima frazione avanti 13-10.
 
Nel secondo periodo le difese sono ancora più protagoniste, ma con Busnardo, Fietta e Brutto il Fanola riesce comunque ad allungare sul +10 (22-12 al 17'). E come nel primo quarto l'ultimo canestro spetta a Pettenon, che proprio sulla sirena firma il 28-17 con cui si va all'intervallo lungo. A metà gara spicca su tutti un dato, che sarà confermato anche al 40': Tomei ha già ruotato tutte le sue 12 giocatrici, mentre dall'altra parte solo in 6 sono entrate in campo.
 
Il terzo periodo si apre con la tripla del +14 firmata da Brutto, che si batte bene anche a rimbalzo. Il "bunker" della formazione campana (40' a zona e raddoppi sistematici a centro area su Keys, capace comunque di chiudere con 11 punti e 15 rimbalzi) obbliga San Martino a tanti tiri dalla lunga distanza, e quando la mira si inceppa Stabia ne approfitta per recuperare dal -15 al -6: 37-31 il risultato all'ultima pausa.
 
Ora il Fanola pare in rottura prolungata in attacco, ma nella propria metà campo la difesa tiene. A spezzare l'immobilità del punteggio dopo quasi 4' è Amabiglia, e poi Scappin mette una tripla importante per il nuovo +11 (42-31 al 35'). Ma è tutt'altro che finita: Potolicchio, Innocenti e Gallo infilano tre bombe che riaprono ogni discorso sul 42-40. Entrando negli ultimi 2' Keys si sblocca con un gioco da tre punti, poi Stabia torna ancora a -3 con Potolicchio, ma è la tripla di Beraldo a 34" dalla fine (49-43) a mandare finalmente i titoli di coda.

Fanola San Martino - C.M.O. Stabia  50-45
 
LUPE SAN MARTINO: Morpurgo, Beraldo 3, Fietta 7, Busnardo 6, Amabiglia 2, Scappin 5, Martini, Brutto 5, Crocetta 5, Pettenon 4, Keys 11, Milani 2. All. Tomei.
BASKET STABIA: Ortolani 8, Innocenti 8, R. De Rosa ne, Potolicchio 13, Gallo 6, Di Costanzo 4, Tagliafierro ne, F. De Rosa ne, Scala ne, O'Dwyer 6. All. Massaro.
ARBITRI: Zangrando di Carbonera (TV) e Semenzato di Mirano (VE).
PARZIALI: 13-10, 28-17, 37-31.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri liberi: San Martino 6/9, Stabia 8/13.