A2 F - Fassi Albino attende il confronto con il Delser Udine

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 73 volte
A2 F - Fassi Albino attende il confronto con il Delser Udine

E' il difficile impegno casalingo contro la Libertas Sporting Udine in programma sabato sera al PalaRaffa di Torre Boldone il succoso menù del weekend targato Fassi Edelweiss Albino con le ragazze di coach Giuliano Stibiel a caccia del tris di vittorie consecutive per pareggiare il record generale già alla 6^ giornata di Serie A2!

Torna in quel di Torre Boldone la compagine biancorossa targata Fassi Edelweiss Albino, giunto alla 6^ giornata di andata il campionato di Serie A2 riserva a capitan Lussana e compagne l'ostica Delser Libertas Sporting Udine che domani sera (diretta streaming dalle ore 20.50 sul canale YouTube della Lega Basket Femminile) tenterà il tutto per tutto per soffiare i 2 punti alle padrone di casa.

Le friulane di coach Pomilio, ex giocatrice vincitrice di 2 scudetti con Vicenza nella seconda metà degli anni '80, si ritrovano alla pari in classifica proprio con le seriane forti delle prestigiose vittorie casalinghe contro Castelnuovo Scrivia e Sanga Milano ma sotto 2-3 nel record a causa delle sconfitte con Geas Basket, Basket Team Crema e Alpo Basket.

Per l'occasione al nostro taccuino in sede di presentazione abbiamo parlato con una delle giocatrici più rappresentative delle ultime stagioni in casa Stella Alpina: "per vincere dovremo giocare come le ultime due partite" - confessa Elisa Silva - "scendere in campo determinate, difendere forte e cercare di rimanere concentrate dall'inizio fino al suono dell'ultima sirena!"

Un occhio di riguardo, nonostante l'età media relativamente giovane delle ospiti, lo dovranno riservare sicuramente all'ala croata Ivana Blazevic classe 1993 ex Palermo insieme alla giovane nazionale Under 18 Elisa Pontoni nel settore lunghe e tra le esterne invece le guardie Elisa Mancabelli, trentina classe 1994, e Carlotta Rainis, playmaker 20enne di 174 cm.

"Quest'anno siamo una squadra piuttosto omogenea, ognuna di noi ha delle responsabilità in campo in base alle proprie caratteristiche personali e questo lo sappiamo bene" - la nostra americana non si nasconde e rilancia - "non mi sento più o meno responsabilità, ciascuna deve mettere il proprio mattoncino per il bene della squadra."

Ma queste giovincelle di cui si parla un gran bene invece? "Sono tutte brave e vedo che si impegnano ogni allenamento e la cosa non può che farmi piacere..." - poi stuzzicata si sbilancia - "se dovessi scegliere direi Micaela (Gionchilie ndr) perché ci ha dato una grossa mano in cabina di regia quando la capitana era out per infortunio!"

Idee ben chiare per l'ala classe 1988 ex Comense, Chieti, Bologna ma di produzione cestistica seriana che con grande abnegazione si è rituffata nell'avventura sotto la Cornagera ormai tre stagioni fa portando subito ai playoff i nostri colori e bissando il miglior risultato di sempre anche il campionato successivo! Quando mette a disposizione della squadra il proprio talento sugli spalti si vivono sempre emozioni impareggiabili...