A2 F - Fatale l'ultimo minuto a Cagliari per la Feba Civitanova

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 69 volte
A2 F - Fatale l'ultimo minuto a Cagliari per la Feba Civitanova

L'Infa Feba Civitanova Marche esce sconfitta da Cagliari. Una sconfitta dal sapore amaro per le momò, che subiscono il ko proprio nelle ultime battute dopo aver comunque condotto la gara per larghi tratti del match. Uno stop che si aggiunge a quello precedente, sempre in trasferta, contro Orvieto per una squadra che non ha più Ostojic tra le proprie fila, dopo la separazione dalla giocatrice vista la sopraggiunta gravidanza. Adesso le ragazze di coach Alberto Matassini dovranno metabolizzare in fretta questo ko per cercare l'immediato riscatto domenica prossima. Pronti via e le locali partono meglio, toccando il +5, ma le biancoblu con un parziale di +13 chiudono la prima frazione avanti di 9 punti. Stesso canovaccio nel secondo quarto ma le sarde tentano di spaventare la Feba, toccando il -2, tuttavia Orsili e Bocola nel finale portano avanti le momò sul 24-31. Nel terzo periodo Georgieva, tra le migliori delle sue, dà spettacolo ma Perini e Rosier tengono in avanti le biancoblu sul 41-45. Nell'ultimo quarto le ragazze di coach Matassini iniziano un testa a testa con le padrone di casa fino all'ultimo, fatale, minuto. Orsini mette la tripla del 58-55 a 50'' dalla fine, però ci pensa Maggie Mataloni a trovare due punti preziosi, prima che la Markovic peschi una tripla pesante che vale il successo per 61-57. "Potremmo parlare di tanti fattori esterni che hanno condizionato il risultato finale - commenta coach Alberto Matassini - dalla logistica, al clima, al metro arbitrale ma ciò non ci aiuterebbere a trarre degli insegnamenti da questa sconfitta. Attualmente siamo una squadra in rodaggio, vista la dipartita di Ostojic, e stiamo cercando dei nuovi equilibri che sabato abbiamo trovato solamente a tratti. Quando ci siamo riuscite abbiamo dimostrato di essere una squadra competitiva e di fare noi il ritmo della partita. Ci sono stati altri momenti in cui abbiamo assecondato il ritmo di Cagliari, andando fuori giri, e perdendo il controllo della gara. Sapevamo che tenerle in vita fino alla fine, davanti al loro pubblico, sarebbe valso una sconfitta e così è stato perchè alla fine gli episodi non ci hanno ripagato. Dobbiamo ripartire dalle cose buone fatte vedere in campo e dobbiamo pensare partita per partita, per cercare di incamerare più punti possibili per risalire la classifica. Dobbiamo affrontare questo momento con serenità, consapevoli dei nostri punti di forza. Non avevamo previsto l'addio di Ostojic ad inizio campionato - conclude coach Matassini - ma sta a noi adesso trovare la soluzione per risolvere il problema".  

VIRTUS SURGICAL CAGLIARI-INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE 61-57 (10-19; 14-12; 17-14; 20-12).


VIRTUS SURGICAL: Sorrentino, Raiola 8, Georgieva 22, Markovic 10, Orsini 21, Vargiu, Meli, Podda, Pellegrini, Puggioni, Pastena, Mancini. Allenatore: Ferazzoli.

INFA FEBA CIVITANOVA: Rosier 12, Perini 12, Bocola 9 Mataloni 9, Ceccarelli 3, Orsili 8, Trobbiani 4, Marinelli, Stronati, Paoletti. Allenatore: Matassini.

Arbitri: Matteo Spinelli e Gianluca Cassiano di Roma.